Joachim Andersen (Sampdoria 2017-2019)

Nato a Frederiksberg (Danimarca) il 31 maggio 1996, è un difensore centrale dotato di qualità, prestanza fisica e personalità. Discreto in marcatura e nell’uno contro uno, anche se le sua qualità migliori sono il senso della posizione e la capacità di impostazione, anche con precisi lanci lunghi.

Cresciuto calcisticamente nel Midtjylland, nel 2013 si trasferisce al Twente dove al primo anno gioca in seconda squadra. Debutta in prima squadra il 6 marzo 2015, nel 2-2 sul campo del Willem II. In tre stagioni gioca complessivamente 50 partite, realizzando ben 4 gol e 1 assist.

Stagione 2017/18

Nell’estate 2017 si trasferisce in Italia, acquistato dalla Sampdoria.

Dopo qualche mese di ambientamento, debutta con i blucerchiati in Serie A il 25 febbraio 2018, subentrando all’85’ a Bereszyński, nella gara vinta per 2-1 contro l’Udinese.

Serie A 2017/18: Sampdoria-Udinese 2-1

L’esordio da titolare avviene il successivo 4 aprile, nella gara vinta per 1-2 a Bergamo contro l’Atalanta

Serie A 2017/18: Atalanta-Sampdoria 1-2

Voto 6,5. Piacevole scoperta delle ultime giornate, da puntarci prossimo anno.

UDINE, ITALY – AUGUST 26: Joachim Andersen of UC Sampdoria in action during the serie A match between Udinese and UC Sampdoria at Stadio Friuli on August 26, 2018 in Udine, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

 

Stagione 2018/19

Nella seconda diventa titolare della squadra blucerchiata giocando ben 32 partite e ben figurando suscitando l’interesse di grandi club su di lui. Tra l’altro lui in stagione è stato il secondo giocatore per passaggi lunghi riusciti del campionato dopo Brozović.

Voto 7-. Grande talento, è sulla rampa di lancio per diventare fortissimo nel suo ruolo. Ci saluterà quasi sicuramente; speriamo di venderlo a peso d’oro.

Riepilogo numerico con la Sampdoria

Dopo essere stato nel mirino del Milan, il 12 luglio 2019 si trasferisce per 26 milioni di euro (più bonus) al Olimpique Lyonnais diventando il calciatore danese più pagato di tutti i tempi. La stagione 2019/20 non è esaltante, così, all’inizio della seconda (Ottobre 2020), dopo 35 presenze e 2 reti, viene ceduto in prestito al Fulham dove ha preso subito il posto da titolare (16 presenze) a la fascia di capitano.

In nazionale danese vanta 34 presenze con le rappresentative giovanili e una con quella “maggiore” nel 2019.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.