Precedenti di Spezia-Sampdoria (1946-2020)

Non esistono precedenti in partite ufficiali tra le due formazione. Quello di Lunedì 11 Gennaio, sarà il primo confronto assoluto. Ci sono state invece diverse partite amichevoli giocate negli anni, ecco le ultime:

La Spezia, 13 Agosto 1998 – amichevole
Spezia-Sampdoria 0-0

SPEZIA (3-5-2): Adani; Cioffi (74′ Siniego), Sottili (86′ Terenzoni), Milone; Moro, Lazzoni (55′ Perugini), Zamboni, Salsano (46′ Barontini), Cantone (51′ Campedelli); Zaniolo (46′ Sanguinetti), Andreini (74′ Biloni). All.: Filippi.

SAMPDORIA (4-4-2): Ambrosio; Mannini (46′ Grandoni), Nava (70′ Solari), Zivkovic (46′ Castellini); Balleri (61′ Cordoba ) Ficini (46′ Vergassola) Sgro’ (70′ Biso), Pesaresi (46′ Iacopino); Ortega (61′ Laigle), Montella (61′ Soares) Palmieri (46′ Catè) All.: Spalletti.

  • Arbitro: Niccolai di Livorno.
  • Spettatori 5.000 circa. Angoli 6-0 per la Samp.


La Spezia, 6 Gennaio 2007 ore 15:00 – Amichevole
Spezia-Sampdoria 0-0

SPEZIA (4-4-2): Rotoli (74’ Locatelli); Giuliano, Fusco, Zamboni, Rossi (46′ Gorzegno); Confalone (46′ Ponzo), Saverino (46′ Grieco), Frara (46′ Padoin), Baù (58’ Bruccini); Alessi (46′ Dionigi), Varricchio (46′ Russo). A disposizione: Locatelli. Allenatore: Soda.

SAMPDORIA  (4-4-2): Castellazzi; Maggio (46′ Zivanovic), Bastrini (46′ Pieri), Sala, Accardi; Quagliarella (46′ Oliveira), Fontes da Mota (46′ Bonanni), Volpi, Franceschini (46′ Soddimo); Flachi (46′ Gheddafi), Bazzani (46′ Bonazzoli). A disposizione: Di Gennaro, Bonanni, Falcone. Allenatore: Novellino.

  • Arbitro: Stefanini (Prato). Assistenti: Cini e Giglioni.
  • Angoli: 3-3, campo viscido e, a tratti, fangoso..
  • Spettatori 2.800 circa.. 
  • Ammoniti: Fusco (Spezia)

Si chiude a reti bianche l’amichevole di La Spezia tra i bianconeri e la Samp di mister Novellino: qualche buona trama, soprattutto nel primo tempo, un paio di spunti di Bonazzoli nella ripresa e un rigore fallito da Grieco lasciano intatto lo 0-0. Un buon test, soprattutto pensando a quel che sarà: con la doppia sfida col Chievo alle porte e la Fiorentina nel mezzo, alla Samp serviva soprattutto riprendere a correre e mettere minuti nelle gambe.

Lo 0-0 di La Spezia va letto in quest’ottica, essenzialmente come un modo per smaltire definitivamente il riposo delle feste e come un’occasione per vedere in campo qualche elemento – Bastrini e Da Mota, tanto per fare due nomi – che sin qui ha avuto poco spazio. Non è stata una grande partita, quella del Picco: ritmi bassi, una buona applicazione da parte di entrambe le squadre ma spunti degni di nota da contare sulla punta delle dita.

Novellino (senza Palombo e Delvecchio, lasciati precauzionalmente a riposo) manda in campo una Samp abbastanza vicina al consueto, con Castellazzi tra i pali, Sala e Accardi al centro della difesa, Maggio e Bastrini rispettivamente a destra e a sinistra, Da Mota al fianco di Volpi in mezzo al campo, Quagliarella e Franceschini sulle fasce e la coppia Bazzani-Flachi in attacco; Soda, dall’altra parte, ritrova Varricchio dopo il lungo infortunio e consegna a Zamboni (fugace la sua esperienza in blucerchiato) le chiavi della difesa.

Si parte senza fretta, ed è la Samp a gestire il gioco. La prima occasione è un affondo di Maggio sulla destra con traversone a cercare Flachi (ma la difesa spezzina spazza in corner senza troppi complimenti, e da lì non nasce nulla), poi è lo Spezia a farsi vivo giusto al quarto d’ora con una gran botta di Frara da fuori area: Castellazzi controlla mentre il pallone sibila di poco sopra l’incrocio dei pali.

Poi tocca a Quagliarella farsi vivo dalle parti di Rotoli, ma il gran cross di Flachi – ancora da destra, dopo una bella azione corale – non trova degna risposta nel colpo di testa appena scheggiato del numero 27: l’occasione sfuma, il primo tempo si chiude lì. Nella ripresa Novellino mette mano alla panchina, rivoltando l’undici in campo: Castellazzi resta al suo posto con Accardi e Sala confermati in difesa, ma sulle fasce vanno Zivanovic e Pieri con Olivera e Soddimo alti; Volpi resta al suo posto, con Bonanni a dargli una mano, e Bonazzoli va a reggere il peso dell’attacco con Gheddafi (alla prima uscita in maglia blucerchiata) qualche metro più indietro.

E’ proprio Emiliano a far vedere le cose migliori, con un diagonale insidioso già al 5′: Rotoli è attento. Al 19′ – dopo un gol annullato a Dionigi per fuorigioco – ci prova Volpi su punizione, e il portiere spezzino è ancora bravo ad alzare in corner, quindi tocca nuovamente a Bonazzoli con un sinistro da posizione defilata che non trova la porta e poi con un destro al volo tra le braccia di Rotoli.

L’occasione più ghiotta, in una partita che scema lentamente verso lo 0-0 finale, capita però allo Spezia al 34′: rigore (dubbio, in verità) per un contatto Dionigi-Accardi e Grieco mette abbondantemente fuori. Fine dei giochi, la gara si spegne definitivamente. Un buon test, si diceva. Buono per capire che Accardi al centro della difesa funziona eccome, per vedere Bastrini e Da Mota affrontare una sfida di buon livello con personalità, per consentire a Quagliarella di prendere ulteriore confidenza partendo dalla fascia, per mettere minuti nelle gambe di chi ha giocato meno.

Ora si torna a Bogliasco, ci sono altri tre giorni per allenarsi e preparare al meglio la sfida di mercoledì sera: Coppa Italia, quarti d’andata col Chievo, si farà sul serio

Le parole di Marotta

«Un test utile in vista della gara col Chievo, in un clima disteso e con una buona applicazione da parte dei giocatori. Non entusiasmanti i contenuti tecnici, ma sotto il profilo agonistico è stato un buon allenamento. Quel che mi è piaciuto della squadra è l’aver visto i ragazzi mettere in campo le giuste motivazioni anche se si trattava solamente di un’amichevole, e penso anche che l’allenatore abbia potuto trarre indicazioni positive in vista dei prossimi impegni da parte di chi ha mandato in campo.

Se è stato un test per preparare la gara di mercoledì sera? Sì, ovvio: anche se bisogna considerare che qualcuno è rimasto fermo per precauzione e non sappiamo chi sarà disponibile mercoledì sera. Abbiamo giocato in un ambiente tranquillo, con un clima di grande distensione in campo e sugli spalti, e questa è una cosa piacevole. Poi è stata un’amichevole a 360 gradi, pensando anche all’esordio di Gheddafi. Anche se la sua resta una situazione complementare rispetto alla realtà della squadra».

da Sampdoria.it

Moena (TN), 24 Luglio 2011 – ore 17:00 – Amichevole
Sampdoria-Spezia 0-0

SAMPDORIA s.t. (3-5-2): Da Costa (46′ Padelli); Volta (46′ Rossini), Gastaldello (60′ Volta), Accardi (46′ Regini); Rispoli (46′ Padalino), Dessena (46′ Soriano), Palombo (46′ Tissone), Obiang Avomo (46′ Sammarco), Castellini (46′ Laczkó); Pozzi (46′ Piovaccari,  72′ Krsticic), Bertani (46′ Koman.) A disposizione: Signori, Icardi, Tozzo. Allenatore: Atzori.

Spezia(4-4-1-1): Russo (46′ Conti); Bianchi (63′ Enow), Gentili (79′ Papi), Murolo (57′ Fissore), Pedrelli (46′ Ferrini); Marchini (57′. Ferrini), Papini (46′ Lollo), Carobbio (63′ Herzan), Testini (57′ Marras); Buzzegoli (46′ Cesarini); Evacuo (57 Chianese). Allenatore: Gustinetti.

  • Arbitro: El Hadi di Rovereto. Assistenti arbitrali: Battaia di Arco e Bortoluzzi di Trento
  • Spettatori: circa 2.000. Recupero 1′ p.t. e 3′ s.t.

La Spezia, 30 Dicembre 2011 – ore 17:00 – Amichevole
Spezia-Spezia 2-4
21′ Padalino, 28′ Iunco, 35′ Bertani, 57′ Fornaroli, 85′ Ferretti, 89′ Rossini

SPEZIA: Conti (46′ Russo); Madonna (46′ Grasselli), Gentili, Lucioni, Mora; Vannucchi (46′ Casoli), Lollo (46′ Bianco), Buzzegoli, Testini (46′ Marras); Iunco, Evacuo (46′ Ferretti). (A disposizione: Faye Balla, Ceniccola, Lazzoni, Chianese). Allenatore Serena.

SAMPDORIA: Romero; Costa, Volta, Castellini (46′ Lacko); Padalino (46′ Koman), Palombo (46′ Soriano), Rossini, Rispoli (46′ Obiang Avomo), Bentivoglio (46′ Kristicic); Piovaccari (46′ Antonio), Bertani (46′ Fornaroli). (A disposizione: Da Costa, Porro, Berardi) Alleantore Iachini.

  • Arbitro: Banti di Livorno. Assistenti: Maggiani della Spezia, Nicolai di Livorno.
  • Spettatori: 1.500 circa.

Si chiude con una vittoria il 2011 della Sampdoria che batte lo Spezia nell’amichevole organizzata a favore delle popolazioni liguri colpite dall’alluvione. Lutto al braccio per la squadra blucerchiata e un minuto di silenzio prima del match per ricordare l’ex doriano Catè, scomparso pochi giorni fa in Brasile.

Per Beppe Iachini formazione senza sorprese, con Romero in porta, Costa, Rossini e Volta in difesa, sulle fasce Castellini e Rispoli, Padalino, Palombo e Bentivoglio al centro. In attacco Bertani e Piovaccari. Gli aquilotti di Serena si presentano con Conti in porta, Gentili, Lucioni e Mora in difesa, Madonna, Lollo, Buzzegoli e Vannucchi a centrocampo, e il tridente offensivo con il capitano Iunco, Evacuo e Testini.

Il primo tempo si accende attorno al quarto d’ora, quando lo Spezia impensierisce Romero prima con Vannucchi, poi due volte con Madonna, e ancora al 20′ con un tiro di Iunco respinto dalla difesa doriana e ribattuto, stavolta fuori, da Evacuo. Gol sbagliato, gol subito: al 21′ è la Samp a colpire con un’azione corale in cui intervengono Piovaccari, Bertani e Bentivoglio, prima della conclusione vincente di Padalino.

Ma lo Spezia è tutt’altro che domo: al 28′ Iunco ribadisce in rete un tiro di Testini e riporta il tabellino in parità. Le squadre si affrontano a viso aperto, e dopo alcune occasioni non concretizzate arriva il nuovo vantaggio doriano, firmato da Bertani assistito da destra dal cross di Rispoli. Prima del triplice fischio di Banti c’è ancora tempo per un corner a testa, e un tiro di Bertani deviato da Lucioni.

Alla ripresa scende in campo una Sampdoria completamente rimaneggiata, con il nuovo acquisto Berardi al posto di Volta, e una linea di centrocampo composta da Laczko, Krsticic, Obiang, Koman e Soriano. Davanti la coppia di sudamericani Fornaroli – Juan Antonio. Lo Spezia presenta invece sei nuovi entrati: il portiere Russo, Grasselli, Marras, Casoli e Ferretti, al posto di Conti, Madonna, Vannucchi, Buzzegoli, Evacuo e Testini.

Il secondo tempo risente dei molti cambi, e si vede un match meno entusiasmante rispetto alla prima frazione. La Samp fatica a trovare il tiro in porta con Fornaroli e Juan Antonio, appena arrivato e non ancora in sintonia con i compagni. Si distingue per alcuni ottimi spunti il difensore Berardi, che sale spesso sulla fascia e cerca il cross per i compagni in area.

Al 13′ Fornaroli scatta sul filo del fuorigioco e segna a portiere battuto, scatenando le proteste del pubblico aquilotto che invoca la segnalazione di offside. Tra il 16′ e il 23′ sia Serena che Iachini effettuano una serie di cambi: Da Costa per Romero, Enow e Chianese per Mora e Iunco, e il giovanissimo blucerchiato Porro per l’infortunato Soriano.

Prima del finale incandescente ancora cambi: per lo Spezia entrano Ceniccola, Faye Balla, Lazzoni e Mozzachiodi. Al 40′ sono proprio gli aquilotti a segnare un gran gol con Ferretti che insacca da fuori area alle spese di un incolpevole Da Costa. Al 41′ ci prova Obiang, il cui tiro è però respinto, ed infine al 44′ ci pensa Rossini ad insaccare di testa una punizione dello stesso Obiang.

Finisce 4-2, con i tifosi spezzini delusi per non aver acciuffato un pareggio che negli ultimi minuti sembrava alla portata, e con il gruppo di tifosi doriani che sventolano bandieroni blucerchiati nel freddo pungente dello stadio Alberto Picco.

da sampdorianews.net

Spezia, Sabato 8 Settembre 2018, ore 18:00 – amichevole
Spezia-Sampdoria 2-1
16′ Barreto Caceres, 34′ Okereke, 44′ Galabinov (r)

SPEZIA (4-3-3): Lamanna (dal 41′ s.t. Manfredini); De Col, Terzi, Giani (78′ Gudjohnsen), Augello; Bartolomei (46′ Mora), Ricci, Crimi (78′ Maggiore); Okereke (46′ Pierini), Galabinov (78′ Capradossi), Bidaoui (46′ Gyasi). A disposizione: Barone, De Francesco, Bastoni, Vignali, Figoli. Allenatore: Marino.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Rafael; Rolando, Ferrari (60′ Leverbe), Colley, Tavares; Sala, Peeters, Barreto (78′ Ejjaki); Caprari; Quagliarella (46′. Ramirez), Defrel (72′ Bahlouli). A disposizione: Raspa, Giordano, Maggioni, Sorensen, Canovi, Maglie. Allenatore: Giampaolo.

  • Arbitro: Piscopo di Imperia. Assistenti: Rossi di La Spezia e Schirru di Nichelino.
  • Recupero: 0′ p.t e 0′ s.t.

Lo Spezia batte la Sampdoria per 2-1 nell’amichevole del Picco. Tutte nel primo tempo le reti:  Al 16’ Samp in vantaggio con azione su schema e finalizzazione di Barreto che ha battuto Lamanna. Spezia-Samp 0-1. Al 34’ pareggio dello Spezia con Okereke sugli sviluppi di una ripartenza spezzina dopo errore di Defrel: il 21enne nigeriano, tra l’altro ex Lavagnese, si è involato verso la porta difesa da Rafael e ha eluso la marcatura di Colley battendo il portiere brasiliano con un destro potente.

Pochi minuti dopo altro brivido per la Samp con Junior Tavares che rischia l’autogol su cross da destra. Meglio lo Spezia nel finale di primo tempo, risultato sull’1-1. Al 44’ ribaltone Spezia che passa dallo 0-1 Al 2-1 in dieci minuti. Il sorpasso è opera di un rigore realizzato da Galabinov dopo che il giovane regista Peeters ha regalato la massima posizione addomesticando di braccio un pallone in uscita che la difesa stava gestendo.

L’arbitro Piscopo, di Imperia, era molto vicino ma pur avendo fatto segno di sulle prime, ha poi assegnato il penalty realizzato dall’ex attaccante del Genoa. Nel secondo tempo sostanziale equilibrio con la girandola dei cambi che trasforma le squadre ma non cambia più il risultato. Nessun allarme comunque per il Doria che è andato in campo con 14 assenze di peso schierando una formazione ampliamente rimaneggiata. Un plauso comunque allo Spezia per quanto mostrato nei 90 minuti.

da ilsecoloxix.it/

La Spezia, Mercoledì 7 agosto 2019, ore 20.30 – amichevole
Spezia-Sampdoria 3-5
12′ Bonazzoli, 16′ Gudjohnsen, 26′ Maroni; 47′ Ramirez, 51′ Pinto (r), 54′ Thorsby, 70′ Quagliarella, 88′ Gyasi.

SPEZIA (4-3-3): Krapikas (73′ Barone); Ramos (58′ Crivello), Terzi (46′ Erlic), Marchizza (46′ Capradossi), Vignali (46′ Bastoni); Mora (46′ Awua), M. Ricci (64′ Acampora, 73′ Benedetti), Bartolomei (46′ Maggiore); F. Ricci (46′ Buffonge), Gudjohnsen (46′ Pinto, 73′ De Francesco), Delano (46′ Gyasi). A disposizione: Desjardins. Allenatore: Italiano.

SAMPDORIA (4-3-3): Audero (46′ Falcone); Depaoli (69′ Bereszynski), Ferrari (69′ Chabot), Colley (46′ Murillo Ceron), Murru (46′ Augello, 79′ D’Amico); Thorsby (73′ Pompetti), Vieira (58′ Barreto Caceres), Linetty (58′ Jankto); Ramirez (58′ Bahlouli), Bonazzoli (69′. Quagliarella), Maroni (69′ Regini). A disposizione: Avogadri. Allenatore: Di Francesco.

  • Arbitro: Davide Ghersini di Genova. Assistenti: Antonio Vono di Soverato e Andrea Zingarelli di Siena.
  • Ammonito al 19′ p.t. M. Ricci; Recupero 1′ p.t. e 0′ s.t.

[wpedon id=”5153″]

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento