Carlos Joaquín Correa (Sampdoria 2015-2016)

Nato a Juan Bautista Alberdi (Argentina), 13 agosto 1994) è un trequartista / attaccante esterno. Dotato di grandi capacità coordinative e di una ottima elasticità e visione di gioco, è anche in possesso di elevata tecnica individuale, con buon dribbling e controllo di palla elegante. Riesce a calibrare i passaggi con molta precisione ed è in grado di cambiare passo con facilità, esaltandosi nei contropiedi a “campo aperto”.

Cresce calcisticamente nell’Estudiantes La Plata, con cui inizia a giocare nella prima squadra già dal 2011 insieme, tra gli altri ad un altro ex sampdoriano: il centravanti colombiano Zapata Banguero. Nella società biancorossa resta fino al Gennaio 2015 collezionando 64 presenze e 5 reti.

Stagione 2014/15

Il 9 gennaio 2015 la Sampdoria ufficializza l’arrivo a titolo definitivo (per 8,8 milioni di euro) e la sottoscrizione di un contratto con il giocatore con scadenza giugno 2019. Nello stesso mercato arrivano anche due fuoriclasse come Eto’o e Muriel Fruto. Joaquín sceglie di indossare la maglia numero 8.

Il 15 febbraio seguente esordisce in blucerchiato, giocando dal primo minuto a Verona la gara persa con il Chievo per 2-1. Queste le sue parole prima dell’ultima partita stagionale contro il Parma (2-2 a Marassi):

Chiude la prima mezza stagione con poche presenze (solo due volte titolare e quattro da subentrato) e senza reti o assist.

Voto 5,5: ancora acerbo, ma si intuisce che ha ottime qualità di palleggio e dribbling. Mi aspettavo un po’ più di visione di gioco. Se l’anno prossimo giocherà con continuità potrebbe riservarci delle soddisfazioni.

U.C. Sampdoria | PEGASO NEWSPORT- TORINO-SAMPDORIA TIM CUP 2014-15 - U.C. Sampdoria

Stagione 2015/16

La stagione seguente decide di cambiare il numero di maglia e opta per la 10. A Ottobre fallisce uno dei gol più incredibili nella storia del calcio nella partita a Marassi contro l’Inter (1-1).

Il 17 gennaio 2016 realizza il suo primo gol per la sua nuova squadra nella sconfitta 2-1 contro il Carpi in trasferta.

La settimana seguente segna un’altra rete, questa volta nella sconfitta 2-4 a Genova contro il Napoli

Il 31 gennaio 2016 segna il suo terzo gol consecutivo nella sconfitta per 3-2 contro il Bologna in trasferta.

Voto 5-: giocatore “di cristallo”, che per qualche gara sembrava aver capito come si gioca in Italia. Poi invece si involve terribilmente anche a causa di un impiego di Montella al limite del dilettantesco non incide più come potrebbe e dovrebbe. Sicuramente la squadra, quest’anno imbarazzante, non era l’ideale per far emergere un giovane straniero.

Correa e le difficoltà alla Samp: «Ferrero mi è stato vicino» - Samp News 24

Rendimento numerico nella Sampdoria

Il 10 luglio 2016 la Sampdoria comunica di aver trovato l’accordo con il Siviglia per la cessione di Correa a titolo definitivo per la cifra di 13 milioni di euro più 5 legati a una futura cessione. Con gli spagnoli totalizza 73 presenze e 15 reti e 10 assist in due stagioni, ma non convince completamente. Il 1º agosto 2018 passa, per circa 16 milioni di euro più bonus, alla Lazio. Coi biancocelesti raggiunge finalmente la sua dimensione definitiva. Ad oggi ha totalizzato 81 presenze e 19 reti e 11 assist.

In nazionale argentina ha giocato, per ora, 4 partite segnando 1 rete, più tutta la trafila nelle rappresentative giovanili.

fonti: ManicomioBlucerchiato, Wikipedia e Transfermarkt.




Precedente Mercato estivo 2020: riepilogo partenze Successivo Serie A 2005/06: Sampdoria-Lazio 2-0

Lascia un commento