Simone Inzaghi (Sampdoria 2004/05)

Nato a Piacenza il 5 aprile 1976, è cresciuto calcisticamente nelle giovanili della squadra della sua città. La società biancorossa lo ha spedito in prestito in serie C, per ben quattro stagioni. Carpi, Novara, Lumezzane e infine Brescello, per un totale di 76 partite e 20 reti realizzate. Nel primo e unico anno con il Piacenza (stagione 1998/99), si impone subito con ben 15 reti in 30 partite, che contribuiscono alla salvezza degli emiliani.

Nel 1999 lo acquista la Lazio, squadra in cui gioca per diverse stagioni, con un utilizzo spesso “part time”, in cui si mette in luce soprattutto nelle coppe europee. Spicca una clamorosa quaterna di gol all’Olimpique Marseille (5-1 finale). Viene ceduto dopo 169 presenze e 53 reti, oltre a uno scudetto, due coppe nazionali, una supercoppa italiana e una europea. Il rendimento è stato certamente condizionato anche da continui infortuni.

Stagione 2004/05

Nel Gennaio 2005, finito ormai ai margini della rosa, viene ceduto in prestito alla Sampdoria, con Bazzani, ormai decisamente involuto, passato viceversa alla Lazio. La squadra di Novellino era lanciatissima nella corsa al quarto posto (valido per andare in Champions League) in uno sprint all’ultimo punto con l’Udinese.

Novellino però aveva grossi problemi in attacco, con il solo Flachi convincente in zona gol, oltre al discontinuo Kutuzov e il generoso, ma poco pungente, Rossini. Nonostante questo però l’attaccante piacentino è risultato decisamente inadeguato e avulso dal resto della squadra, che per fortuna, nonostante le carenze offensive, riuscì a disputare ugualmente un grande campionato. 

Voto 4: probabilmente nessuno si ricorderà che questo giocatore, col vizietto del gol, ma in blucerchiato solo col vizietto della simulazione, sia passato dalle nostre parti. Esasperante nelle poche uscite ufficiali, riesce a segnare solo in allenamento e nella partita amichevole col Cervia. Non avrei mai pensato che qualcuno potesse fare peggio del Bazzani degli ultimi 12 mesi. Beh, lui c’è riuscito.

Rendimento numerico nella Sampdoria

Tornato alla Lazio nell’Estate 2005, resta alla società biancoceleste fino alla stagione 2009/10, vincendo ancora coppa Italia e supercoppa, ma utilizzato col contagocce: appena 27 presenze, quasi tutte da subentrato, e 2 reti, che portano il suo totale nella società di Lotito, a 196 presenze (di cui però solo 88 da titolare) e 55 gol. In mezzo anche una deludente apparizione nell’Atalanta 2007/08: 19 partite senza segnare mai.

In nazionale ha giocato 3 spezzoni di partite amichevoli, mentre nelle giovanili, ha 4 presenze e 1 rete.

fonti: ManicomioBlucerchiato, Wikipedia e Transfermarkt.




Precedente Serie A 2006/07: Sampdoria-Lazio 2-0 Successivo Serie A 2008/09: Sampdoria-Lazio 3-1

Lascia un commento