Serie B 2023/24: Sampdoria-Parma 0-3

 

Genova, Venerdì 19 Gennaio 2024 ore 20:30 – Serie B, 21° giornata

Sampdoria-Parma 0-3
41′ Man (r), 44′ Mihaila, 70′ Estévez

Sampdoria (4-3-2-1): Stankovic; Stojanovic (15′ s.t. Álvarez), Ghilardi, González, Murru (15′ s.t. Barreca); Ricci (15′ s.t. Askildsen), Yepes, Giordano; Depaoli, Verre; De Luca (32′ s.t. Ntanda). A disposizione: Ravaglia, Panada, La Gumina, Girelli, Costantino, F. Conti, Leonardi, Delle Monache. Allenatore: Pirlo.

Parma (4-2-3-1): Chichizola; Del Prato, Osorio, Balogh, Di Chiara; Estévez, Sohm (29′ s.t. Hernani); Man (40′ s.t. Partipilo),  Bernabé (40′ s.t. Cyprien), Mihaila (22′ s.t. Benedyczak); Bonny (22′ s.t. Charpentier). A disposizione: Turk, Corvi, Colak, Hainaut, Camara, Coulibaly, Circati. Allenatore: Pecchia.

  • Arbitro: Feliciani di Teramo. Assistenti: Costanzo di Orvieto e Di Monte di Chieti. Quarto ufficiale: Crezzini di Siena. VAR: Abbattista di Molfetta. AVAR: S. Longo di Paola.
  • Ammoniti al 29′ s.t. Verre per gioco scorretto, al 33′ s.t. Chichizola per comportamento non regolamentare;
  • Recupero 3’p.t., 3′ s.t.; abbonati 18.229 (rateo 200.234 euro), paganti 3.475 (incasso 56.643,00 euro); terreno di gioco in discrete condizioni.

Dopo Venezia arriva un’altra pesante batosta a Marassi (sesta sconfitta su undici in campionato), contro una squadra, sì forte e che probabilmente salirà diretta in serie A, ma che oggi è sembrata sostanzialmente alla portata di una Samp ancora una volta a dir poco depotenziata. C’era la difesa titolare, ma tra centrocampo e attacco le solite fondamentali assenze. Senza Benedetti, Vieira, Kasami, Pedrola, Borini ed Esposito, questa squadra vale molto meno di quella titolare, che invece sarebbe, almeno negli undici, tra le migliori di questa serie B.

Bisogna però riconoscere che anche oggi un episodio non può passare inosservato. Nel primo tempo dopo un bel tiro di Depaoli innescato da De Luca al 13′, due tentativi di Verre, al 14′ (chiusura del portiere) e al 17′ (alto da buona posizione), due spunti di Man, al 19′ (chiusura di un difensore su tiro da ottima posizione) e al 30′ (bel tiro di sinistro partendo in corsa da destra), arriva la decisione chiave della partita, indirizzata dall’arbitro al VAR dopo  che quello in campo non aveva ravvisato irregolarità. Al video e dopo consulto, Abbatista convince Feliciani di un tocco col polso di Gonzalez, dopo quello evidente sulla spalla.

Dai video rallentati si fa veramente fatica a pensare di poter visto con certezza una roba del genere e nel dubbio si dovrebbe lasciare intatta la decisione sul campo. Ma qui danno rigore che Man al 41′ trasforma. La Samp frastornata si fa infilare poco dopo dai due romeni. Uno parte a destra, l’altro si inserisce al centro dove trova solo l’opposizione, in ritardo, di Stojanovic, insaccando facilmente da due passi. Una partita fin lì giocata alla pari, ma pure meglio dai nostri, buttata via in un attimo. Perchè ovviamente se vai sotto di due contro questa squadra e con le assenze attuali, diventa difficile.

Nel secondo tempo comunque la Samp non lesina l’impegno, anche se col Parma ormai ben chiuso risulta difficile vedere occasioni nitidissime. Al 3′ Chichizola respinge su un tiro di Verre deviato, all’11 lo stesso trequartista mette una bella palla sui piedi di Depaoli che da buona posizione spara alle stelle. Il Parma, molto tranquillo, quasi al risparmio, ogni tanto riparte e per poco al 15′ non trova lo 0-3. Questa volta Stojanovic chiude bene salvando un gol su Shom. Poi al 26′ Esteves pescato da Bonny al centro dell’area, firma un tris abbastanza facile. Anche qui Samp che a difesa schierata viene sorpresa.

Nel finale ancora fiammate di orgoglio, con Chicizola impegnato da un diagonale di Depaoli al 35′, una deviazione ravvicinata di Ntanda su cross di Giordano al 41′ e infine ancora un colpo di testa del giovane africano, questa volta fuori, su assist di Depaoli. La partita si chiude con i nostri a testa bassa, non tanto per l’impegno, ma per la nuova serie da incubo infilata dopo quella positiva culminata con la vittoria di Reggio. Dall’altra ennesima tifoseria che a Marassi fa festa e rientra gioiosamente a casa. E’ veramente bello per gli avversari della Samp andare a vedere la propria squadra in quello stadio negli ultimi anni.

Cosa propone il futuro? Aldilà del calendario, che propone la trasferta col Cittadella (altra squadra vincente a Marassi) e il Modena (battuto in Emilia) in casa, la situazione potrebbe migliorare a livello di formazione potendo già schierare in Veneto sia Benedetti che Kasami (se recuperato da un lieve infortunio). A questi bisogna aggiungere la possibilità di inserire Alvarez Martinez, oggi buttato nella mischia senza conoscere nessuno, e magari Ntanda, che in questi spezzoni di partite, ha sempre dato idea di pericolosità, a differenza di La Gumina e De Luca.

Difficile trovare ottimismo in questo momento, ma l’equilibrio della serie B e la possibilità di centrare dei filotti, come già successo alla Samp, quando ha trovato 18 punti in 8 partite, devono indurre a sperare ancora in un piazzamento che rispecchi l’obiettivo iniziale di questa stagione, che deve essere, aldilà di non rischiare nulla in coda, il centrare almeno l’ultimo posto per gli spareggi playoff. Parliamo di un modestissimo ottavo posto che se la Samp attuale sicuramente non vale, al completo o giu’ di lì, sarebbe pure poco.

Pirlo al momento, a differenza che nei primi mesi (lì al completo), non ha grosse colpe. Detto questo il mister concluderà probabilmente in qualunque caso la stagione, vista la situazione di apatia societaria. Il mercato potrebbe portare ancora qualcosa in uscita e in entrata, ma saranno in ogni caso ritocchi che non potranno spostare gli equilibri. Per quelli dovremmo attendere almeno gli eventuali rientri di Esposito e Pedrola (su Borini c’è poco da sperare), sperando che a quel punto la situazione non sia ormai troppo compromessa per cercare uno sprint finale vincente.

Le pagelle.

Stankovic 5,5. Intuisce il rigore di Man, ma gli manca un colpo di reni per buttare via quel pallone. Poco da fare sugli altri due gol.

Stojanovic 6-. Alterna interventi decisivi e pregevoli (su tutti recupero su Mihajla davanti a Stankovic e salvataggio in scivolata su Shome) ad amnesie ed errori che possono costare caro. Sul secondo gol non chiude sul romeno. Lo sloveno di Empoli (che in B avrebbe fatto la differenza) sembra un lontano parente di questo. Alvarez Martinez 4,5. Comincia con una prestazione veramente incolore. Vero che non conosce i compagni, ma sembra davvero un pesce fuor d’acqua.

Ghilardi 6. Ordinaria amministrazione. Oggi non ci sono grossolani errori da segnalare.

Gonzalez Molino 6,5. Aldilà del rigore, dubbio e comunque casuale, la sua prestazione è stata positiva e senza sbavature.

Murru 6. Ha un brutto cliente come Man, ma riesce a limitarlo abbastanza. Chiaro che qualcosa gliela devi concedere. Barreca 5,5. Giocatore “brutto” da vedere e assai poco efficace, dopo una prima parte di carriera di tutt’altro livello.

Ricci 5,5. Sembra sulla via del recupero, anche se resta lontano da quel giocatore che ci eravamo immaginati in Estate. Un mediano che in B non è un valore aggiunto. Askildsen 6. Questa volta entra bene, decisamente più convinto del solito.

Yepes Laut 6. Senza mai un cambio anche lui prima o poi può avere qualche passaggio a vuoto, anche se nel contesto di una qualunque partita di questa stagione, risulta, lui sì, un punto di forza di questa squadra.

Giordano 6. Stesso discorso di Yepes. Gioca sempre perché non hai alternative e alla lunga la qualità ne risente. Suda sempre la maglia alternando un pò di tutto.

Depaoli  6. Pure lui a livello di generosità nulla da dire e si rende pure presente in zona pericolosa diverse volte, anche se con meno lucidità del solito.

Verre 5. Primo tempo da 5,5 / 6, secondo da 4,5. Continua a pesare terribilmente il non aver trovato neppure un gol.

De Luca 5,5. Oggi fornisce almeno per una parte di partite, buone assistenze ai compagni, ma di risultare pericoloso noon se ne parla. Ntanda 6,5. In quindici minuti, anche se col Parma ormai un pò più rilassato, dimostra abbastanza. Ormai è il caso di buttarlo nella mischia anche da subito.


Commenti post partita sul forum

Partita successiva:

Serie B 2023/24: Sampdoria-Parma 0-3

Partita precedente:

Serie B 2023/24: Venezia-Sampdoria 5-3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *