Serie B 2023/24: Cittadella-Sampdoria 1-2

Le parole di Pirlo alla vigilia:

Cittadella, Domenica 28 Gennaio 2024 ore 16:15 – Serie A, 22° giornata

Cittadella-Sampdoria 1-2

8′ Pandolfi, 15′ Giordano [assist De Luca], 24′ Ghilardi [assist Depaoli]

Cittadella (4-3-1-2): Kastrati; Salvi (16′ s.t. Carissoni), Pavan, Negro, Giraudo (32′ s.t. Rizza); Vita (38′ s.t. Maistrello), Branca, Carriero (32′ s.t. Mastrantonio); Tessiore (16′ s.t. Cassano); Pittarello, Pandolfi, A disposizione: Maniero, Angeli, Amatucci, Magrassi, Frare, Kornvig, Baldini. Allenatore: Gorini.

Sampdoria (4-3-2-1): Stankovic; Depaoli, Ghilardi, González, Murru (40′ s.t. Barreca); Kasami, Yepes, Giordano; Benedetti (33′ s.t. Askildsen), Álvarez (20′ s.t. Ntanda); De Luca. A disposizione: Tantalocchi, Ravaglia, Ricci, Lotjonen, La Gumina, Girelli, F. Conti, Stojanovic, Delle Monache. Allenatore: Pirlo.ù

  • Arbitro: Fourneau di Roma 1. Assistenti: Di Giacinto di Teramo e F. Longo di Paola. Quarto ufficiale: Gauzolino di Torino. VAR: Sozza di Seregno. AVAR: Miele di Nola.
  • Ammoniti al 20′ p.t. Branca, al 37′ p.t. Salvi, al 38′ p.t. González, al 9′ s.t. Pandolfi, al 10′ s.t. Carriero, al 35′ s.t. Ghilardi per gioco scorretto;
  • Recupero 1′ p.t., 6′ s.t.; spettatori 6.749 (incasso 46.233,40 euro); terreno di gioco in discrete condizioni.

Nel giorno del cinquantesimo anniversario della fondazione del Cittadella, la Samp sbanca il “Tombolato”, davanti a quasi 7.000 spettatori (un record da queste parti), mettendo un mattone importante sul suo difficile campionato di serie B. Questa volta i blucerchiati non sono stati affossati da espulsioni e rigori (più o meno discutibili), che avevano completamente condizionato le ultime tre partite su quattro, e nonostante uno svantaggio che sembrava condannare psicologicamente i ragazzi di Pirlo, si è vista una voglia di recuperare da applausi. C’è stato anche un pizzico di fortuna, ma la vittoria è legittima.

Ai soliti infortunati (Ferrari, Vieira Nan, Conti, Esposito, Pedrola Fortuny e Borini), si aggiunge l’anomala esclusione di Verre dai convocati. Saranno poi da capire le motivazioni, ma la scelta è parsa perlomeno discutibile in una situazione di tanta difficoltà numerica. tornano invece disponibili, e subito in formazione, sia Benedetti che Kasami. Lo svizzero però ha palesato un ritardo di condizione (un mese di assenza dal campo) piuttosto preoccupante, anche se la sua figura è talmente importante per la squadra che Pirlo non l’ha sostituito.

Il mister da subito una possibilità da titolare per Alvarez Martinez, ma l’uruguayano sembra anche lui ancora lontano da poter essere protagonista di questa squadra. La cronaca è veramente ridottissima. Nel primo tempo addirittura una sola occasione per il Cittadella, con Salvi che al 14′ gira alto su sponda di Pittarello al  e Samp non pervenuta in zona offensiva. Una frazione brutta come poche nella storia del calcio. Succede tutto nella ripresa, ma anche qui poco oltre i gol. Partono meglio gli uomini di Gorini e al 10’ Pandolfi porta in vantaggio i suoi: riceve un lancio perfetto da metà campo di Branca, supera Ghilardi, dribbla Stankovic e fa gol.

Al 12′ il Cittadella va a un passo dal raddoppio. Doppio tacco in area doriana, prima di Pittarello per Salvi, poi dell’esterno per Tessiore che vede il proprio destro respinto, la palla arriva poi a Pandolfi che sfiora l’incrocio col destro a giro. Al 15’, dopo una girata scialba di De Luca su cross di Benedetti, arriva il pareggio dei blucerchiati: Depaoli fa partire l’azione, De Luca controlla bene al limite e serve con l’esterno Giordano che in corsa la piazza nell’angolino. Grande azione, bel gol. E la squadra sembra a questo punto cambiare marcia psicologicamente, anche spinta dalla solita massiccia tifoseria.

Al 23’  arriva il ribaltone con Ghilardi. Il difensore, che aveva sbagliato la marcatura sulla rete degli avversari, si libera in area su punizione calciata da Depaoli e di testa realizza il suo primo gol in B. Nel finale Maistrello si divora la rete del pari. A questo punto diventa un vero esame di maturità. Il Cittadella è una squadra che gira bene e ha cambi all’altezza dei titolari. Probabile un forcing per gli ultimi 25 minuti. In realtà è Kasami ad avere la palla per l’1-3, ma sciupa malamente dal limite, dopo una respinta della difesa.

I blucerchiati controllano bene gli attacchi dei padroni di casa, ma in pieno recupero, prima Cassano al 48’pesca Pittarello in area, palla in area piccola per Maistrello che la spara altissima sopra la traversa da due metri, poi al 50′, su respinta corta della difesa, Mastrantonio calcia col mancino a botta sicura ma trova la deviazione di un avversario.  E’ l’ultimo brivido in una partita modesta tecnicamente, tipicamente da serie B. Torna a sorridere la Samp che non vinceva dal 16 dicembre scorso a Reggio Emilia e si riporta a +4 sulla zona playout e -5 dai playoff, col Modena che sarà proprio prossimo avversario a Marassi. Altra partita da vincere per forza.

Le pagelle:

Stankovic 5,5. Non calcola bene il tempo di uscita su Pandolfi in occasione del gol. Di fatto non compie interventi importanti. Preciso coi piedi.

Depaoli 6,5. Partita da terzino, ma anche in questo ruolo risulta determinante in entrambi gol. Penultimo passaggio sull’1-1 e assist sull’1-2 da calcio piazzato. Tanta corsa, anche se nel primo tempo, è risultato opaco, come tutta la squadra.

Ghilardi 6. Segna un gol importantissimo dopo aver però sbagliato malamente in occasione del vantaggio del Cittadella. Dopo il pareggio prende fiducia e chiude bene più volte.

Gonzalez Molino 6. Lotta ad armi pari con Pittarello e Pandolfi.

Murru 6. Partita attenta e di personalità. Come tutti meglio nella ripresa. Barreca SV. Ingresso modesto, con un paio di errori piuttosto grossolani nella gestione del pallone.

Kasami 5. Partita mediocre per il centrocampista svizzero, parso in evidente ritardo di forma e probabilmente in sovrappeso rispetto alla forma ottimale. Diversi controlli errati per via della scarsa velocità. Meglio quando ha avuto un pò di spazio, ma alla fine moli più errori che giocate positive. Pirlo non lo sostituisce per una questione di personalità. A livello fisico sarebbe stato da levare dopo mezz’ora.

Yepes Laut 6,5. Soprattutto nel primo tempo regge la bagnarola blucerchiata che annaspa tra le onde. Solito uomo ovunque, ma soprattutto fondamentale nel filtro alla difesa. Corre anche per Kasami.

Giordano 6,5. Gol fondamentale e bello. Per il resto solita generosità, con cose buone e meno buone sulla sinistra.

Benedetti 6. In un ruolo non proprio suo, si districa decentemente soprattutto quando si porta sull’esterno. Askildsen 6+. Niente di rilevante in zona offensiva, ma entra bene recuperando palloni e difendendo quelli che gli capitano tra i piedi.

Alvarez Martinez 5. Altra prestazione insipida. Ma tra ambientamento e lunga lontananza dai campi, era preventivabile. Ntanda-Lukisa 6. Solo tocchi sensati e salta come una molla. Questa volta non trova il tiro, ma la sua rapidità mette in apprensione i difensori locali.

De Luca 6. Strappa la sufficienza grazie a un assist preciso a seguito di una giocata da trequartista. Trova anche qualche altra bella giocata in mezzo alla solita serie di anticipi subiti dagli avversari, soprattutto di testa, dove dovrebbe farsi rispettare vista la statura.

‘,

Azioni principali:

Commenti post partita sul forum.

Le parole nel dopo partita:

Classifica dopo 22 giornate:

Parita successiva:

Serie B 2023/24: Sampdoria-Modena 2-2

Partita precedente:

Serie B 2023/24: Sampdoria-Parma 0-3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *