Serie B 1999/00: Ternana-Sampdoria 0-1

Terni, 06 Marzo 2000 ore 20:30 – Serie B, 25° giornata

Ternana-Sampdoria 0-1

56′ Dionigi [assist Palmieri]

Ternana (4-4-2): Balli, Stellini, D’ Aloisio, Servidei, Teodorani, Bresciani, Grella (16’st Cavallo), Fabris, Sassarini (30′ St Cucciari), Artico (25′ St Micoli), Borgobello. (12 Fabri, 29 Birk, 18 Rovinelli, 23 Baiano).

Sampdoria (3-5-2): Sereni, Ficini, Castellini, Sakic, Vasari (36’st Zivkovic), Vergassola, Doriva, Sgro’ (43′ St Sanna), Casale, Dionigi (28′ St Flachi), Palmieri. (22 Bigliazzi, 3 Hugo, 6 Tosto, 20 Jovicic). Allenatore: Ventura.

  • Arbitro: Guiducci di Arezzo.
  • Angoli: 3-10
  • Ammoniti: Sassarini, Vasari e Cavallo per gioco falloso; Artico per proteste.
  • Spettatori: 10.500 circa

Una Samp non spettacolare, ma concreta e granitica in difesa, trova la quarta vittoria consecutiva in trasferta, striscia che non arrivava dal 1993/94, e vola in testa alla classifica. Basta il quinto gol del bomber Dionigi, fin qui sempre decisivo, avendo portato quindici punti puliti, e una retroguardia che anche oggi ha concesso poco ed è arrivata a subire un solo gol in sei giornate.

La Samp si mette alla guida (gazzetta.it)

La verità è che Ventura ha messo su una retroguardia quasi imperforabile per gli attaccanti di serie B. Fabrizio Ficini, trasformato in libero è stata una mossa vincente, Nenad Sakic è tornato sui livelli che gli competono, mentre Castellini, per questa categoria è una garanzia assoluta. Se ne manca uno, si esprimono bene anche Hugo Vieira e Stendardo, giovane promessa.
Chi invece è ormai più che una realtà, è Simone Vergassola, probabile pezzo forte per il mercato anche se ha firmato di recente fino al 2005! Vediamo se qualche grosso club riesce a strapparcelo… Per il resto un grande Vasari, mentre deludono un pò Doriva, Casale e Palmieri. In netta ripresa Marco Sgrò e si comporta benino Marco Sanna nelle poche volte che gioca. In attacco, come detto, un grande Dionigi. Pesa tanto la assenza ormai cronica di Carmine Esposito ed anche di un certo Zoran Jovicic che penso finché resterà Ventura non abbia molte chance…

Dionigi: «Sono contento, perchè segnare è sempre bello, ma sono ancora più contento per la Sampdoria. la vittoria di Terni potrebbe risultare determinante per conquistare uno dei quattro posti per la serie A. Sono fiducioso, perché questa serie eli risultati utili è una conseguenza della forza del gruppo. Si è creato un ambiente veramente unico ti sono sempre più contento di avere lasciato Piacenza per Genova. Qui ho trovato fiducia ed affetto, non ero più abituato a vivere in una situazione così stimolante». 

Ventura: «Abbiamo trovato quella continuità necessaria per emergere in questo campionato. Sono contento perchè questi risultati positivi stanno gratificando un gruppo che ha fatto tanti sacrifici per arrivare a questi livelli. E poi sono soddisfatto anche della prestazione complessiva offerta a Terni, voglio vedere quante squadre saranno capaci di condurre il gioco per 75 minuti su quel campo. Se otteniamo certi risultati il merito non è solo di Dionigi, che magari si fa sempre trovare al posto giusto al momento giusto, e nemmeno della difesa che regge bene di fronte alla reazione dogli avversari, ma il merito è di tutta la squadra. Era importante vincere a Temi anche per rispondere psicologicamente ai successi di Atalanta e Napoli. Dobbiamo restare con i piedi per terra, perché il cammino è ancora lungo, però nello stesso tempo dobbiamo essere soddisfatti di quello che stiamo realizzando. Dobbiamo avere fiducia nei nostri mezzi, perché abbiamo le qualità per costruire qualcosa di importante. E domenica prossima affronteremo serenamente l’Atalanta nello scontro diretto. Sarà una partita difficile, ma non deve incuterci timori particolari».

Partita precedente:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *