Serie A 2018/19: Empoli-Sampdoria 2-4

Le parole di Giampaolo alla vigilia

Empoli, Sabato 22 Dicembre 2018, ore 15:00 – serie A, 17° giornata
Empoli-Sampdoria 2-4
10′ Pasqual [r], 41′ Ramirez Pereyra, 69′ Quagliarella (assist Murru), 77′ Caputo, 88′ Caprari (assist Saponara), 91′ Caprari (assist Murru)

EMPOLI (3-5-2): Provedel; Veseli, Silvestre, Rasmussen (27’st Zajc); Di Lorenzo, Acquah (39’st Ucan), Bennacer, Traore, Pasqual; La Gumina, Caputo. In panchina: Terracciano, Fulignati, Brighi, Mchedlidze, Rodriguez, Antonelli, Maietta, Untersee, Capezzi, Mraz. Allenatore: Iachini.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Sala, Tonelli, Andersen, Murru; Praet, Ekdal, Linetty (41’st Jankto); Ramirez (20’st Saponara); Defrel (39’st Caprari), Quagliarella. In panchina: Cabral, Belec, Viera, Colley, Leverbe, Tavares, Ferrari, Rolando, Kownacki. Allenatore: Giampaolo.

  • Arbitro: Calvarese di Teramo
  • Spettatori 8.000 circa.
  • Ammoniti: Acquah, Caputo, La Gumina, Andersen, Ekdal e Caprari.
  • Angoli 8-5 per l’ Empoli. Recupero: 1′; 6′.

Continua la serie positiva della Samp di Giampaolo, che vince e convince anche ad Empoli, pur riuscendo a complicarsi terribilmente la vita in una partita in cui, come Domenica scorsa col Parma, il disvalore tecnico è parso evidente fin dalle prime battute, con la squadra blucerchiata padrona del gioco e toscani ben messi in campo e pronti ad innescare le rapide punte La Gumina e Caputo.

Tanti gli episodi tecnici, sia in positivo, che in negativo, ed arbitrali, risolti tutti grazie all’ausilio della VAR, a mio parere, con giuste scelte. Nel primo tempo, dopo una rete immediata di Quagliarella prima assegnata e poi annullata per fuorigioco, un errore grossolano di Murru, che dopo 9 minuti stendeva La Gumina in posizione inoffensiva e mandava Pasqual sul dischetto. Rigore potente ed angolato, nulla da fare per Audero.

Doria che ha continuato a macinare gioco dando l’impressione di poter entrare come il coltello nel burro tra le maglie empolesi. Quagliarella al 16′ falliva a porta vuota su assist di Praet, mentre al 25′ calciava in maniera abbastanza prevedibile su passaggio in area di Linetty. Gli azzurri rispondevano con una conclusione di Traorè stoppata da Tonelli ed una di Pasqual alta da buona posizione.

Dopo circa quindici minuti in cui succedeva poco di tecnicamente rilevante, era Ramirez a tirar fuori la magia. Controllo al limite, finta, penetrazione verso l’esterno e bolide improvviso sotto l’incrocio dei pali. Pareggio meritato, anzi “stretto”. Però Caputo all’ultimo minuto si rendeva pericoloso, ma Andersen faceva buona guardia. Secondo tempo e ancora Samp a fare la partita da subito.

Un gran tiro di Linetty da lontano respinto in zona pericolosa da Provedel, poi un rigore assegnato e poi tolto per un contatto su Tonelli. Al 66′ ed al 68′ due ottime occasioni per il capitano. Sulla prima acrobazia con parata facile, la seconda pallone alto di testa da posizione invitante sul cross perfetto di Murru. Ma era questione di poco. Murru ripeteva la perfetta esecuzione da sinistra e questa volta il bomber la metteva sotto la traversa, colpendo proprio sotto la curva dei tifosi blucerchiati.

Partita che sembrava finita, con la Samp che giocava ormai sul velluto e Andersen di testa sfiorava il terzo gol su punizione pennellata da destra di Sala. Invece una indecisione dello stesso terzino destro, consentiva a Traorè di imbeccare Caputo, perso da Tonelli, che insaccava scattando sul filo del fuorigioco. Tre minuti di VAR per convalidare dopo che il guardalinee aveva invece fatto annullare.

Seguiva un momento di leggero sbandamento, con i padroni di casa che sfioravano addirittura il gol del 3-2 con Aquah, fermato da Linetty al momento decisivo, Traorè, che trovava i guantoni di Audero a deviare, infine Veseli, con tiro alto da buona posizione. Nel mentre erano entrati in campo Saponara, Caprari e Jankto. Erano i primi due citati a risolverla. Tacco del primo ad innescare il secondo che dopo una penetrazione centrale scaricava in rete con la complicità del portiere.

Ma un minuto dopo la coppia offensiva empolese confezionava un’altra occasione clamorosa, con la nostra difesa che se la cavava fortunosamente. Per fortuna Caprari oggi è entrato ispirato e nel primo minuto di recupero inventava un gol stupendo con un gran tiro in diagonale sotto la traversa. Per poco non trovava anche il tris poco dopo, mentre l’Empoli nel concitato finale trovava il suo terzo, ma questa volta l’arbitro non convalidava.

La Samp ha regalato così un bellissimo Natale ai suoi tifosi arrivando alla festività con una serie di 11 punti in 5 partite e la qualificazione agli ottavi di coppa. Restano due partite per chiudere il girone di andata: Chievo in casa e Juventus in trasferta a chiudere il 2018. Non faccio pronostici, ma i 26 punti, che sono già un buon bottino, potrebbero anche aumentare.

Le pagelle: AUDERO 6+; SALA 5,5 TONELLI 6- ANDERSEN 6 MURRU 6; PRAET 6+ EKDAL 6,5 LINETTY 6+ (JANKTO 6); RAMIREZ 6 (SAPONARA 6 ); DEFREL 5 (CAPRARI 7,5) QUAGLIARELLA 6

Commenti post partita sul forum.


Le parole del post partita

Classifica serie A – 17° giornata




Partita successiva:

Sampdoria-ChievoVerona 2-0

Partita precedente:

Sampdoria-Parma 2-0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *