Serie A 2005/06: Sampdoria-Inter 2-2

Serie A, 10° giornata – Genova, 29 Ottobre 2005

Sampdoria-Inter 2-2

5′ Diana (assist Pisano), 30′ Cambiasso, 34′ Diana (assist Zenoni), 39′ Cordoba

Sampdoria (4-4-2): Antonioli; Zenoni, Castellini, Sala, Pisano; Diana, Volpi, Palombo (71′ Zauli), Gasbarroni (55′ Tonetto); Flachi, Bonazzoli (87′ Dalla Bona). In panchina: Castellazzi, Kutuzov, Falcone, Borriello. Allenatore: Novellino.

Inter (4-4-2): Julio Cesar; Cordoba, Samuel, Mihajlovic, Favalli (87′ Recoba); Figo (80′ Ze Maria), Cambiasso, Pizarro, Solari (63′ Wome) Adriano, Martins. In panchina: Toldo, Burdisso, Maa Boumsong, Cruz.  Allenatore: Mancini (in panchina Orsi).

  • Arbitro: Farina di Novi Ligure.

  • Angoli 4-8.

  • Ammoniti: Diana, Figo..

  • Spettatori: 32.000 circa.

Gran bella partita al Ferraris tra una Samp spettacolare nel primo tempo ed un’Inter uscita meglio invece nella ripresa. Tutto sommato il risultato si può considerare giusto con tante occasioni da ambo le parti ed una strepitosa doppietta di Aimo Stefano Diana che per due volte aveva messo paura a Roberto Mancini , tecnico sempre più traballante dei nerazzurri. E così dopo il Milan anche all’Inter è toccato subire due reti a Marassi. Peccato che a difesa continui con i regali perché la Samp ha già segnato 19 reti in 10 partite.

L’Inter dunque si salva a Marassi e scongiura almeno in parte la crisi. I nerazzurri hanno rimontato due volte una Samp brillante, ed hanno portato a casa un punto che non serve a molto ma moralmente importante in un momento difficile. Nel primo tempo, come detto, Diana illudeva per ben due volte i doriani, belli, ma spreconi, mentre dall’altra rispondevano Cambiasso e Cordoba il primo approfittando di una sponda di Martins (errore di Castellini) ed il secondo con un colpo di testa su punizione di Mihajlovic.

Novellino dava un’impronta un pò più offensiva alla Samp: Gasbarroni titolare della fascia sinistra di centrocampo, Tonetto in panchina. Per un posto al centro della difesa Sala vinceva il ballottaggio con Falcone ancora non al top evidentemente. La Sampdoria partiva subito forte, trovando il gol già al 6′ grazie ad una conclusione di testa di Diana su preciso cross da sinistra di Pisano. Era la scossa alla partita, le occasioni fioccavano su ogni rovesciamento di fronte.

Andavano vicini al bersaglio da una parte Solari ed Adriano, dall’altra Gasbarroni, Bonazzoli (bravo Julio Cesar) e Palombo. La Samp in questo primo tempo giocava meglio, molto più brillante, briosa, ispirata con Gasbarroni, incontenibile sulla fascia destra, e strapotente con Bonazzoli, che metteva in difficoltà Samuel con la sua stazza.

L’Inter ruminava gioco. Pizarro sottotono, sulle fasce Figo e Solari impalpabili. Però i solisti nerazzurri possono fare la differenza in ogni momento. Martins sovrasta di forza (i doriani chiederanno inutilmente il fallo) Castellini e serviva di testa Cambiasso, la solita certezza, che di sinistro infilava Antonioli. La Samp si buttava subito in avanti rabbiosa, come un animale ferito. Ancora Diana, e di nuovo di testa, stavolta su centro dalla destra di Zenoni, trovava il gol. La zuccata incrociata dell’esterno blucerchiato valeva il 2-1.

L’Inter sembrava accusare il colpo, il gioco latitava, ma i nerazzurri ristabilivano ancora la parità con la rete di Cordoba. Inizio di ripresa più equilibrato. Merito dell’Inter, che cresceva sfruttando la tenacia di Cambiasso (l’argentino costringeva alla prodezza Antonioli, sfiorando la doppietta), e le variazioni di ritmo in avanti di Martins. Adriano? Sottotono, I tecnici si giocavano tutte le carte a propria disposizione: Novellino inseriva Tonetto per un ottimo Gasbarroni,

La Samp però sembrava aver finito la benzina, la spia rossa della riserva è dapprima intermittente, poi diventa fissa con il passare dei minuti. Martins in contropiede si beveva Sala ma, a tu per tu con Antonioli, si faceva deviare in angolo la conclusione quasi a botta sicura. “Gol sbagliato, gol subìto” recita un vecchio, ma sempre valido adagio del calcio: la Samp lo sfiorava soltanto con Bonazzoli, che di testa spediva sulla traversa un prezioso cross del nuovo entrato Zauli.

Finiva dunque in parità. La Samp sta abbastanza bene, ma non è riuscita a capitalizzare il momento di forma concedendo troppo in fase difensiva, I vari centrali che si avvicendano commettono puntualmente degli errori decisivi ad ogni partita, così pur essendo praticamente l’attacco più prolifico stiamo diventando una sorta di “banda del buco” con 17 reti totali subite di cui ben 10 in 5 partite in casa. Subito nuovi test: Domenica si va a Palermo, ma prima al Ferraris arrivano i rumeni della Steaua Bucarest, si parla di Coppa Uefa,

Commenti post partita sul forum

 

La rete di Cordoba a sinistra e quella di Diana del 2-1 a destra.

EPISODI SALIENTI DELLA PARTITA

 6′ Pisano scende bene a sinistra, cross perfetto sul secondo palo dove Diana di testa incrocia e mette alle spalle di Julio Cesar, ininfluente l’ultimo tocco di Gasbarroni

8′ Martins gira in area con il destro, respinge con una mano Antonioli, sinistro bloccato dallo stesso portiere

9′ Adriano solo in area su assist di Martins, sinistro ‘in bocca’ ad Antonioli

10′ Destro di Gasbarroni appena dentro l’area, blocca a terra Julio Cesar

19′ Zenoni ha spazio sulla destra, cross in area dove Bonazzoli anticipa di testa Samuel, Julio Cesar devia in corner

22′ Destro di Flachi su punizione dal limite, respinge la barriera, si coordina bene Palombo che batte di destro, si distende sulla sua sinistra e respinge Julio Cesar

23′ Sinistro di Mihajlovic dai 30 metri su punizione, Antonioli mette in angolo

26′ Ancora Zenoni da destra, palla in mezzo, batti e ribatti, ci prova Bonazzoli, poi Flachi, infine ancora Bonazzoli che di testa manda a lato

 30′ Palla al limite in area, Martins (forse commettendo fallo su Castellini) colpisce di testa, il suo è un assist per Cambiasso appostato dentro l’area, controllo di petto e sinistro che non lascia scampo ad Antonioli

 35′ Ancora da destra e ancora Zenoni, che ha tutto il tempo del mondo per prendere la mira e mettere al centro dove Diana stacca di testa indisturbato e batte Julio cesar

  41′ Punizione dalla sinistra di Mihajlovic, palla tagliata, in area Cordoba anticipa Bonazzoli e di testa batte Antonioli

43′ Destro al volo di Flachi dai 30 metri, blocca senza problemi Julio Cesar

46′ Diana ci prova con il destro dal limite dopo un batti e ribatti al limite, blocca a terra Julio cesar

48′ Destro di Volpi dalla distanza, deviazione in angolo di Samuel

58′ Figo in area per Adriano, tocco dentro per Cambiasso che batte di sinistro a colpo sicuro, splendida la risposta di Antonioli che alza in angolo

69′ Wome lancia in verticale Martins, il nigeriano entra in area, destro a colpo sicuro, Antonioli alza in angolo

82′ Adriano libera Martins in area, il sinistro del nigeriano è sballato, palla a lato

84′ Zauli dalla destra mette in mezzo, colpo di testa di Bonazzoli in anticipo su Cordoba e palla che colpisce la traversa

93′ Contropiede con Diana che perde il dribbling a rientrare decisivo con il quale si sarebbe ritrovato solo davanti al portiere

Il dopo partita, interviste:

Novellino: “La fortuna sembra proprio non assisterci. Potevamo fare tantissismi gol, ma loro sono stati bravi a sfruttare due palle inattive e hanno segnato.  Noi siamo stati bravissimi a superare il loro fuorigioco, comunque da quella parte c`era una grande portiere. Soddisfatto? Per come abbiamo giocato meritavamo di vincere nettamente“.

Le pagelle:

Antonioli 6,5. Incolpevole su entrambi i gol, per il resto si fa trovare pronto su tutte le conclusioni, pur senza compiere interventi strepitosi.
Zenoni 6,5. E’ suo il cross per il secondo di Diana. Spinge e difende con una certa costanza, discreta partita.
Castellini 5,5. Altra buona partita macchiata da alcuni episodi. Rimane imbalsamato nell’azione dell’1-1. Martins lo sovrasta di testa (!).
Sala 6-. Rientro che non da sicurezza anche se i suoi errori non sono stati decisivi.
Pisano 7. Difende e spinge come un treno, crossa ripetutamente ed è suo l’assist per Diana per l’1-0.
Diana 7,5. Due gol (stupendo il secondo), tanta corsa, recuperi di palla e grande cuore, cala un pò nella ripresa. Il miglior Diana da quando gioca nella Samp.
Volpi 6,5. Orchestra bene il gioco e recupera diversi palloni dando una mano dietro quando la Samp soffre nella ripresa.
Palombo 6-. Continua ad essere un centrocampista incompleto, denotando palesi carenze nella fase di ripartenza. Zauli 6+. Finale positivo. Riesce a far ripartire diverse azioni anche se poi si conclude poco. Non si danna l’anima in fase difensiva quando forse sarebbe servito il suo aiuto.
Gasbarroni 7-. Si muove a tutto campo facendo vedere cose bellissime fino a che resta in campo. Tonetto 5. Partita disastrosa. Quando entra la Samp smette di essere pericolosa sulla sinistra.
Flachi 5,5. Continua a combinare molto poco. Conclude una sola volta da 30 metri.
Bonazzoli 6+. Non brillantissimo, ma sfiora il gol in un paio di occasioni. Bellissimo il colpo di testa. Dalla Bona SV.

Classifica serie A – 10° giornata




Partita successiva:

Palermo-Sampdoria 0-2

Partita precedente:

Juventus-Sampdoria 2-0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.