Serie A 2004/05: Sampdoria-Milan 0-1

Serie A, 9° giornata – Genova, 30 Ottobre 2004

Sampdoria-Milan 0-1

76′ Shevcenko

Sampdoria (4-4-2): Antonioli, Zenoni, Pavan, Falcone, Sacchetti, Diana  (88′ Rossini), Volpi, Palombo, Doni  (82′ Kutuzov), Flachi, Bazzani . (1 Turci, 5 Carrozzieri, 8 Edusei, 15 Donadel, 26 Pisano). All.: Novellino.
Milan (4-3-1-2): Dida, Costacurta, Nesta, Maldini, Pancaro, Gattuso  (72’Pirlo), Ambrosini, Seedorf  (65′ Serginho), Kakà, Tomasson (65′ Shevchenko ), Crespo  (17 Abbiati, 2 Cafu, 4 Kaladze, 10 Rui Costa). All.: Ancelotti.
  • Arbitro: Farina di Novi Ligure.
  • Angoli: 2-4.
  • Ammoniti: Sacchetti e Maldini per gioco scorretto.
  • Spettatori: 30.000 circa.

Ennesima sconfitta interna per la Samp 2004/05. A passare al Ferraris questa volta è un Milan, compatto, solido ma poco brillante che pur senza strabiliare, ha tenuto palla ed iniziativa senza trovare grandi risposte dall’attacco blucerchiato. Non bisogna dimenticare che anche questa volta, a sporcare il risultato ci si è messo un arbitro (Farina, un genoano si sa…) e un assistente che convalidano un gol apparso poi irregolare.

C’è da dire a loro parziale discolpa che episodi ad una simile velocità sono difficili da notare in tempo reale. La famosa “moviola in campo” risolverebbe tutto e noi ci troveremmo a questo punto non so quanti punti in più. Detto questo, il problema principale del Doria è che, come l’anno scorso segna poco. Bazzani non vede quasi mai la porta, Flachi, pur creando parecchio idem. In due hanno segnato appena 3 reti in 9 partite. Un ruolino imbarazzante per due giocatori abituati a ben altre medie.

Di questo passo ho paura che di partite senza segnare reti, come queste quattro in casa (coincise puntualmente con sconfitte), ne vedremo delle altre. Per fortuna regge la difesa, che sembra aver trovato l’assetto e gli uomini giusti. Oramai lontani gli svarioni di Mirko Conte, ecco un Zenoni in recupero, Pavan e Falcone pilastri centrali affidabili e Sacchetti che in sostituzione di Tonetto non lo fa rimpiangere (almeno per la fase difensiva). In ottima forma anche Palombo sempre più dinamico e propositivo in mezzo al campo.

Tornando alla partita, si può dire: primo tempo poche occasioni da ambo le parti con predominio Milan. Inizio secondo tempo un pò più equilibrato, ed ago della bilancia che si è spostato di nuovo dai rossoneri all’ingresso in campo di forze fresche. Samp sempre chiusa e rinunciataria ed incapace di ripartire in contropiede.

Continuo a pensare che in questo momento Kutuzov, ma addirittura lo stesso Rossini, farebbero meglio di Bazzani. O almeno dovrebbero avere più tempo per dimostrarlo. Con i giocatori in campo Sabato imbastire un contropiede era veramente cosa ardua.

Ora si va a Bergamo contro un’Atalanta, ultima e senza vittoria. I 3 punti vanno cercati senza risparmio. La loro disperazione deve essere la nostra arma in più. La classifica a parte le prime due già in fuga è più che corta e chi prima trova il ritmo potrebbe acquisire posizioni importanti.

 

Pavan e Crespo e a destra Zenoni su Kakà.

Episodi principali della partita di oggi:

17′ – Crespo cerca Tomasson ma il cross di esterno destro diventa quasi un tiro che fa tremare Antonioli: palla fuori di un niente

18′ – Ambrosini salva deviando il tiro di Bazzani, appena entrato in area milanista

27′ – Cross basso di Zenoni dalla sinistra del suo attacco, Bazzani gira di destro in area, palla altissima

34′ – Gran tiro di Tomasson da 20 metri: Antonioni si tuffa e devia in angolo

44′ – Combinazione Ambrosini-Crespo-Kakà, il suo tiro bloccato a terra da Antonioli

47′ – Da Kakà a Crespo, che in area si gira bene ma calcia alto

53′ – Destro di Doni dal limite: para a terra facile Dida

58′ – Gran discesa di Zenoni a sinistra, cross basso: Doni tocca di sinistro in scivolata, palla alta

60′ – Bazzani cerca di girare in porta un pallone di Diana: palla alta anche questa volta

67′ – Gran numero di Flachi, che si libera di Nesta e batte: Dida deve impegnarsi per salvare in tuffo

70′ – Primo tiro in porta di Sheva: è un sinistro in diagonale dal limite, ma è lento e prevedibile, para facile a terra Antonioli

 75′ – Decisiva un’incursione a mille all’ora di Serginho che arriva in area a tira, sulla respinta di Antonioli il diagonale-gol di Sheva. Poi tutti a festeggiare con il consueto gesto della culla…

87′ – Grande azione di Sheva, che ruba palla a Kutuzov, arriva in area e sull’uscita di Antonioli cerca il pallonetto, il portiere riesce a toccare e salvare: 0-2 sfiorato

89′ – Ancora Sheva: destro angolato, para a terra in tuffo accantro al palo Antonioli

92′ – Bazzani buon destro dal limite, palla fuori di un niente con Dida fermo. Brivido per il Milan!

Il dopo partita, interviste:

Diana: “Abbiamo giocato alla pari con un avversario di livello mondiale. La gara è stata interpretata nel modo giusto, purtroppo un episodio negativo ha fatto saltare i nostri piani – ha spiegato – Doni? Patisce un po` Marassi, le sue prestazioni fuori casa risultano più incisive, ma sono certo che sarà lui a farci fare il salto di qualità”.

Le pagelle: Antonioli 7 Zenoni 6,5 Pavan 6,5 Falcone 6,5 Sacchetti 6,5 Diana 5 Palombo 6,5 Volpi 5,5 Doni 5,5 (Kutuzov 5) Bazzani 5+ Flachi 5,5.

Classifica serie A – 10° giornata




     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.