Crea sito

Angelo Esmael da Costa Júnior (Sampdoria 2010-2015)

Nato in Brasile, nella città di São Bernardo do Campo il 12 novembre 1983), è un portiere che possiede il passaporto italiano. Cresce nelle giovanili del Santo André con cui arriva a giocare in prima squadra, contribuendo nel 2004, da titolare, alla vittoria della Copa do Brasil. Negli anni successivi gioca a sprazzi, alternandosi con il collega Júlio César Martins.

Nel gennaio 2008 si svincola dal Santo André e si trasferisce in Italia nel Varese che milita in Serie C2, dove però non colleziona nessuna presenza. A Giugno dello stesso anno si trasferisce all’Ancona in Serie B. Il primo anno lo divide tra campo e panchina, giocandosi spesso il posto con il giovane Sirigu, nel secondo diventa titolare. Complessivamente 87 presenze.

Stagione 2010/11

Rimasto svincolato in seguito alla messa in liquidazione della società marchigiana, il 9 agosto 2010 si accasa alla Sampdoria per ricoprire il ruolo di secondo portiere. Esordisce in maglia blucerchiata e in Serie A il 24 ottobre 2010 in Inter-Sampdoria (1-1), subentrando al 79′ all’infortunato Gianluca Curci e subendo un minuto dopo la rete del pareggio ad opera di Samuel Eto’o, divenendo così il primo portiere straniero della storia dei blucerchiati.

Si rende grande protagonista il 19 gennaio 2011 nella partita di Coppa Italia contro l’Udinese; la partita, finita 2-2 dopo i tempi regolamentari e supplementari, si è prolungata fino ai rigori, dove da Costa ne para due, facendo passare così il turno alla Sampdoria.

L’8 maggio gioca poi da titolare al posto dell’incerto Curci il derby contro il Genoa perso per 2-1.

Voto 6- Gioca 8 partite e tutto sommato non sfigura, anche se nelle ultime mostra anche lui limiti abbastanza preoccupanti. La sua serata migliore in coppa contro l’Udinese quando tiene in vita la Samp parando alcuni rigori. Ma non da sicurezza neppure lui.

Stagione 2011/12

Con la squadra retrocessa in Serie B rimane comunque alla Sampdoria dove ricopre sempre il ruolo di secondo portiere, questa volta di Sergio Romero; durante la stagione difende i pali blucerchiati in 15 partite a causa delle numerose convocazioni di Romero con la Nazionale Argentina. In occasione dei play-off validi per l’accesso in Serie A disputa tre partite su quattro, dimostrando tutto il suo valore e le sue qualità. Para un rigore contro il  Sassuolo in semifinale.

Voto 6.5. Buona annata anche la sua. Viene chiamato in causa più volte durante la stagione regolare, causa le assenze di Romero e becca ben pochi gol anche se mostra qualche suo limite come lo scorso anno e non infonde tantissima sicurezza ai compagni. Diventa invece decisivo nei play off quando a Modena ci salva in almeno due occasioni da gol quasi fatti.

Stagione 2012/13

Il 25 novembre 2012 scontata la squalifica torna a disposizione del mister Ciro Ferrara che il 2 dicembre seguente lo schiera come titolare nella partita Fiorentina-Sampdoria (2-2).

Nelle ultime tre giornate della Serie A 2012-2013 viene preferito, dal mister Delio Rossi, rispetto al titolare Sergio Romero a causa di alcune papere del portiere argentino.

Voto 6. Poche presenze in cui difende la porta con dignità e qualche discreto intervento.

Stagione 2013-2014

Viene promosso portiere titolare della formazione blucerchiata, in quanto l’ex compagno di squadra Sergio Romero viene ceduto in prestito alla società francese del Monaco. Colleziona 33 presenze in Campionato ed una in Coppa Italia subendo 49 gol totali.

Voto 5. Sapevamo che non sarebbe potuto essere un portiere affidabile per la serie A e lo ha dimostrato.

Stagione 2014-2015

Nella stagione 2014-2015 è terzo portiere dietro a Emiliano Viviano e Sergio Romero e gioca solo una partita di Coppa Italia.

Voto SV. Gioca in Coppa Italia contro il Como e con la solita professionalità ricopre il ruolo di terzo portiere prima di andare a rimpinguare la colonia blucerchiata a Bologna.

In tutto con la maglia della Sampdoria mette insieme 67 presenze e 87 gol subiti in 4 stagioni e mezzo.

Riepilogo numerico nella Sampdoria

Il 20 gennaio 2015 la Sampdoria comunica la cessione a titolo definitivo al Bologna. Esordisce con il Bologna subentrando dalla panchina nel corso del primo tempo della partita casalinga contro il Modena, terminata con il punteggio di 0-0. L’8 luglio 2015 Da Costa firma il rinnovo del contratto con il Bologna fino al 30 giugno 2018. Fino ad oggi il brasiliano ha giocato 46 partite partendo sempre come secondo portiere della squadra emiliana.

ESCLUSIVA Bologna: Da Costa, Solo con l'unità di gruppo possiamo cogliere risultati importanti - Calcioline




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *