Andrea Rispoli (Sampdoria 2011/12)

Nato a Cava de’ Tirreni (NA) il 29 settembre 1988) è un terzino / esterno di destra che in carriera si è spesso adattato anche a sinistra. Dotato di grande progressione nella corsa, si contraddistingue per buone capacità di cross e propensione al gol. Cresce calcisticamente nella Salernitana e dai sedici anni in poi nel Brescia, con cui esordisce in prima squadra nel Maggio 2008. Con i biancoblu resta fino al 2010 collezionando 63 presenze e 9 reti.

Nel luglio 2010 viene acquistato dal Parma, che lo cede in prestito al Lecce. Esordisce in Serie A a Settembre 2010 in Palermo-Lecce (2-2). Con i salentini disputa 14 partite in una stagione in cui la squadra pugliese riesce a salvarsi per un pelo. 

Stagione 2011/12

Nell’estate del 2011 si trasferisce, sempre in prestito, alla Sampdoria, appena retrocessa in Serie B.  Dopo un inizio difficoltoso, in cui gioca poco, da Ottobre in poi è quasi sempre titolare e il suo rendimento cresce col passare dei mesi, così come tutta la squadra. Ai playoff da il suo meglio rendendosi protagonista soprattutto nella finale di ritorno a Varese. La sua cavalcata nei minuti finali, che porta al gol promozione di Pozzi, resta e resterà per sempre scolpita nella mente di ogni blucerchiato

Voto 7. Piedi scadenti ma polmoni da maratoneta e forza da… ruspa. Dopo una (buona) parte di campionato deludente ed una in cui viene alternato con Berardi, tira fuori il meglio di se nel finale di stagione quando la Samp ingrana la quarta. Decisivo nei play off quando si “immola” per salvarci dalla sconfitta col Sassuolo a Modena e quando a Varese, dopo oltre 90 minuti, decide di farsi tutta la fascia palla al piede e servire l’assist per il gol promozione a Pozzi.

Rendimento numerico nella Sampdoria

Nell’Estate 2012 non viene esercitato il diritto di riscattato e lascia la Sampdoria. Viene quindi ceduto ancora in prestito al Padova (33 presenze, 1 gol e 6 assist) e Ternana (34 presenze, 4 gol e 3 assist). Alla fine della stagione fa ritorno al Parma che questa volta lo tiene in rosa (16 partite, 1 rete e 1 assist). Nel mercato invernale 2015 è ceduto in prestito al Palermo,  e in Estate viene tesserato a titolo definitivo. Coi rosanero resta fino al 2019 collezionando 137 presenze, 12 gol e 13 assist.

Nell’Estate 2019 torna al Lecce (appena promosso in serie A) dopo otto anni. Gioca 29 partite e dopo la retrocessione  cambia ancora casacca. Nel Settembre 2020 viene acquistato a titolo definitivo dal Crotone, neopromosso in Serie A, firmando un contratto biennale con opzione per il terzo anno. Fin qui 9 presenze, ma solo 2 come titolare.

Tra il 2009 e il 2010 ha giocato 4 partite con la nazionale Under-21, con 1 gol all’attivo.

fonti: ManicomioBlucerchiato, Wikipedia e Transfermarkt.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *