Medie voto dei primi 3 mesi

La Sampdoria, dopo un inizio disastroso sotto la guida di mister Di Francesco, sta tentando di risalire la classifica con l’arrivo di Claudio Ranieri, che riuscendo a registrare la fase difensiva (appena 3 gol subiti in 5 partite), ha portato un pò di stabilità e finalmente quei punti necessari ad agganciare almeno il gruppo di squadre della zona retrocessione.

Conseguenza logica di questa partenza sono stati i voti nelle pagelle che partita dopo partita assegno ai giocatori. Ecco la media risultante dalle prime tredici, iniziando con la trasferta in coppa a Crotone, fino all’ultima casalinga contro l’Atalanta:

Portiere e Difesa

Rendimento costante, pur con qualche incertezza, per Audero, mentre, dopo una serie di prestazioni deficitarie, si inizia a delineare, una “linea a quattro” difensiva base, con Bereszynski, fin qui piuttosto deludente, ma in leggera ripresa, Ferrari e Colley al centro e Murru confermato a sinistra. Murillo ha fin qui deluso tanto, mentre il giovane Chabot, dopo alcune apparizioni, ha ripreso posto in panchina. Utilizzati una sola volta Regini ed Augello.

AUDERO 6.15 BERESZYNSKI 5.50 FERRARI 6.07 MURILLO 5.31 CHABOT 5.67 COLLEY 5.91 MURRU 5.81

Il centrocampo

dopo vari esperimenti, sembra essersi stabilizzato su una linea a 4 con due esterni, che al momento per Ranieri sembrano Depaoli (migliore dell’intera rosa) e Jankto (continua a convincere solo in parte). In mezzo invece c’è molto affollamento, con il pilastro Ekdal ed il giovane emergente Vieira Nan che fin qui hanno giocato più di tutti. Ma Linetty dopo un periodo di problemi fisici si ricandida sicuramente per un posto nella formazione titolare, così come Bertolacci una volta entrato in condizione. Difficile per Ranieri lasciar fuori questi due, quindi non escluderei un adattamento al modulo (magari tornando a tre in mezzo) per fargli spazio ed aumentare la qualità. Solo apparizioni sporadiche per Barreto e Thorsby. Leris ha invece giocato più volte, ma con scarso rendimento. Qualcuno tra questi presumibilmente dovrà fare le valigie e cercare gloria altrove a Gennaio.

DEPAOLI 6.18 VIEIRA NAN 5.90 LINETTY 6.05 BERTOLACCI 5.92 EKDAL 6.10 LERIS 5.15 JANKTO 5.69

Reparto offensivo

Fin qui la situazione più deficitaria ed indecifrabile in ottica futura. Si partiva ovviamente dal punto fermo Quagliarella, capocannoniere della scorsa serie A. Il bomber campano ha continuato ad essere quasi sempre titolare, ma fin qui ha segnato solo su calcio di rigore. Con lui sono stati alternati un pò tutti gli altri, con moduli a due punte, tre punte, o col trequartista. Ma i numeri sono impietosi con appena 7 reti segnati in 12 giornate a cui si aggiungono le 3 di Crotone in coppa, contro una squadra comunque di serie B.

Il migliore è stato certamente Bonazzoli per impegno e corsa, ma anche per lui stenta a decollare il feeling con il gol. Gabbiadini pur segnando due reti non ha fin qui soddisfatto a pieno, così come Rigoni e Caprari. Il primo ha potenziali lampi di classe che ha fin qui dispensato col contagocce, il secondo ha iniziato decisamente male, facendosi perdonare almeno in parte col decisivo gol a Ferrara. Stesso discorso per Ramirez, che dopo alcune apparizioni incolori, ha timbrato contro il Lecce e fornito l’assist con la Spal. Tutto da scoprire il giovane argentino Maroni dopo l’esordio con gol in coppa. Anche in questo reparto si prevedono inevitabili movimenti nel mercato di Gennaio.

RIGONI 5.79 BONAZZOLI 6.22 GABBIADINI 5.81 RAMIREZ 5.33 CAPRARI 5.45 QUAGLIARELLA 5.52

Una risposta a “Medie voto dei primi 3 mesi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.