Coppa Italia 2016/17: Sampdoria-Cagliari 3-0

Genova, Mercoledì 30 Novembre 2016, ore 21:00 – coppa Italia, 4° turno
Sampdoria-Cagliari 3-0
12′ Alvarez (assist Cigarini), 70′ Schick (assist Borges Fernandes), 89′ Schick (assist Budimir)

SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni; Eramo, Palombo, Regini (79′ Krajnc), Dodô; Cigarini, Linetty, Djuricic; Alvarez (58′ Borges Fernandes); Schick (73′ Praet), Budimir. A disposizione di mister Giampaolo: Krapikas, Tozzo, Amuzie, Barreto, Muriel, Pereira, Vrioni, Torreira, Skriniar.

CAGLIARI (4-3-1-2): Rafael; Dessena, Briukhov (78′ Biancu), Salamon, Mastino (52′ Vasco Oliveira); Ant. Lui, Di Gennaro (79′ Serra), Munari; Barella; Melchiorri, Giannetti. A disposizione di mister Rastelli: Crosta, Colombo, Arras, Pennington, Volteggi.

  • Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna.
  • Ammoniti: 27′ Regini (S), 56′ Cigarini (S), 87′ Melchiorri (C).

Sampdoria qualificata agli ottavi di finale.

La Samp accede agevolmente agli ottavi di finale stracciando sul piano del gioco e delle occasioni da gol, oltre che del risultato, un Cagliari imbottito di riserve e ragazzini delle giovanili. Il confronto è stato abbastanza impari, con il Cagliari che comunque ha retto sullo svantaggio di un solo gol fino al 70′, per poi crollare fino al 3-0 finale. La Samp si è schierata con una squadra rimaneggiata ma nettamente superiore a quella rossoblu, presentatasi a Genova senza 15 giocatori tra infortunati e scelte tecniche di Rastelli.

Nel primo tempo i blucerchiati collezionavano ben 6 occasioni nei primi 25 minuti, trovando la rete con una grande gocata di Alvarez, capace di mettere a sedere, coun dribbling secco in velocità, un goffo Salamon dopo il “velo” di Schick. Poco prima lo stesso ceco aveva sfiorato la rete di testa su cross di Dodò, mentre l’argentino su punizione aveva impegnato severamente Rafael. Le altre occasioni per Budimir, Cigarini ed ancora Alvarez.

Seguiva una fase con predominio sempre doriano, ma con un Cagliari insidioso. Era Giannetti a colpire per ben tre volte di testa, una volta da posizione favorevolissima e solo soletto, ma non trovava mai la rete. Nel finale di tempo ancora una buona occasione per il nostro attaccante croato, ma niente da fare, il suo feeling col la porta stasera è parso basissimo. Si ripeteva infatti subito ad inizio secondo tempo ed al 60′, con colpi di testa falliti da ottima posizone.

E da qui iniziava il festival dell’altro attaccante: Schick. Prima sfiorava il gol di tacco in mischia, ma l’ex Munari stoppava quasi sulla linea, poi siglava un gol tutto sommato facile sul servizio di Fernandes. In mezzo occasione fallita da Djuricic ed un diagonale di Melchiorri, fuori non di molto. All’80’ era un altro ex, Dessena, a mettere fuori di testa, mentre Schick chiudeva la sua bella serata segnando la terza rete a pochi minuti dal termine.

230642855-17437e0f-a1f6-48bf-8100-c14abe0251d0
Chiaramente un test non troppo attendibile per i nostri schierati oggi, ma la squadra si è fatta apprezzare per aver tenuto un ritmo alto ed una voglia di passare il turno molto concreta. Positive le prove di Dodò, Djuricic e Schick. Sugli ultimi due penso che possano solo trovare maggiore spazio nel corso della stagione. Giocatori “veri” anche se devono ancora ambientarsi in serie A, soprattutto Djuricic che ancora non ha trovato posto. Sul ceco ammetto di aver sbagliato giudizio. Per quanto riguarda il terzino brasiliano invece mi chiedo sempre: possibile che con quella tecnica non riesca soffiare il posto a Regini? A me esalta vedere quei tocchi e quelle finte da tipica ala sudamericana. E’ solo una questione di testa. Promossi anche i due capitani al centro della difesa.

Le pagelle

PUGGIONI 6

ERAMO 6 PALOMBO 6,5 REGINI 6,5 DODO’ 6,5

DJURICIC 6,5 CIGARINI 6 LINETTY 6+

ALVAREZ 6,5

BUDIMIR 4,5 SCHICK 7

B. FERNANDES 6,5, PRAET 6, KRAJNC SV

Commenti post partita sul forum.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *