Serie A 2017/18: Sampdoria-Cagliari 4-1

Genova, Domenica 29 Aprile 2018, ore 15:00 – serie A, 35° giornata
Sampdoria-Cagliari 4-1
6′ Praet (assist Quagliarella), 26′ Quagliarella (assist Linetty), 48′ Kownacki (assist Bereszynski), 50′ Pavoletti, 87′ Ramirez Pereyra (assist Quagliarella)

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Andersen, Silvestre, Sala; Barreto (80′ Verre); Torreira (88′ Capezzi), Linetty, Praet; Kownacky, Quagliarella (57′ Ramirez). A disp.: Belec, Krapikas, Ferrari, Strinic, Regini, Stijepovic. All.: Giampaolo

Cagliari (3-5-2): Cragno; Pisacane (33′ Farias), Ceppitelli, Castan (46′ Andreolli); Faragò, Ionita (80′ Deiola), Cigarini, Barella, Padoin; Sau, Pavoletti. A disp.: Rafael, Crosta, Caligara, Lykogiannis, Cossu, Han, Giannetti. All.: Lopez.

  • Arbitro: Abisso.
  • Ammoniti: Cigarini, Pisacane, Farias, Castan, Ionita, Padoin (C), Linetty S.
  • Espulsi: 77′ Cigarini (C) per doppia ammonizione.

La Samp torna quella spumeggiante e concreta di inizio campionato e travolge un Cagliari frastornato nel primo tempo, che solo sul 3-0, ad inizio secondo tempo, ha avuto una ventina di minuti positivi in cui per poco non riusciva a rimettere in piedi la partita. Ma la squadra di Giampaolo, priva di Zapata, Caprari, ed a partita in corso anche Quagliarella, e costretta così a giocare la ripresa con due trequartisti, non ha abbassato troppo la guardia e dopo una fase difficile ha ri-schiacciato indietro il Cagliari, aiutato anche dall’espulsione di Cigarini.

Nel primo tempo subito blucerchiati che pigiavano sull’acceleratore con Kownacki vicinissimo al vantaggio al 3′, poi gran gol di Praet al 6′. Al 20′ pallone rubato da Kownacki e assist per Quagliarella che sfiorava il 2-0. Il bomber trovava il 19° gol in campionato poco dopo su assist perfetto di Praet e 4 minuti più tardi combinava bene con l’attaccante polacco che veniva però stoppato al tiro. La prima azione pericolosa dei sardi arrivava al 36′ con Viviano che parava bene su Farias. Sarebbe stata una vera beffa dopo un dominio simile.

In questo primo tempo pirotecnico c’era ancora temo per un rigore assegnato per atterramento di Torreira da parte di Barella, con Quagliarella che per la prima volta falliva dal dischetto spedendo sul palo, ed ancora un gran gol di Kownacki servito magistralmente in corsa dal connazionale Bereszynki. Primo tempo veramente magnifico della Samp e Cagliari veramente troppo remissivo e perforabile sia centralmente che sulle fasce.

Altra storia nella ripresa con i rossoblu subito vicinissimi al gol con Farias servito da Pavoletti e poi a segno con lo stesso attaccante ex Genoa e Napoli su perfetto assist in orizzontale di Faragò da destra. Al 54′ l’ultimo grande momento di paura per i doriani con Bereszynski che riusciva ad anticipare di un pelo Pavoletti pronto a calciare da favorevole posizione su assist di Sau. Samp che dopo una fase difficile riprendeva a macinare occasioni con Praet due volte pericoloso al 65′ ed al 71′ con tiro da fuori area deviato a lato da Cragno.

Al 75′ ancora protagonista il portiere ospite su Linetty servito con un filtrante da Praet. Poi l’espulsione dell’ex Cigarini a seguito di doppia ammonizione e la splendida azione che portava al gol del 4-1 con una percussione centrale di Linetty che insisteva fino a calciare contro la traversa. Sul pallone si avventava Ramirez che di prima scaraventava al volo quasi all’incrocio dei pali. Nel recupero, con la partita ormai verso l’archivio il palo di Ceppitelli.

Ottima risposta doriana dopo la sconfitta con la Lazio, netta, ma non come raccontava il risultato di 4-0. Oggi, contro un avversario evidentemente molto meno forte di quello, i blucerchiati hanno ritrovato gioco, giocate e gol. Livello tecnico davvero alto con Praet sugli scudi, ma anche un Kownacki che sembra davvero pronto a questo tipo di palcoscenico, mentre n difesa Andersen si è confermato su buoni livelli. Fin qui veramente una grande sorpresa dopo una stagione quasi interamente in panchina. Molto bene l’ingresso di Verre, molto propositivo.

Restano tre partite e rispettivamente 3 e 4 punti da recuperare a Milan ed Atalanta. Nulla ancora perso, ma certo, oltre che continuare a vincere, a partire dalla prossima a Reggio Emilia, bisogna anche sperare che una delle due “inciampi”, cosa che il Milan ultimamente ha fatto sempre, ma oggi no, mentre la squadra di Gasperini al momento da pochi segnali di cedimento. Vedremo la prossima. Intanto era importante dare un segnale di volersela giocare fino alla fine. Oggi c’è stato bello forte.

Le pagelle

VIVIANO 6

BERESZYNSKI 7+ SILVESTRE 6,5 ANDERSEN 6,5 SALA 5,5

BARRETO 6+ TORREIRA 6,5 LINETTY 7

PRAET 8

QUAGLIARELLA 6 KOWNACKI 7

RAMIREZ 6,5 VERRE 6,5 CAPEZZI SV

Commenti post partita sul forum.

Classifica serie A – 35° giornata

[wpedon id=”5153″]

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento