Serie A 2019/20: Lazio-Sampdoria 5-1

Roma, Sabato 18 Gennaio 2020 ore 15:00 – serie A, 20° giornata
Lazio-Sampdoria 5-1
7′ Caicedo, 17′ Immobile (r), 20′ Immobile, 54′ Bastos, 65′ Immobile (r), 70′ Linetty

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi (65′ Vavro), Radu (50′ Bastos); Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Aberto, Jony; Caicedo (59′ Adekanje), Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, D. Anderson, Parolo, Berisha, Minala, A. Anderson, Correa. All.: Simone Inzaghi.

SAMPDORIA (4-4-2): Audero Mulyadi; Bereszynski, Colley, Chabot, Murru (65′ Augello); Thorsby, Vieira Nan, Linetty, Jankto (46′ Ekdal); Gabbiadini (71′ Bonazzoli), Caprari. A disp.: Seculin, Falcone, Regini, Rocha, Bertolacci, Leris, Rigoni, Maroni, Quagliarella. All.: Claudio Ranieri.

  • ARBITRO: Chiffi (sez. Padova) ASSISTENTI: Vivenzi e Lo Cicero IV UOMO: Sacchi VAR: Manganiello AVAR: Costanzo
  • Ammoniti: Vieira (S) al 32′, Colley (S) al 64′, Adekanye (L) al 69′.
  • Espulsi. Chabot (S) al 73′.
  • Recupero: 0′ pt; 0′ st.

La Samp esce ancora una volta con le ossa rotte dall’Olimpico di Roma quando di fronte c’è la Lazio. Dopo i 7-3 e 4-0 dei primi due anni di Giampaolo, ed il fortunoso 2-2 della stagione passata, in una partita comunque a senso unico, arriva questa nuova umiliazione senza attenuanti, ad appena sei giorni dal nostro 5-1 rifilato al Brescia. La partita si è chiusa in circa 20 minuti, quando la squadra di Inzaghi aveva già demolito il catenaccio messo su da Ranieri trovandosi sul 3-0 senza nemmeno strafare.

Certo, l’atteggiamento iniziale è stato deludente, e la reazione ai gol ancora di più, ma in queste partite è fondamentale non imbarcare fin da subito. Perché con un avversario in questo momento anni luce più forte e motivato da una situazione di classifica impensabile, riuscire poi a ribaltare il tuo modo di giocare da difensivo ad offensivo, diventa difficile. Oltre tutto esponendoti a micidiali contropiedi in cui Immobile notoriamente va a nozze. Purtroppo a parte tutto ci sono state le prestazioni davvero indecorose di entrambi i nostri difensori centrali e con simili svarioni avrebbe perso la partita qualunque squadra terrestre.

Cronaca primo tempo

Al 1′ la Samp riesce subito a penetrare la difesa della lazio con un bello scambio stretto Caprari – Linetty, ma il polacco conclude debole tra le braccia di Strakosha. 4′ rasoterra del funambolico Luis Alberto su assist di Immobile e pallone fuori di un soffio. 7′ lungo spalla contro spalla tra Immobile e Chabot, col tedesco che nonostante la stazza perde il contrasto e cade, il napoletano tira, Audero respinge, Colley in vantaggio su Caicedo non reagisce e l’equadoriano segna a porta vuota da due passi. E’ nulla la reazione della Samp e la Lazio continua ad attaccare senza trovare grande opposizione. 17′: cross dalla destra di Lazzari e netto tocco col braccio di Murru. Immobile trasforma dal dischetto. Moralmente una mazzata pesante.

Risultati immagini per lazio-sampdoria 5-1

20′ Immobile innescato da Acerbi, brucia nuovamente Chabot, supera Audero e sigla il 3-0. La partita a questo punto è già terminata. La Lazio insiste fino alla mezz’ora, poi lascia un pò di possesso palla ai blucerchiati che però concludono poco. Al 36′ arriva un tiro di Caprari deviato da Lazzari che costringe Strakosha, portiere ormai di alto livello, a mettere in corner. Al 44′ la Lazio sfiora anche il 4-0 con una doppia occasione sui piedi di Acerbi, chiuso da Audero, e Luis Alberto che piazza costringendo il portiere ad una ulteriore deviazione.

Cronaca secondo tempo

La ripresa ha poca storia, se non per rimpinguare il bottino di qualcuno. Ovviamente della Lazio. Intanto Ekdal prende subito il posto di un evanescente Jankto. Al 9′ la Lazio segna ancora. Azione confusa al limite dell’area con Colley incerto in uscita e pallone conquistato da Leiva che smista su Bastos solo di fronte ad Audero. L’africano non sbaglia. 15′ Bereszynski salva un gol quasi sicuro chiudendo su Luis Alberto innescato da Immobile. Ma cinque minuti dopo arriva un altro rigore. 20′: netto fallo di mano di Colley che blocca un tiro ed Immobile (26 gol stagionali, 23 in campionato) infila per il 5-0. 

Risultati immagini per lazio-sampdoria 5-1 caicedo

Forse qui la Lazio decide che è finita e la Samp riesce a trovare la rete della bandiera. 26′: bel tiro di Gabbiadini dal limite, respinta del portiere e Linetty centra la porta quasi spalancata calciando di prima. A questo punto ci sarebbe stato spazio forse per vedere qualche altro gol della squadra di Ranieri, con la Lazio ormai a pancia piena, ma Chabot  decide di completare il suo pomeriggio horror stendendo Adekanje lanciato a rete, dopo un ennesimo svarione di Colley che liscia un pallone semplice dando via libera al giovane attaccante. Al 35′ Immobile fallisce il 6-1 davanti ad Audero, ma disturbato da un intervento di Augello. La partita scivola via verso il triplice fischio finale, con la Samp quasi impossibilitata ad offendere e la Lazio che, bonariamente, non infierisce.

Risultati immagini per lazio-sampdoria 5-1 linetty

Ranieri aveva chiesto di non abbassare la tensione, ma purtroppo è successo. Io avevo scritto che una sconfitta oggi sarebbe stata indolore se non fosse stata una “batosta”. Invece batosta è stata. Urge una settimana di grande concentrazione ed immediata operatività sul mercato, visto che Domenica a Marassi arriva il Sassuolo e gli unici difensori disponibili al momento sarebbero il disastroso (oggi) Colley e Regini, rispolverato nella partita col Brescia, ma ai margini da inizio stagione. Vediamo che succede…

Le pagelle

Audero 6: nonostante tutto oggi non gli si può negare il sei. Come al solito miracoli non ne fa, anche se tre parate ci sono state. Ma sui cinque gol, di cui due su rigore, c’era davvero poco da fare. Magari si poteva chiedere una reattività maggiore in occasione del primo, ma la colpa lì è al 99% dei suoi compagni.

Bereszynski 6+: sembra incredibile, ma la sua è stata una prestazione dignitosa con chiusure e spinta. Jony dalla sua parte è rapido, ma non è Lazzari e non viene servito tantissimo. Nella ripresa salva un gol fatto su Luis Alberto.

Chabot 4: annichilito da Immobile. Disastroso sul primo gol, colpevole sul secondo, espulso sul 5-1. Speriamo gli serva come esperienza, ma intanto la prossima la salta.

Colley 3,5: colpevole sul primo gol, risultando poco reattivo mentre Caicedo arriva da dietro ad insaccare. Poi quando sembra in ripresa combina altre tre “frittate” nel secondo tempo. Sbaglia intervento consentendo a Leiva di innescare Bastos sul quarto gol, poi regala un altro rigore alla Lazio abbracciando il pallone in piena area. Iinfine un liscio pieno nell’occasione dell’espulsione di Chabot. Fin qui era stato il nostro difensore migliore, oggi una partita incommentabile.

Murru 5: oltre ad essere complessivamente devastato da Lazzari, che comunque parte da molto più indietro e resta larghissimo, dove i nostri terzini non vanno ad aggredire, procura il rigore che di fatto chiude la partita. Involontario, sì, ma per lui questo tipo di intervento non è una novità. Produce poco anche in fase di spinta. Augello 6: entra e gioca benino quando la partita però è morta e sepolta.

Linetty 6,5: oggi l’unico dei nostri che avrebbe ben figurato in un’orchestra come la Lazio. Segna un altro gol tirando senza pensare e prova per tutta la partita a costruire e triangolare in spazi congestionati.

Thorsby 5,5: corre tanto come sempre, ma sbaglia più del solito anche perché costretto a giocare rapidamente, vista la foga dei laziali. Nel finale spostato in difesa al posto di Chabot.

Vieira Nan 5: poche aperture illuminanti, molti passaggetti e qualche pallone perso. Anonimo.

Jankto 5: faccio fatica a ricordare qualche sua giocata degna di nota. In teoria avrebbe dovuto avere spazio contro un Lazzari che predilige la fase offensiva. In pratica mai visto. Ekdal 5.5: messo dentro ad inizio ripresa da Ranieri per dare equilibrio e limitare i danni, corricchia senza produrre sussulti. Chiaramente in quella situazione poteva ben poco.

Gabbiadini 5,5: anche oggi l’impegno non è mancato, ma è riuscito ad andare al tiro solo poco prima di uscire, certamente anche perché servito poco e male. Bonazzoli 5,5: corre e si sbatte, ma anche lui non riesce a rendersi pericoloso. Con la squadra in 10 poi è ancora meno giudicabile.

Caprari 5: lo ricordo per un bello scambio con Linetty ad inizio partita e poi un tiro potenzialmente buono, deviato da Lazzari e poi da Strakosha. Per il resto gira largo dall’area, dove quando prova ad entrare viene annullato da Acerbi e compagni.

Le azioni principali:

Le parole di Claudio Ranieri

Le parole di Karol Linetty

Le parole di Simone Inzaghi

MB Forum

Commenti pre-partita

Commenti durante la partita

Commenti dopo la partita

Classifica serie A – 20° giornata

[wpedon id=”5153″]

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento