Emiliano Ariel Rigoni (Sampdoria 2019/20)

Nato a Colonia Caroya (Argentina), il 4 febbraio 1993) è un esterno offensivo che fa della tecnica individuale e della velocità le sue armi migliori. Ambidestro di piede, spesso parte dalla fascia per poi tagliare il campo e concludere in porta. Cresciuto calcisticamente nelle giovanili del A.C. Belgrano, arriva fino alla prima squadra, con cui, tra il 2013 e il 2015 totalizza 74 presenze (45 da titolare), 8 reti e 6 assist

A Gennaio 2016 passa all’Independiente dove si ferma fino al 2017 raggiungendo già numeri importanti, nonostante non sia certo una prima punta: 53 presenze, 16 gol e 9 assist. Nell’estate 2017 viene acquistato dallo Zenit Sankt Petersburg per una cifra attorno ai 9 milioni di euro, firmando un contratto quadriennale. Nel 2017/18 gioca 28 partite mettendo a segno 6 reti e 5 assist.

Nell’estate 2018 passa all’Atalanta in prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 15 milioni di euro. Ma con Gasperini non si ambienta completamente. Gioca 12 partite (6 da titolare), mettendo a segno comunque 3 reti. Non basta a convincere la dirigenza e nel Gennaio 2019 torna allo Zenit, con cui conclude la stagione giocando altre 12 partite, con 3 reti e 3 assist.

Stagione 2019/20

Il 2 settembre 2019 viene acquistato dalla Sampdoria con la formula del prestito annuale.

Acquistato nell’ultimo giorno del mercato estivo e sembrava un tassello adatto per il 4-3-3, modulo che poi non si è mai visto se non nelle primissime partite. Quando è arrivato però la barca era già mezzo affondata e poi abbiamo visto solo 3-5-2, 4-4-2 e 4-3-1-2. A quel punto è diventato totalmente inutile, non essendo un giocatore di carattere e corsa. Con l’arrivo di Ranieri, dopo alcune da titolare è stato relegato ai margini della rosa.

Serie A 2019/20: Sampdoria-Roma 0-0

Da ricordare un suo assist (calcio d’angolo da lui battuto) in occasione del pareggio interno col Lecce in pieno recupero. Nella stessa partita con una sua sfuriata sulla destra costringe l’avversario Tachtsidis a stenderlo rimediando la seconda ammonizione.

Serie A 2019/20: Sampdoria-Lecce 1-1

Voto 5. Gioca abbastanza con Di Francesco che lo prova sia come esterno d’attacco, che come seconda punta e addirittura come esterno di centrocampo. Ranieri non lo vede mai, anche perché la società non aveva evidentemente intenzione di far scattare la clausola di riscatto del giocatore in base a presenze. Per lui 0 gol e 1 assist in 580 minuti. Rispedito al mittente a Gennaio.

Rendimento numerico nella Sampdoria

L’esperienza dell’argentino Rigoni in maglia blucerchiata si chiude dopo appena 5 mesi. Questo il comunicato ufficiale che sancisce il suo ritorno alla squadra russa che ne detiene la proprietà: L’U.C. Sampdoria comunica di aver risolto consensualmente con il Futbol’nyj Klub Zenit Sankt-Peterburg l’accordo di cessione a titolo temporaneo relativo ai diritti alle prestazioni sportive del calciatore Emiliano Ariel Rigoni.

I commenti dei tifosi su MB Forum

Con i russi gioca la seconda parte di stagione collezionando e l’inizio di quella successiva 22 presenze, 3 reti e 1 assist. Il 5 ottobre 2020 viene ceduto nuovamente in prestito, questa volta agli spagnoli dell’Elche. Anche qui non si è fin qui coperto di gloria: 15 presenze (8 da titolare), 1 gol e 2 assist.

Ha debuttato con la maglia della nazionale maggiore argentina nella partita valida per la qualificazione ai Mondiali Russia 2018, giocata contro il Perù. Il mese successivo la seconda e ultima presenza in una amichevole contro la Nigeria




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.