Crea sito

Sampdoria – Stagione 1972/73

E’ un’Estate di profonda trasformazione, in cui si registrano ben sette partenze ed altrettanti arrivi. L’ormai storico portiere Battara viene sostituito dal giovane e valido Cacciatori, in difesa viene acquistato lo stopper Prini che prende il posto di Negrisolo, spostato nuovamente in mediana. A centrocampo lasciano Corni e Casone (rientrato al Milan da cui era in prestito). Davanti Cristin e Fotia vengono ceduti al Mantova da cui arrivano Badiani e Petrini, che già avevano esordito a Giugno nella coppa anglo-italiana. A completare l’attacco arriva il giovane Villa in prestito dal Milan. Tanti movimenti, ma la squadra del confermato tecnico Herrera, appare indebolita e piena di incognite. Il campo lo confermerà inesorabilmente.

Calcio Mercato Estate 1972 – Arrivi

Massimo CACCIATORI (P, Ascoli), Roberto PRINI (D, Bologna), Domenico ARNUZZO (D, Savona), Luigi CAPPANERA (C, Spezia), Roberto BADIANI (C, Mantova) Sauro PETRINI (A, Mantova), Silvano VILLA (A, Milan).

Calcio Mercato Estate 1972 – Partenze

Piero BATTARA (P, Bologna), Sergio REGGIANI (D, Taranto), Renzo CORNI (C, Modena), Roberto CASONE (C, Milan), Giorgio REPETTO (C, Mantova), Ermanno CRISTIN, Mantova), Rocco FOTIA (A, Mantova).

Calcio Mercato Autunno 1972 – Partenze

Paolo TUTTINO (A, Modena).

Cronaca della stagione 1972/73

La Coppa Italia mette subito in chiaro le cose col girone eliminatorio che vede la Samp racimolare appena tre pareggi in quattro partite. E se il primo, a Marassi contro l’Inter, poteva risultare positivo, i successivi con squadre di categoria inferiore, come Genoa e Lecco, erano deludenti. Per non parlare della sconfitta casalinga contro il Catanzaro. maturata nel secondo tempo dopo il vantaggio realizzato da Salvi.

In campionato la partenza è altrettanto difficile, tanti pareggi (sette), ma nessuna vittoria dopo le prime undici giornate. Aggiungendo le quattro di coppa i blucerchiati erano arrivati ormai a ben dieci pareggi in quindici partite, senza mai conquistare i due punti. Ci vuole il clima natalizio per riportare il sereno in casa Samp: un 2-1 casalingo ai danni del Bologna, con gol di Salvi e Spadetto rimette la squadra di Herrera in carreggiata il 24 Dicembre.

Ma si era capito che questa sarebbe stata stagione di grande sofferenza vista la cronica incapacità di andare a rete, con una media di circa un gol ogni due partite (la più bassa di sempre) che caratterizzerà l’intera annata. La Samp sembra comunque svoltare a Marzo con due vittorie a Bergamo e Terni per 2-0 su dirette concorrenti alla salvezza, con Salvi realizzatore di ben tre delle quattro reti. Ma il buio è ancora dietro l’angolo e le successive tre sconfitte, seguite da altrettanti pareggi per 1-1, rimandano il discorso all’ultima partita.

Alla trentesima giornata, con Ternana e Palermo già retrocesse, si gioca lo scontro diretto Atalanta (24)-Vicenza (22), mentre la Samp (22) va in casa del Torino, imbattuto al “Comunale” in quel campionato. Nel secondo tempo, con i blucerchiati sullo 0-0, il Vicenza passa in vantaggio a Bergamo e la classifica dice: Roma 24 (ma con una differenza reti molto migliore), Vicenza 24. Atalanta 24, Sampdoria 23. In quel momento, e per diversi minuti, quindi la B si materializza.

A poco più di dieci minuti dalla fine, con la partita equilibrata e abbastanza aperta a qualunque soluzione, Loris Boni inventa una serpentina che parte dalla trequarti e termina con un bel piatto angolato che supera il portiere granata. L’oceanica tifoseria doriana assiepata sugli spalti dello stadio di Torino, può esultare per un gol che vale la salvezza, visto che a parità di punti con le altre tre a 24 punti, è l’Atalanta ad avere la peggio.

Tutti i tabellini e le classifiche della stagione 1972/73:

Sampdoria – Partite ufficiali 1972/73

Tabella dei risultati nella stagione 1972/73

Rosa giocatori per la stagione 1972/73

Giocatori ceduti nell’Autunno 1972

Allenatore: Heriberto Herrera Udrizal

NB: In celeste i giocatori confermati, in rosso quelli nuovi, in verde quelli provenienti dalle giovanili.

Stagione precedente:

Sampdoria – Stagione 1967/68

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *