Sampdoria – Stagione 1966/67

Nel primo anno della Sampdoria in serie B, ci fu in primis l’avvicendamento tra il vecchio presidente De Franceschini e il nuovo, Salatti. Alla direzione tecnica della squadra venne riconfermato Fulvio Bernardini, con Poggi allenatore. Si puntò ancora sui giovani e la campagna acquisti gestita da Sanguineti e Colantuoni riguardò pochi giocatori. Arrivarono il mediano di spinta Tentorio, il fantasista Vieri e il bomber Francesconi, più alcune riserve. Lasciarono la Samp ben quattro giocatori acquistati solo un anno prima: David, Catalano, Giampaglia e Novelli. Ma anche il portiere Sattolo, ormai scavalcato da Battara dopo anni da titolare e Marocchi, ritirato dopo una lunghissima militanza in blucerchiato.

Calcio Mercato Estate 1966 – Arrivi

Enzo MATTEUCCI (P, Roma), Luciano MONTICOLO (D, Ponziana), Marcello TENTORIO (C, Bologna), Roberto VIERI (C, Fiorentina), Luciano RIGATO (A, Empoli), Fulvio FRANCESCONI (A, Roma), Gian Piero GHIO (A, Monza)

Calcio Mercato Estate 1966 – Partenze

Franco SATTOLO (P, Torino), Paolo MAROCCHI (D, ritirato) , Mario DAVID (D, Alessandria), Giuseppe TRINCHERO (D, Alessandria), Luis César Vicente CARNIGLIA LOPEZ (C, Milan), Rossano GIAMPAGLIA (C, Livorno), Carlo NOVELLI (C, Arezzo), Biagio CATALANO (C, Mantova), Giovanbattista PIENTI (A, Reggiana)

Cronaca della stagione 1966/67

La stagione si aprì con un derby in coppa Italia a inizio Settembre risolto nel finale da un gol di Tentorio su rigore, vittoria replicata nel secondo turno contro la Salernitana a Novembre. Il campionato fu una “cavalcata” vincente fin dal principio. Addirittura nessuna sconfitta fino a oltre metà Febbraio, quando arrivò l’unico periodo un pò difficoltoso: eliminazione ai rigori contro il Lecco al terzo turno, squadra quell’anno in A, e tre giorni dopo la prima ed unica sconfitta casalinga stagionale contro la Reggiana.

Ma i blucerchiati ripresero subito la retta via nonostante una sconfitta nel derby di ritorno ed un’altra a Modena a Maggio. Finale convincente nonostante il risultato fosse ormai stato raggiunto: tre vittorie casalinghe, senza prendere gol, intervallate da una sconfitta, a promozione già ottenuta, a casa dei “cugini” del Savona, poi retrocessi comunque per un punto.

La Samp concluse con la matematica promozione in serie A a cinque giornate dal termine e vinse il campionato con ben 54 punti ed un record difficilmente battibile di 4 reti subite in casa in 19 partite, che diventano 5 in 22 se si aggiungono le tre gare in coppa.

Strepitosa la vena realizzativa di Francesconi che chiuse la stagione con 21 reti, seguito da Salvi a 12 e Tentorio, rigorista,  e Vieri a 5. Solo 3 i centri per Cristin, che in quella stagione fu utilizzato anche come ala destra ad aprire varchi per gli altri attaccanti. Battara ad un certo punto del campionato rimase imbattuto per ben 740 minuti.

Tutti i tabellini e le classifiche della stagione 1966/67:

Serie B 1966/67: Sampdoria-Salernitana 1-0

Tabella dei risultati nella stagione 1966/67

Rosa giocatori per la stagione 1966/67

Allenatore: Ernesto Matteo Poggi. D.T. Fulvio Bernardini.

NB: In celeste i giocatori confermati, in rosso quelli nuovi, in verde quelli provenienti dalle giovanili.

Stagione precedente:

Sampdoria – Stagione 1956/57

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *