Stefano Okaka Chuka (Sampdoria 2014-2015)

Nato a Castiglione del Lago (PG) il 9 agosto 1989) è un attaccante molto fisico, ma dotato di buona tecnica e una corsa in progressione importante. Cresce nelle giovanili del Cittadella e poi, dai 15 anni, nella Roma dove si dimostra un vero fenomeno prima nella squadra allievi e poi in primavera, tanto da essere portato in panchina in prima squadra ad appena 15 anni. Nella stagione seguente esordisce contro l’Aris Thessalonikīs, divenendo il più giovane giocatore italiano nelle coppe europee.

Realizza il suo primo gol  in Napoli-Roma di Coppa Italia (più giovane marcatore nella storia della competizione). Esordisce nei mesi successivi in campionato e nella stagione seguente in Champions League. Nell’estate 2007 viene ceduto in prestito al Modena, in Serie B, dove disputa 34 partite (16 da titolare), realizzando 7 reti. Dall’estate del 2008 torna alla Roma, che lo cede poi per un secondo prestito nel Febbraio 2009, al Brescia, in Serie B. Colleziona 18 presenze, 2 reti e 1 assist.

Nel Febbraio 2010 viene ceduto, ancora in prestito, al Fulham (13 presenze, ma solo 3 da titolare, e 3 reti), e nel Gennaio 2011 al Bari (10 partite e 2 gol). Torna alla Roma dove inizia la stagione 2011/12 prima di lasciare per l’ultima volta la capitale nel mercato invernale successivo. Complessivamente con la maglia giallorossa ha disputato 61 partite (ma solo 15 da titolare) con 6 reti e 5 assist.

Nel Gennaio 2012 passa al Parma (14 presenze, 3 gol) che nell’estate successiva lo cede in prestito allo Spezia, con cui gioca 38 partite segnando 7 gol e 6 assist.

Stagione 2013/14

Il 31 gennaio 2014 la Sampdoria lo acquista a titolo definitivo. Il 9 febbraio esordisce giocando dal primo minuto la partita Sampdoria-Cagliari 1-0.  Realizza la sua prima rete nella vittoria sul campo del Torino (2-0).

Serie A 2013/14: Torino-Sampdoria 0-2

Replica nella partita successiva quando la Samp, sotto per 0-2 col Livorno, compie una rimonta clamorosa vincendo per 4-2.

Serie A 2013/14: Sampdoria-Livorno 4-2

Va poi a segno contro Sassuolo, Catania (realizzazione fantastica su azione personale) e Udinese, sempre in trasferta.

Voto 7. Smentisce molti scettici e si inserisce bene segnando 5 gol di ottima fattura, compresa una vera perla contro il Catania, una delle più belle azioni della serie A 2013/14. Fornisce anche diversi assist. Vedremo se si saprà riconfermare, allora sarà stato un grande acquisto.  

Stagione 2014/15

Nonostante la forte concorrenza (soprattutto nella seconda parte di stagione quando arrivano Correa, Muriel Fruto ed Eto’o), riesce a giocare quasi sempre da titolare, rendendosi utile nonostante una vena realizzativa inferiore rispetto alla stagione precedente. A inizio campionato si inventa comunque uno dei più bei gol della storia blucerchiata contro il Torino, simile a quello di Catania, ma ancora più spettacolare.

Va poi a segno contro il Milan a Marassi (2-2) e nelle vittoriose trasferte di Verona (3-1) e Bergamo (2-1).

Serie A 2014/15: Hellas Verona-Sampdoria 1-3

Serie A 2014/15: Atalanta-Sampdoria 1-2

Voto 5,5. Straordinario fino a dicembre, indolente e persino irritante a tratti dall’anno nuovo in avanti. Fino a quando ha saputo utilizzare il suo strapotere fisico con intelligenza è stato un fattore della Sampdoria rocciosa del girone d’andata, dopo si è inevitabilmente e gradualmente perso per strada. Alle cifre giuste credo sia giusto venderlo.

Rendimento numerico nella Sampdoria

Il 27 luglio 2015 viene acquistato dall’Anderlecht per 3,3 milioni di euro. In Belgio disputa una grande stagione con 49 presenze, 17 reti e 4 assist. Nell’Agosto 2016, l’attaccante viene ceduto al Watford, allenato da Mazzarri, ma qui le cose non vanno così bene. In due stagioni e mezzo. 39 partite, ma solo 14 da titolare, con 5 reti e 1 assist. Nel mercato invernale 2019 passa all’Udinese dove ancora oggi gioca. Fin qui 58 presenze, 16 gol e 4 assist.

Vanta 14 presenze e 4 gol nelle nazionali giovanili e 5 presenze (l’ultima pochi mesi fa sotto la gestione Mancini) e 1 rete in quella maggiore.

fonti: ManicomioBlucerchiato, Wikipedia e Transfermarkt.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *