Simone Zaza (Sampdoria 2010/11)

Nato a Policoro, 25 giugno 1991 è un centravanti di buona prestanza fisica, alla quale abbina una discreta tecnica di base. Dotato di un sinistro potente e preciso, spicca per grinta e spirito di sacrificio. Cresce calcisticamente nel settore giovanile dell’Atalanta Il 1º marzo 2009, a 17 anni, esordisce in prima squadra in Atalanta-Chievo (0-2). Chiude l’esperienza con l’Atalanta dopo 3 presenze, non rinnovando il contratto.

Stagione 2010/11

Il 1º luglio 2010, da svincolato, sottoscrive un contratto quadriennale con la Sampdoria. La stagione lo vede impiegato prevalentemente nella formazione Primavera, ma il 16 febbraio 2011 esordisce in prima squadra durante il derby Sampdoria-Genoa 0-1, subentrando al 78′ a Dessena. La seconda presenza la trova nella trasferta di Firenze (0-0), quando gioca una manciata di minuti.

Voto SV: viene convocato qualche volta in prima squadra, ma gioca solo due spezzoni finali. Ingiudicabile,

Riepilogo numerico con la Sampdoria

Nell’Estate 2011 viene ceduto in prestito alla Juve Stabia in Serie B, nella quale esordisce il 27 agosto 2011 durante Empoli-Juve Stabia (2-1) e colleziona solamente 4 presenze e 1 assist. Quindi il 5 gennaio 2012 viene ceduto in prestito al Viareggio in Lega Pro dove Zaza gioca 18 volte andando a segno 11 gol. Tornato a Genova per fine prestito, il 17 luglio 2012 si trasferisce, sempre a titolo temporaneo, all’Ascoli, in Serie B. Qui esplode mettendo a segno 18 gol e 4 assist in 36 partite, che non bastano all’Ascoli per evitare la retrocessione in terza serie.

CALCIOMERCATO/ Anche Simone Zaza nel mirino degli osservatori nerazzurri

Il 9 luglio 2013 la Juventus acquista Zaza a titolo definitivo dalla Sampdoria per un importo di 3,5 milioni di euro pagabili in tre anni; contestualmente la Juventus lo cede al Sassuolo in compartecipazione. In maglia neroverde resta per due stagioni in cui gioca 69 volte (56 da titolare) con 21 reti e 5 assist nel 4-3-3 di mister Di Francesco.

OFFICIALLY OFFICIAL: Juventus sign Sassuolo striker Simone Zaza - Black & White & Read All Over

Nell’estate 2015 va alla Juventus (che rileva la seconda metà del cartellino) e raggiunge l’apice della sua carriera. Vince Scudetto, Coppa Italia e Supercoppa e pur giocando poco (24 presenze di cui solo 8 come titolare), va a segno 8 volte, con 2 assist, risultando importante per la squadra bianconera.

Zaza racconta la svolta della Juventus: "Merito dei senatori" - GazzaNet

Nell’Estate 2016 si trasferisce al West Ham in prestito oneroso per 5 milioni di euro. Ma delude (11 presenze, 0 gol) e a Gennaio si trasferisce, in prestito con diritto di riscatto, al Valencia. A fine stagione la squadra spagnola riscatta interamente il giocatore. In una stagione e mezzo realizza 19 reti e 6 assist in 59 partite (44 da titolare).

Come sta Zaza? Storia di una rinascita | LineaOroShop

Nell’Estate 2018 viene acquistato dal Torino per 15,6 milioni di euro. Da allora, tra alti (pochi) e bassi (tanti), gioca per la società granata. Per ora appena 15 gol e 6 assist in 65 presenze, di cui ben 27 giocate da subentrante.

La Fiorentina segue Zaza del Torino. Su di lui ci sono anche il Siviglia e l'Espanyol

Vanta 18 presenze e 2 reti in nazionale maggiore tra il 2014 e il 2018 (compreso l’Europeo 2016), e 7 partite con 1 gol in quelle giovanili.

fonti: ManicomioBlucerchiato, Wikipedia e Transfermarkt.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *