Serie B 2001/02: Sampdoria-Crotone 0-2

Genova, 21 Aprile 2002 – Serie B, 32° giornata

Sampdoria-Crotone 0-2

23′ Pecorari, 71′ Giampà

SAMPDORIA: (4-4-2): Mondini, Sakic, Conte, Grandoni, Manighetti (60′ Marcolin), Vasari (29′ st Sanna), Cucciari, Bernini (67′ Esposito), Possanzini, Flachi, Luiso. (22 Casazza, 17 Stendardo, 4 Strada, 23 Iacopino). All. Bellotto.

CROTONE (4-4-2): Cesaretti, Diliso, Porchia, Pecorari, Geraldi, Fialdini (90′ Russo), Cordova (49′ Leone), Giampa’, Juric, Deflorio (89′ Osorio), Sculli. (74 Dei, 20 Fiore, 7 Sarli, 2 Gonzalez).

  • Arbitro: Palmieri di Cosenza.
  • Angoli: 7-3.
  • Ammoniti: Diliso, Pecorari, Manighetti, Giampa’ e Marcolin per gioco scorretto, Luiso, Flachi, Vasari per comportamento non regolamentare.
  • Spettatori: 9.500 circa.

Incredulità, questa è stata la mia reazione nell’aprire la pagina internet della Gazzetta questa mattina e vedere una foto della partita della Samp. Dopo mesi di crisi, pensavo infatti si trattasse del giorno della riscossa, contro un Crotone già retrocesso e ultimamente bastonato da tutti in campionato. Speravo che quella foto si riferisse che so, al record di gol segnati da una squadra in serie B in una partita, o che magari Flachi avesse segnato 4 reti…

Nulla di tutto ciò! La Samp era in copertina di pagina per aver perso 0-2 in casa ed aver messo definitivamente un piede in serie C. E come se non bastasse il piccolo Crotone ha fatto la figura del Real Madrid a Marassi dominando dall’inizio alla fine. Credo proprio che ieri si sia toccato il punto più basso ed umiliante da quando tifo la Sampdoria. E dire che dopo lo 0-3 interno con l’Ancona non osavo pensare si potesse scendere ancora più giù… Ebbene si siamo riusciti!

Il futuro è grigio. Difficile pensare di vincere a Modena, ma proviamoci! Io come tutti voi altri tifosi blucerchiati, cercherò di spingere con la forza del pensiero la squadra in difficoltà. Non credo nel poco impegno dei giocatori… purtroppo nel calcio capitano periodi cosi… la squadra tipo è tra le migliori della serie B, ma come è successo al Genoa per mesi, siamo in un tunnel, da cui è difficile uscire ma si deve uscire! Ce la faremo!

Anche dalla Germania batte un cuore 100% Doriano, ora più che mai…

Forza Ragazzi!

Sampdoria ko, una vergogna

La Sampdoria è crollata sotto i colpi del Crotone, ultimo in classifica e già sicuro della retrocessione in C, e ora sul piano sportivo è nel dramma. Ieri, davanti al proprio pubblico inferocito, tanto da assediare per due ore e mezza a fine partita la squadra, i blucerchiati hanno disputato una gara vergognosa. A nulla è valsa la sfuriata nell’ intervallo del DS Arnuzzo, né la rabbia dei due vice presidenti Lanzoni e Bisagno, unici dirigenti allo stadio.

Bellotto, che non ha saputo fornire spiegazioni per una simile disfatta, non è stato esonerato. Potrebbe accadere oggi, dopo una riunione tra il presidente Garrone e il nuovo direttore generale Marotta, in arrivo a Genova. Ma le alternative (richiamare Cagni, affidarsi al suo ex vice Maccoppi o al responsabile del settore giovanile Invernizzi) non convincono. Come sembra azzardato assumere un tecnico disoccupato.

Pecorari e Giampà i giustizieri

Bastano due minuti per annunciare il disastro. Nei primi centoventi secondi infatti il Crotone va due volte vicino al gol, con le puntate insidiose di Fialdini e Sculli. Una Samp compassata e in difficoltà a centrocampo patisce oltremisura l’ aggressività e il pressing dei calabresi. All’ 11′ un’ iniziativa di Sculli offre un pallone d’ oro a Deflorio, che spreca clamorosamente da posizione favorevolissima.

I brividi non scuotono i blucerchiati e al 23′ , strameritato, arriva il vantaggio ospite. Su una punizione dalla sinistra del cileno Cordova i difensori della Samp perdono completamente di vista l’ ex genoano Pecorari, che stacca indisturbato e di testa batte Mondini. La reazione doriana è tutta in un’ iniziativa di Flachi che, due minuti più tardi, dà un ottimo pallone a Luiso che si fa rimpallare il diagonale da Pecorari. Al 46′ Mondini nega il raddoppio a Sculli e allo scadere del tempo Flachi segna, ma in fuorigioco.

L’inizio della ripresa vede una Samp più decisa che nei primi sette minuti va vicina al pareggio: l’ occasione più grossa, al 4′, quando Cesaretti alza in angolo un colpo di testa ravvicinato di Luiso. Il Toro di Sora ci riprova tre minuti più tardi, si fa respingere il diagonale dal portiere sulla cui ribattuta fa davvero una brutta figura, calciando malamente a lato. I cambi di Bellotto, con Marcolin per Manighetti ed Esposito per Bernini, affossano definitivamente le speranze della disastrosa Sampdoria di ieri.

Puntuale arriva, al 27′ , il raddoppio: inaccettabile il modo in cui i difensori, con Sakic a bordo campo, si lasciano sorprendere su rimessa laterale, lasciando Giampà solo davanti a Mondini, che non può nulla sull’ agevole conclusione. È il gol che chiude il match e che regala alla Samp fischi a volontà ed un finale di stagione all’ insegna della paura. 

Le pagelle

Mondini 6: salva più volte la sua porta nell’ allucinante primo tempo, quello in cui il Crotone si cimenta in un tiro al bersaglio.

Sakic 4.5: ad un certo punto, nella prima parte della gara, sotto la Sud, lascia passare un cross di De Florio, su cui poi Mondini deve smanacciare per anticipare Giampà. Chiaro segno di confusione totale, quella che lo anima per tutta la gara.

Grandoni 5: la retroguardia traballa e lui quasi si nasconde. Non si dice di immolarsi, ma quando ci vorrebbe una chiusura che conta, lui non c’ è mai.

Conte 4.5: emblematico è il modo in cui Sculli lo salta al 10′ del primo tempo. Difficile vedere un difensore così fermo anche sui campi dei dilettanti.

Manighetti 5: di sicuro non spinge sulla fascia. E a livello difensivo fa tenerezza quando deve stendere lo scatenato Fialdini. Dal 15′ st Marcolin 5: impalpabile.

Vasari 4: se qualcuno lo ha visto, lo segnali alla Sud. Che lo cerca, magari per ringraziarlo di tanta qualità, invano. Dal 30′ st Sanna sv.

Cucciari 4.5: secondo il pensiero di Bellotto avrebbe dovuto garantire qualità. Deve aver lasciato il marchio doc negli spogliatoi.

Bernini 5.5: nel primo tempo è l’ unico che ramazza. Purtroppo per la Sampdoria pure lui sparisce nella ripresa. Dal 22′ st Esposito 5: si mangia un gol che sembra già fatto.

Possanzini 4: forse ha litigato con il fornitore dei tacchetti, perché gioca tutta la partita in punta di piedi. Mai un guizzo.

Flachi 5.5: nemmeno lui stavolta esalta la folla, a parte un paio di assist per Luiso ed Esposito. Alla fine è invocato dalla gradinata, stridente contrasto con gli insulti per i suoi compagni. Ma è più un omaggio al passato che un tributo al presente, fatto anche per lui di una preoccupante involuzione.

Luiso 4: l’ ombra dell’ ariete di un tempo. Per due volte ha sui piedi la palla del pareggio e spreca. I tifosi lo prendono in giro, mandandolo in nazionale, e lui reagisce. Domenica da dimenticare.

[archivio repubblica.it]

Classifica serie B – 32° giornata

[wpedon id=”5153″]

Partita successiva:

Serie B 2001/02: Modena-Sampdoria 2-0

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento