Serie B 2001/02: Cagliari-Sampdoria 0-2

Cagliari, 21 Settembre 2001 – Serie B, 5° giornata:

Cagliari-Sampdoria 0-2

80′ Luiso, 94′ Vasari (assist Flachi)

Cagliari (3-5-2): Pantanelli, Circati, Grassadonia, Lopez, Lucenti, Pinna (67′ Abeijon), Cavallo, Colasante (53′  Conti), De Angelis (89′ Melis), Cammarata, Suazo. (25 Mancini, 4 Modesto, 19 Soro, 16 Capone). All. Sala.

Sampdoria (4-4-2): Casazza, Conte, Sakic, Grandoni, Zivkovic (56′ Sanna), Lombardo (21′ Vasari), Tricarico, Marcolin, Possanzini, Flachi, Luiso (85′ Bonomi).(1 Mondini, 17 Stendardo, 4 Traversa, 11 Esposito). All. Bellotto.

  • Arbitro: Rossi di Ciampino
  • Angoli: 6-4.
  • Ammoniti: Cavallo, Lopez, Lucenti, Pinna, Sakic per gioco falloso, Possanzini per simulazione.
  • Spettatori: 8.000 di cui 150 circa sampdoriani.

La Samp espugna il S.Elia e rivede un pò di sereno all’orizzonte, anche se la rimonta verso le zone nobili al momento appare quanto mai problematica. E’ chiaro che l’arrivo di Bellotto ha dato una scossa all’ambiente, tant’è che i blucerchiati hanno giocato con + mordente del Cagliari che doveva vincere a tutti i costi. Non bisogna ancora illudersi però! I problemi ci sono, l’attacco, nonostante il grande lavoro di 2 ali come Vasari e Possanzini che in serie B non hanno eguali, non costruisce tantissime occasioni da gol.

C’è da dire comunque che il Cagliari (nonostante il modulo a zona) ha adottato marcature strette e gli spazi erano pochi. Si spera poi che venga ormai accantonato Lombardo, ormai non più in grado di dare un apporto perlomeno decente. Infine auspichiamo un maggior utilizzo da parte di Esposito e Jovicic, messi ultimamente nel dimenticatoio ma entrambi attaccanti di razza.

Per la cronaca solo due errori madornali di Grassadonia hanno spianato alla Samp la strada della vittoria. Su un eventuale 0-0 non ci sarebbe stato nulla da eccepire pur contando che i doriani hanno tenuto + possesso di palla. Ora Samp in casa con Palermo, Torino (in coppa) e Bari. Attendiamo conferme.

Le pagelle

Casazza 6, Conte 7, Sakic 6.5, Grandoni 6, Zivkovic 6 (Sanna 6), Lombardo 5 (Vasari 6.5), Tricarico 6, Marcolin 6, Possanzini 6.5, Flachi 5.5, Luiso 6 (Bonomi sv).

Speciale DORIANISARDI su Cagliari-Sampdoria

L’appuntamento è alle 17, tutti muniti di sciarpa e di qualunque cosa blucerchiata si possa trovare; la puntualità si sa, è una virtù di pochi, ma questa volta solo io arrivo tardi, e subito i cori :”Vieni quando vuoi eh!”. Ma io stavolta non rispondo, troppo importante la giornata. Verso le 18 arriviamo all’albergo che ospita la squadra, e dopo pochi minuti ecco arrivare Vasari, che parla per più di mezz’ora con due biondine.

Alla fine della dolce chiacchierata, è ora di scattare la prima foto. Chiediamo a Gaetano di tenere in mano la sciarpa e lui è gentilissimo, grande Gaetano!!  Per un po’ stiamo ad aspettare che qualcuno si faccia vivo, ed ecco Luiso che si affaccia e ci saluta… vai Pasquale!! Aspettiamo anche Marcello che ha preso l’aereo per venire a vedere la partita, questo è vero amore per la Samp! Verso le 19 iniziano a farsi vedere i giocatori, noi siamo all’ingresso, e aspettiamo soprattutto di vedere la bandiera Attilio Lombardo e ovviamente Bellotto.

Le discussioni non mancano, il momento in campionato non è felice, ma la Samp si ama sempre, c’è chi parla di Cagni, ma non è il momento di ricordare certi personaggi… Piano piano scendono tutti, e ci sono foto anche per Luiso e Sakic. Vediamo anche gli ex fuori rosa Jovicic e Sanna, oltre al fantasma Jurcic. Arriva Lombardo, noi gli facciamo un applauso, ma ci sembra freddino, così come Esposito… ma bisogna capire che il momento è difficile per tutti. 

Finalmente arriva Bellotto. Il mister firma autografi a dei ragazzini presenti, noi siamo un pò defilati. Poi però Bellotto ci vede e ci accoglie come nessuno si sarebbe mai potuto aspettare. Io gli chiedo di fare una foto, e lui invita tutti. Bellotto ci chiede se siamo di Genova, e non appena gli diciamo che siamo cagliaritani, quasi non ci crede e ci ringrazia tutti e noi in compenso gli chiediamo una vittoria… La corriera è arrivata, noi salutiamo tutti e ci prepariamo per andare al S.Elia, poco distante dall’albergo stesso.

Ecco arrivare Marcello, dopo mesi di militare finalmente lo riabbracciamo, vai Marcy!! E’ tempo di andare… Arrivati allo stadio S.Elia, dopo i soliti noiosi controlli, arriviamo nel settore ospiti. Lo stadio è ancora deserto, ma manca più di un’ora. Sono comunque già presenti alcuni ultras del Doria che si divertono con pompieri e operatori Tele+.

Il clima è sereno, è tempo di rifocillarsi… I dorianisardi si vogliono proprio bene… Luca e Simone per certi versi ricordano Blanc e Barthez, solo che anziché un bacio, Simone si becca una dentata in testa… Vabbè, non si può avere tutto dalla vita. Più indietro un altro dorianosardo (Tore) consuma l’ultimo pasto prima della battaglia, un pacco di patatine da 3.000 lire…, dai servono energie per incitare la nostra squadra!

Prima che arrivino gli altri tifosi, è tempo di fotografarci tutti, in compagnia del nostro bellissimo striscione, anche se non si vede proprio tutto.

Si avvicina l’inizio, ed ecco che gli 11 eroi entrano e si scaldano vicino al nostro settore. Bellotto ci saluta, e noi cerchiamo di caricare la squadra, invitandoli a tirare fuori i c… Ecco una foto:

Inizia la partita, l’equilibrio regna sovrano, ma Possanzini sembra in palla. Suazo fa un po’ paura quando parte, ma Sakic e Conte sono in giornata di grazia. Entra Vasari per Lombardo, e la partita cambia, si può provare a vincere. La partita scorre senza troppe emozioni, ma a 10 minuti dalla fine, Luiso si trova solo davanti alla porta e fulmina Pantanelli…

Esplode la nostra gioia, Luiso corre verso di noi e ci dedica il gol, è un emozione unica. Arriva anche il 2-0 finale, una liberazione pensando alla beffa dello scorso anno… L’umore è alle stelle, lasciamo lo stadio sprizzando felicità da tutte le parti, la nostra Samp è risorta. Tutti ci salutiamo e ci diamo l’appuntamento per vedere Sampdoria-Palermo a casa di Luca.

Due dei nostri, più tardi, decidono di tornare in albergo dove trovano Bellotto. Il mister stringe loro la mano e ringrazia tutti noi per l’apporto durante la gara, insomma, una grandissima persona prima ancora che un allenatore eccezionale. Questa grande serata finisce, una sola parola: INDIMENTICABILE! Ciao e sempre “FORZA SAMPDORIA!!!”

Andrea [sito dorianisardi]

Classifica Serie B  – 5° giornata




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *