Serie A 2019/20: Torino-Sampdoria 1-3

Torino, Sabato 08 Febbraio 2020, ore 18:00 – serie A, 23° giornata
Torino-Sampdoria 1-3
55′ Verdi, 70′ Ramirez Pereyra, 75′ Ramirez Pereyra (assist Quagliarella), 78′ Quagliarella (r)

Torino (3-4-3): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Lyanco; De Silvestri, Rincon, Lukic, Aina (30′ st Ansaldi); Verdi (36′ st Meité), Belotti, Berenguer. A disp.: Ujkani, Rosati, Singo, Bremer, Djidji, Adopo, Edera, Millico. All. Longo.

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Colley, Murru; Thorsby, Ekdal, Linetty; Ramirez (40′ st Bertolacci); Gabbiadini, Quagliarella (45′ st La Gumina). A disp.: Seculin, Yoshida, Chabot, Augello, Vieira, Barreto, Leris, Bonazzoli, Jankto, Maroni. All. Ranieri.

  • Arbitro: Valeri di Roma (ass. Preti e Bresmes; IV uomo Baroni; Var Doveri; Avar Bindoni).
  • Ammonizioni: pt 21′ Tonelli (S), 22′ Berenguer (T), 39′ Ekdal (S), 46′ Thorsby (S); st 14′ Belotti (T), 23′ Murru (S), 24′ Rincon (T), 38′ Colley (S).
  • Espulsi: st 33′ Izzo (T).

Gran prova di carattere della squadra di Ranieri che stravince con merito sul campo di un Torino in grande crisi, nonostante il cambio di allenatore, rimontando lo svantaggio maturato nel secondo tempo. Un grande Ramirez, insieme a Quagliarella, hanno preso per mano una squadra a differenza degli avversari, non in crisi, ma comunque sempre un pò in difficoltà per via di quella classifica, fino ad oggi traballante, oggi un pochino meno.

I punti da fare per arrivare alla quota salvezza saranno comunque tanti, ma i nostri giocatori più importanti iniziano a dare segnali importanti con una certa costanza. Dietro invece nonostante una partita quasi perfetta, si continuano a verificare svarioni dei singoli, che rischiano di rovinare tutto. Per fortuna però di qualità ne abbiamo, ed anche se a sprazzi in questa stagione, ogni tanto i colpi di Ramirez, Quagliarella e Gabbiadini risolvono.

Prima frazione poverissima di emozioni, come tutto sommato prevedibile viste le recenti delusioni delle due squadre. I padroni di casa inizialmente ci hanno provato un pò di più, ma la Samp non ha concesso nulla e pian piano ha preso campo. Le uniche azioni sul taccuino risultano un colpo di testa di Berenguer, facile preda di Audero, al 36′, ed un tiro in corsa da buona posizione di Ramirez, su perfetto assist di Quagliarella al 37′. I primi 45 minuti si concludono con uno scontato e giusto 0-0.

Ripresa invece molto più viva, con le squadre che scoprono da subito le carte. Al 5′ Quagliarella libera Ramirez con un filtrante verticale, ma l’uruguaiano ostacolato da N’Kolou, non riesce a calciare bene. Blocca Sirigu. Al 10′ una nuova “frittata” di Colley: buca un pallone abbastanza semplice su verticalizzazione di Berenguer e Verdi si trova a tu per tu con Audero, che nel mentre è a metà strada ed incassa gol su un tiro “ciabattato” dal trequartista granata, che finisce all’angolino.

La Samp non si scompone più di tanto anche se la reazione non è di quelle “violente”. In ripartenza Gabbiadini al 17′ serve Thorsby sulla destra. Il norvegese salta Lyanco con dribbling verso l’interno, ma spara a lato nettamente col sinistro a girare. Molto più preciso Ramirez al 25′ che col magico sinistro su punizione dal limite dell’area, infila il pallone all’incrocio dei pali inventando una parabola magistrale ed imparabile. Nulla da fare per Sirigu.

Torino-Sampdoria 1-3: Verdi illude, Ramirez e Quagliarella riportano la Sampdoria alla vittoria - Eurosport

Passano pochi minuti ed al 30′ è già sorpasso: rimessa laterale di Murru, triangolo di Ramirez con Quagliarella e tiro immediato del trequartista che batte nuovamente l’estremo granata.

Serie A, Torino-Sampdoria 1-3: cronaca e tabellino

La festa si completa al 33′ quando Lietty innesca Quagliarella con un tocco da sotto ed il bomber prende nettamente la posizione rispetto a Izzo. L’ex genoano, ormai battuto, lo ostacola quando sta per calciare in porta. Espulsione del difensore e rigore trasformato di potenza dal capitano.

Torino-Sampdoria 1-3, parte male l'avventura di Longo - PeriodicoDaily Sport

Non succede null’altro di importante fino alla fine. La Samp non fatica ad amministrare il doppio vantaggio contro un avversario che dopo i gol doriani ha ceduto di schianto anche dal punto di vista della grinta. Evidente segnale di una squadra molto “malata”.

Con questi tre punti importantissimi, i blucerchiati si portano momentaneamente a +7 sulla zona retrocessione e si avvicinano al gruppetto di medio bassa classifica che comprende Udinese, Fiorentina (prossima avversaria in casa), Sassuolo ed ormai lo stesso Torino. Un pò di continuità e gli spettri cattivi potrebbero allontanarsi definitivamente.

Le pagelle

Audero 6-: impegnato poco o nulla, non esce su alcuni cross che sembrano alla portata, mentre in occasione del gol si ritrova a metà strada. Non ha grandi colpe, ma ancora una volta incassa un gol a fronte di nessuna vera parata importante.

Bereszynski 6: nel primo tempo sbaglia un pò troppo e si fa bruciare alcune volte da Aina. Nella ripresa decisamente meglio.

Tonelli 6,5: altra prestazione convincente del centrale tornato alla Samp a Gennaio. Innesto fondamentale vista la situazione, in attesa di scoprire le qualità di Yoshida che eventualmente potrebbe essere suo compagno di reparto.

Colley 5,5: un’altra buona partita rovinata dallo svarione sul gol che costa carissimo..

Murru 6: nel primo tempo patisce De Silvestri, nella ripresa partecipa maggiormente alla fase offensiva e chiude bene le sortite avversarie..

Thorsby 5,5: dopo un buon primo tempo, perde alcuni palloni sanguinosi nel secondo tempo e fallisce una buona occasione per pareggiare. Jankto 6: entra nel momento in cui la Samp è sotto e deve rimontare. Non partecipa alle azioni determinanti, ma la Samp con lui in campo segna tre gol. Un talismano oggi..

Ekdal 6,5: una delle prestazioni più convincenti degli ultimi tempi, recupera il pallone che da il via all’azione del rigore ed espulsione, che di fatto chiude la partita.

Linetty 6,5: nulla di trascendentale, ma fa il suo come sempre con corsa e qualità in entrambe le fasi. E’ decisivo in occasione dell’azione del rigore “scodellando” un pallone perfetto per Quagliarella.

Ramirez 7,5: altra grandissima prestazione- Fallisce un gol, anche per la bravura del difensore, poi ne segna due pregevoli e risolve la serata del popolo blucerchiato. Se non ci fosse lui quest’anno in certe partite… Bertolacci 6: utile la sua esperienza nel finale di partita.

Gabbiadini 6-: gioca molti palloni, ma non riesce ad innescare mai il suo tiro formidabile. E’ comunque “in partita” dall’inizio alla fine. Speriamo stia risparmiando i suoi colpi per giornate in cui serve.

Quagliarella 7: decisamente più in palla in queste ultime partite. E’ decisivo sul secondo e sul terzo gol, ma in generale sembra atleticamente più presente e più lucido nei passaggi La Gumina 6: entra per fare un pò di “sportellate” coi difensori ospiti. Pochi minuti per iniziare a conoscere la maglia blucerchiata.

Commenti post partita sul forum

Le azioni principali

Le parole di Ranieri

Le parole di Ramirez

Le parole di Bereszynski

Le parole di Longo

Il commento di Gianpy

Classifica serie A – 23° giornata




Partita successiva

Sampdoria-Fiorentina 1-5, commento e pagelle

Partita precedente

Sampdoria-Napoli 2-4, commento e pagelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *