Serie A 2019/20: Sampdoria-Roma 0-0

Genova, Domenica 20 Ottobre 2019 – serie A, 8° giornata
Sampdoria-Roma 0-0

Sampdoria (4-4-2): Audero Mulyadi; Bereszynski, Murillo Ceron, Colley, Murru; Rigoni (60′ Depaoli), Viera Nan, Bertolacci (73′ Ekdal), Jankto; Gabbiadini (65′ Bonazzoli), Quagliarella. A disp.: Falcone, Ferrari, Chabot, Ramirez Pereyra, Leris, Augello, Barreto Caceres, Maroni, Caprari. All.: Ranieri.

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Smalling, Mancini, Kolarov; Veretout, Cristante (8′ Pastore); Kluivert, Zaniolo, Florenzi (65′ Perotti); Kalinic (46′ Dzeko). A disp.: Fuzato, Mirante, Cetin, Fazio, Juan Jesus, Santon, Antonucci. All.: Fonseca (squalificato, in panchina Nuno Campos).

  • Arbitro: Maresca.
  • Ammoniti: Viera, Bertolacci, Bereszynski (S), Mancini, Perotti, Kluivert (R).
  • Espulsi: 85′ Kluivert per doppia ammonizione.

5b5a907d-de66-4157-8f6c-d335e4d28861

La Samp di Ranieri parte col piede giusto fermando una delle grandi del campionato italiano sullo 0-0 e soprattutto mostrando subito un piglio ed una qualità che fin qui non si erano viste, se non col Torino. Ma oggi la squadra è parsa da subito messa molto bene in campo, coi terzini finalmente nel ruolo che sanno fare meglio, ed hanno fatto entrambi un partitone, Murillo e Colley che non hanno sbagliato praticamente nulla.

Per la prima volta, una mediana di qualità e fisicità con Vieira e Bertolacci e poi Ekdal entrato alla grande nel secondo tempo. Rigoni e Jankto larghi in fase offensiva a creare almeno a sprazzi dei grattacapi a Kolarov e Spinazzola. Unica nota dolente i due attaccanti, che per quanto ci abbiano messo il massimo impegno hanno prodotto troppo poco. Molto bene invece Bonazzoli, entrato anche questa volta con una voglia che mi ha davvero emozionato e vicinissimo al gol.

Nel primo tempo abbiamo assistito a molto tatticismo e pochissime occasioni. L’unica di cui ho preso nota è stato il pallone sfiorato da Quagliarella su un bell’assist dalla trequarti di Rigoni, finito tra le braccia del portiere. Sarebbe stato probabile gol anche solo con un tocco. Poi qualche tentativo da una parte e dall’altra senza impensierire però i portieri. Per circa 35 minuti ho preferito la Samp, poi nel finale un pò meglio la Roma, parsa comunque in difficoltà nel gioco e forse anche in formazione un pò troppo sperimentale.

Nella ripresa sono entrati via via Depaoli, Ekdal e Bonazzoli per Rigoni, Bertolacci e Gabbiadini. Molto bene tutti ed al 70′ l’esterno ex Chievo si è reso protagonista di uno splendido tiro dal limite al volo, con deviazione oltre la traversa da parte dell’estremo giallorosso. Al 79′ primo “squillo” della Roma con Dzeko che riusciva a trovare lo spazio per il tiro, deviato, ma arrivava facile tra le braccia di Audero. Un minuto dopo stessa sorte per il sinistro di Quagliarella.

Più pericoloso all’83’ Pastore che col destro sfiorava il palo con un diagonale da fuori area, anche in questo caso deviato da uno dei nostri. Si arrivava così ai minuti finali con una Samp che sembrava averne di più e volerci provare maggiormente. Su un cambio di gioco di Bonazzoli, Murru superava Kluivert che lo atterrava. Seconda ammonizione e Roma in 10. All’89’ Bonazzoli veniva servito in area in posizione esterna e liberava una bomba sul primo palo, anche questa volta respinta dal portiere.

Ci provava fino alla fine la Samp, con la Roma sorniona a provare ovviamente la ripartenza con Dzeko, Zaniolo e Perotti. Finiva con un buon pari che sta leggermente stretto alla Samp, ma è sicuramente fieno in cascina e morale per continuare un campionato al momento da rimettere ancora in piedi. Se il buongiorno si vede dal mattino però, ora è un’altra storia.

Le pagelle

AUDERO 6,5; BERESZYSNKI 7+ MURILLO 6,5 COLLEY 7 MURRU 7; RIGONI 6+ (DEPAOLI 7) VIEIRA 7- BERTOLACCI 6,5 (EKDAL 7+) JANKTO 6+; GABBIADINI 5+ (BONAZZOLI 7) QUAGLIARELLA 5,5.

Commenti post partita sul forum.

Classifica serie A – 8° giornata




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *