Serie A 2019/20: Sampdoria-Fiorentina 1-5

Genova, Domenica 16 Febbraio 2020, ore 15:00 – serie A, 24° giornata
Sampdoria-Fiorentina 1-5
8′ Thorsby (a), 19′ Vlahovic (r), 40′ Chiesa (r), 57′ Vlahovic, 78′ Chiesa, 90′ Gabbiadini (assist Colley)

Sampdoria (4-3-1-2): Audero Mulyadi; Bereszynski, Colley, Tonelli, Murru; Thorsby (46′ Jankto), Bertolacci (46′ Vieira Nan), Linetty; Ramirez Pereyra (67′ Depaoli); Gabbiadini, Quagliarella. A disp.: Seculin, Chabot, Yoshida, Augello, Barreto Caceres, Bonazzoli, La Gumina, Maroni. All.: Ranieri

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Duncan (71′ Benassi), Badelj, Castrovilli (67′ Pulgar), Dalbert; Chiesa (81′ Ghezzal), Vlahovic. A disp.: Terracciano, Agudelo, Ceccherini, Cutrone, Dalle Mura, Igor, Sottil, Terzic, Venuti. All.: Iachini

  • Arbitro: Irrati.
  • Ammoniti: Ramirez, Colley, Murru, De Paoli (S), Vlahovic, Duncan, Badelj (F).
  • Espulsi: 39′ Murru (S), 42′ Badelj (F)

Una vera disfatta nel punteggio e nel morale in quello che era un vero scontro diretto tra squadre enormemente deluse da questo campionato. Entrambe ai limiti della zona retrocessione, per la Sampdoria, con una eventuale vittoria, ci sarebbe stato il sorpasso ed il coinvolgimento della Fiorentina stessa, che invece dopo questo colpo esterno si porta a +6 e vede la quota salvezza più vicina. Ma non inganni il punteggio, il pomeriggio va raccontato nei dettagli.

Risultato immagini per sampdoria-fiorentina 1-5

La partita è stata qualcosa di assurdo e surreale. Credo di non avere mai visto nulla di simile. I blucerchiati partono benissimo, come forse mai prima in casa quest’anno. Fiorentina schiacciata da subito che alla prima azione offensiva , all’8′, si prende un regalo incredibile con Thorsby che fa un autogol clamoroso, su innocuo passaggio basso di Vlahovic, dopo una strana giocata di Bereszynski.

La squadra di Ranieri continua a spingere come se nulla fosse. 13′: Linetty anticipato da Lirola davanti al portiere quando avrebbe segnato con ampia probabilità. Al 18′ la Fiorentina si affaccia per la seconda volta in avanti e su cross innocuo in area, mano netta di Ramirez. Col nuovo regolamento è rigore. Tira malissimo Vlahovic, ma Audero pur sulla traiettoria si fa bucare come sempre dal dischetto.

Risultato immagini per sampdoria-fiorentina 1-5 thorsby

A questo punto i blucerchiati sbandano un pò, ma Colley ha la grande occasione per riaprire i giochi. Al 33′ divora un gol di testa da 3 metri, colpendo debolmente su punizione di Ramirez. Al 40′ la partita si chiude definitivamente o quasi. Fallo di Murru al limite dell’area su un contrasto aereo, di nuovo VAR. Rigore segnato da Chiesa (anche questo tirato male, ma per Audero niente da fare), seconda ammonizione ed espulsione. Risultato di 0-3 dopo 40 minuti in cui la Fiorentina non ha fatto praticamente nulla. Sicuramente mai tirato in porta.

Risultato immagini per sampdoria-fiorentina 1-5 thorsby

I doriani provano ad attaccare a testa bassa fino alla fine del primo tempo: Al 44′ Quagliarella, spara alto a porta semivuota dopo una respinta di Dragowski. Viene espulso Badelj degli ospiti per doppia ammonizione e la Samp sfiora ancora il gol con Tonelli, che al 46′ emula Colley  e da tre metri di testa non riesce a battere il portiere. Infine Colley riesce a spedire due volte alto (47′ e 50‘) in piena area di rigore.

E si resta senza parole. Davvero difficile valutare un primo tempo così in una partita per noi tanto importante. Nel secondo tempo la Samp sembra avere le forze per segnare dei gol e provare a rimontare dopo una prima frazione da fantascienza. Al 6′ Quagliarella impegna Dragowski su passaggio di Ramirez, Ma la Fiorentina ormai in ampi spazi può fare ciò che sa far meglio, il contropiede.

All’11′ Dalbert serve Vlahovic, chiuso da Tonelli, poi il pallone arriva a Chiesa che da posizione ravvicinata spedisce sull’esterno del palo. Ma lo 0-4 è solo rimandato. Altro inserimento di Dalbert al 12′ che questa volta calcia in porta. Tiro per nulla irresistibile che Audero devia maldestramente proprio sui piedi di Vlahovic che a porta vuota realizza la sua doppietta.

Partita ormai morta e sepolta con i blucerchiati che ora non ci credono più e sono umanamente demoralizzati dall’aver preso 4 reti in quel modo lì. Al 14′ ci prova Ramirez su punizione, ma Dragowski devia, al 17′ Chiesa colpisce un palo dal limite dell’area, al 24′ buona possibilità per il neoentrato Depaoli, ma Caceres salva deviando il tiro a botta quasi sicura.

Si arriva così al 33′ quando Federico Chiesa raggiunge Vlahovic a quota due segnando con un bel tiro dal limite, che per l’ennesima volta Audero vede passare alle sue spalle nonostante abbia toccato i suoi guantoni.Al 39′ grandissima azione di Colley sulla sinistra, che dopo essersi fatto tutto il campo regala un bel pallone a Quagiarella. Il capitano calcia debole, nulla da fare.

Al 45′ su passaggio di Linetty, si inserisce ancora Colley che serve Gabbiadini, il quale questa volta riesce a insaccare la rete “della bandiera” con un bel colpo di testa angolatissimo. Ovviamente non cambia la sostanza. Sconfitta che era e resta pesantissima, ma la partita entra in quell’orbita di partite che si fa fatica a decontestualizzare dagli episodi.

Risultato immagini per sampdoria-fiorentina 1-5 gabbiadini

Certo il primo gol è un errore tecnico enorme di un nostro singolo, ma poi i due rigori col vecchio regolamento e senza VAR non ci sarebbero stati. Parliamo comunque di un fallo di mano involontario e di un contrasto aereo con le braccia un pò larghe. Insomma episodi che sono arrivati tutti assieme in un pomeriggio in cui la Sampdoria è sembrata, fino a che c’è stata partita, superiore ad una Fiorentina in grossa difficoltà ed incapace di creare il minimo grattacapo alla difesa doriana.

E’ vero nel secondo tempo è mancata un pò la reazione che ci si poteva aspettare, ma il quarto gol ha spento qualunque velleità. Con questa Fiorentina, probabilmente sarebbe bastato un gol in qualunque momento (ed a fine primo tempo i nostri ne hanno falliti 4), per riprenderla. Altra pagina da girare ed andare avanti. La prossima sarà ovviamente durissima a San Siro, ma da quella successiva (in casa con l’Hellas) sarà vietato sbagliare, pena iniziare a dover rincorrere partendo di nuovo dalla zona retrocessione. Non bello considerando che qualche settimana fa avevamo accumulato un bel +5 sulla terzultima.

Le mie pagelle:

Audero 4: altra grandinata di gol presi con pesanti responsabilità sul rigore di Chiesa e sul quarto gol, con una deviazione che sa davvero di “papera”, ma se andiamo a vedere non bene nemmeno sul rigore di Chiesa (centrale, gli passa ad un metro senza che si muova) e sul quinto, che intercetta, devia, ma non toglie dallo specchio.

Bereszysnki 6: chiude tantissime azioni sradicando palloni di forza e riparte con prepotenza alimentando diverse azioni. Complessivamente subisce un pò le scorribande di Dalbert, ma ormai il campo era aperto e non poteva fare miracoli. Un pò discutibile la sua giocata in occasione del primo gol, ma son quei palloni in cui è difficile capire cosa fare. Probabilmente ha cercato di far scorrere il pallone a lato, trovando però il tocco di Thorsby.

Tonelli 6: la Fiorentina in area non è mai pericolosa. Un muro contro cui sbattono un pò tutti. Molto pesante il suo errore sul colpo di testa a fine primo tempo. Avrebbe riacceso le speranze.

Colley 5: in difesa sbaglia veramente poco pure lui, ma in avanti fallisce tre occasioni colossali. La prima di testa sullo 0-2, poi due volte sullo 0-3 di piede. Non si puà a questi livelli, anche se sei un difensore centrale. Nel finale due azioni bellissime, con assist per Quagliarella e Gabbiadini (che segna). Ma si era sullo 0-5

Murru 5: stava giocando anche benino, ma perde la testa beccandosi un giallo evitabile andando a spintonare Vlahovic ed un altro, con annesso rigore, per contrasto a braccia larghe in area.

Thorsby 4,5: un errore troppo pesante per il biondo norvegese in occasione dell’autorete. Pesantemente condizionato dall’autogol, poi sbaglia qualche pallone di troppo e viene sostituito all’intervallo. Vieira Nan 5,5: entra senza portare nulla di che alla squadra, che dopo lo 0-4 era morta e sepolta.

Bertolacci 5,5: ci si aspettava qualcosa di più. Prova qualche filtrante e qualche lancio lungo per i nostri due attaccanti. Ranieri toglie anche lui a fine primo tempo. Jankto 5: veramente insipido. In una situazione di spazi abbastanza larghi (si era in 10 contro 10), la sua corsa poteva tornare utile. Non ricordo una sua azione interessante.

Linetty 6-: non sempre nel vivo del gioco, ma come al solito uno dei pochi che non si arrende e crea (o può creare) situazioni pericolose.

Ramirez 5,5: lotta, corre, provoca involontariamente un rigore, protesta, si fa ammonire e rischia di lasciare la squadra in dieci. Poi si calma e prova anche a costruire. Ci riesce però solo in parte. Depaoli 6: nulla da dire per l’impegno, ma purtroppo per lui la partita era ormai segnata (0-4 al suo ingresso).

Gabbiadini 6: ci prova con qualche tiro dalla distanza ed innesca più di una volta i compagni con buone triangolazioni nel traffico dell’area. Trova un bel gol all’ultimo su cross di Colley.

Quagliarella 5: giornata no dopo la bella prestazione di Torino. Fallisce un possibile gol a fine primo tempo calciando alto con la porta semi sguarnita, e nel secondo tempo fallisce le due occasioni che Ramirez e Colley gli mettono sui piedi. Sbraita molto, conclude poco e male.

Video della Lega serie A

Le parole di Ranieri

Le parole di Tonelli

Le parole di Osti

Il commento di Gianpy

Il commento di un tifoso viola

Classifica serie A – 24° giornata

[wpedon id=”5153″]

https://www.manicomioblucerchiato.it/sampdoria-fiorentina-1-5-nella-storia-delle-batoste-in-casa/

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento