Serie A 2018/19: Sampdoria-Parma 2-0

Giampaolo in conferenza prepartita:

Genova, 16 Dicembre 2018, ore 15:00 – serie A, 16° giornata
Sampdoria-Parma 2-0
66′ Caprari [assist Praet], 69′ Quagliarella [assist Praet]

SAMPDORIA [4-3-1-2]: Audero Mulyadi, Sala, Tonelli, Andersen, Murru; Praet, Ekdal, Linetty; Ramirez (37′ st Saponara), Caprari (23′ st Defrel), Quagliarella (cap.) (43′ st Kownacki). A disposizione: Cabral, Belec, Vieira, Barreto, Jankto, Colley, Tavares, Ferrari, Rolando. All.: Giampaolo.

PARMA [4-3-3]: Sepe, Iacoponi, B. Alves (cap.), Bastoni, Gagliolo (30′ st Ciciretti), Barillà, Scozzarella (37′ st Stulac), Rigoni, Siligardi (23′ st Ceravolo), Inglese, Biabiany. A disposizione: Frattali, Bagheria, Gobbi, Di Gaudio, Gazzola, Dezi, Sprocati. All.: D’Aversa.

  • Arbitro: Sig. Luca Pairetto di Nichelino. Assistenti: Sigg. Alberto Tegoni di Milano ed Enrico Caliari di Legnago. IV Uomo: Sig. Manuel Volpi di Arezzo. V.A.R: Sig. Marco Piccinini di Forlì. A.V.A.R.: Sig. Fabrizio Posado di Bari.
  • Calci d’angolo: 6-4.
  • Ammoniti: Murru (S), Scozzarella (P), Linetty (S). Recupero: 1’pt, 3’st.
  • Spettatori: 19.000 (17.057 abbonati, 1.943 paganti di cui 802 ospiti).

In una partita a senso unico dal primo all’ultimo minuto, la Samp vince nettamente contro un Parma oggi modestissimo, e si conferma in piena salute, arrivando a quota 23 punti, di cui ben 8 nelle ultime 4, con ben 9 reti segnate. Dopo un primo tempo con tanto possesso palla, ma poche occasioni, nel secondo sono piovute con regolarità fino al guizzo di Caprari che ha rotto l’equilibrio tramortendo definitivamente la squadra di D’Aversa, capace di imbastire un catenaccio difensivo degno delle peggiori, o migliori, “provinciali” anni ’70/’80.

Come detto poco da segnalare nella prima parte, quando dopo un quarto d’ora di sola Samp, erano i bianchi a sfiorare il vantaggio con un colpo di testa di Iacoponi fuori di poco da ottima posizione. La prima mezza occasione doriana con Quagliarella al 18′ che, servito da un Sala in giornata di grazia, sbagliava il controllo e non riusciva a concludere di fronte a Sepe. Lo stesso capitano alla mezz’ora sparava il tiro in corsa, ma per il portiere non era difficile respingere la conclusione centrale. Al 35′ in uno dei rari contropiedi della squadra ospite, Inglese serviva Siligardi che veniva però chiuso bene da Murru. Complessivamente dominio doriano, ma gioco un pò lento e quindi prevedibile.

Ripresa completamente diversa, con i blucerchiati, come spesso accade, che hanno subito cambiato marcia. Al 50′ grande spunto di Caprari che serviva Linetty nel cuore dell’area, tocco di piatto e Sepe deviava a lato. Tra il 56′ ed il 59′, praticamente il Parma rimaneva inchiodato nella propria trequarti: Linetty in mischia non trovava la deviazione giusta a pochi passi dalla porta, poi ancora il polacco provava la giocata spettacolare mettendo alto al volo sull’assist di Sala, ed infine lo stesso terzino con un tiro – cross velenoso costringeva Sepe ad un intervento non banale per mettere oltre la traversa. Era il preludio ai due gol.

Il solito Sala inventava un filtrante clamoroso per Praet, perfetto assist in area che Caprari metteva facilmente in rete. Passavano tre minuti e gli stessi attori, Sala e Praet, confezionavano un altro pallone per Quagliarella, che con uno stacco imperioso di testa riusciva a siglare il 2-0. Pallone a mio avviso per nulla facile, ma la fame ed il senso del gol in questi casi fa la differenza. Stupende entrambe le azioni. Partita praticamente in ghiaccio, con il Parma incapace di imbastire azioni lineari d’attacco anche per l’ottimo lavoro dei nostri due terzini, oggi veramente su alti livelli.

Al 75′ Ramirez comunque andava vicino al 3-0 mettendo fuori di testa su assist al bacio di Defrel, neoentrato. Un altro nuovo entrato, con tanto di standing ovation, dopo la prodezza di una settimana fa, ovvero Saponara, in pieno recupero regalava al pubblico una delle sue magie dribblando alcuni avversari ed andando a calciare benissimo in corsa. Bravo Sepe a deviare in corner quello che sarebbe stato un altro gol epocale. Per gli emiliani solo una chiara opportunità all’86’ con Ciciretti, ma la conclusione si stampava su uno dei nostri difensori. Giornata di calma piatta per Audero.

Una Domenica tranquilla per il popolo doriano. E’ vero che il gol è arrivato solo dopo 65 minuti di gioco, ma la sensazione fin lì era sempre stata di controllo totale e così è andata fino alla fine. Le valutazioni di quasi tutti sono salite nella ripresa, dopo una prima frazione dominata, ma giocata a ritmi troppo blandi. Sala e Murru su tutti, ma anche Praet, autore di due assist, Ramirez, Linetty, Ekdal, Quagliarella e lo stesso Caprari, decisivo dopo un primo tempo poco convincente. Si va ora ad Empoli con tanta serenità, quello che serve in trasferte insidiose come quella.

Pagelle di Sampdoria-Parma: AUDERO 6 SALA 7+ TONELLI 6+ ANDERSEN 6,5 MURRU 7- PRAET 7 EKDAL 6,5 LINETTY 6,5 RAMIREZ 6,5 [SAPONARA 6,5] QUAGLIARELLA 6,5 [KOWNACKI 6] CAPRARI 6,5 [DEFREL 6+]

Commenti post partita sul forum.

Le azioni principali [Lega serie A]

Le parole dei protagonisti




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.