Serie A 2017/18: Sampdoria-Juventus 3-2

Genova, Domenica 19 Novembre 2017, ore 15:00 – serie A, 13° giornata
Sampdoria-Juventus 3-2
52′ Zapata Banguero, 71′ Torreira Di Pasqua (assist Ramirez Pereyra), 80′ Ferrari (assist Quagliarella), 91′ Higuain [r], 94′ Dybala

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Strinic; Barreto (74′ Verre), Torreira, Praet (73′ . Linetty); Ramirez; Quagliarella (84′ Caprari), Zapata Banguero. (Puggioni, Tozzo, Sala, Alvarez, Regini, Capezzi, Murru, Kownacki). All. Giampaolo.

JUVENTUS (4-2-3-1): Szczesny; Lichtsteiner, Rugani, Chiellini, Asamoah; Pjanic (80′ Matuidi), Khedira; Cuadrado (72′ Douglas Costa), Bernardeschi (62′ Dybala), Mandzukic; Higuain. (Buffon, Pinsoglio, De Sciglio, Benatia, Alex Sandro, Barzagli, Howedes, Sturaro, Marchisio). All. Allegri.

  • ARBITRO: Guida
  • Spettatori 30.000 circa.
  • Ammoniti Bernardeschi (J), Quagliarella (S), Rugani (J), Khedira (J), Linetty (S).
  • Recuperi: 2′ p.t.; 5′ s.t.

Vince ancora e vola sempre più su la Samp di Giampaolo, e questa volta lo fa contro i pluriscudettati juventini di Allegri, quindi facendo decadere anche quei timidi “ma non abbiamo ancora incontrato le prime”. Affrontate due delle prime e ce la siamo giocata alla grande. Mancano Lazio, Napoli e Roma negli ultimi 7 incontri di questo girone di andata, ma intanto abbiamo già 26 punti dopo 12 partite, frutto di un clamoroso bilancio fatto di 8 vinte, 2 pareggiate ed appena 2 perse, con addirittura 6 vinte su 6 a Marassi.

La squadra di Allegri ha lasciato in panchina Buffon e Dybala, ma non per questo è parsa meno forte del solito. Buon primo tempo, Juventus chiaramente superiore, ma noi abbiamo tenuto bene il campo. Hanno avuto due occasioni nitidissime in apertura con Higuain, fuori da ottima posizione in diagonale, e poi con Cuadrado che ha sparato da due metri, ma defilato a destra sul nostro portiere, poi qualche tiro da fuori che non ha creato problemi a Viviano e qualche protesta per presunti rigori che assolutamente non c’erano. Per noi unica mezza occasione con il tiro in girata di Quagliarella sul cross di Bereszynski.

Nella ripresa succedeva invece di tutto. Prima partiva forte la Juve con tiro quasi a botta sicura di Higuain deviato in corner da Ferrari, sul calcio d’angolo seguente Rugani da pochi passi spediva alto di testa. Si andava dall’altra parte e su un campanile abbastanza innocuo Zapata riusciva a trasformare in oro un pallone che sembrava inutile. Colpo di testa perfetto sul secondo palo e blucerchiati in vantaggio. Juve che reagiva rabbiosamente, ma Samp sempre più consapevole e determinata a portare in porto un risultato incredibile.

Gli uomini Allegri andavano vicini al pari prima in una mischia furibonda in cui i nostri si immolavano a tirare qualunque tiro e poi con una sponda di Khedira per Mandzukic stroncata dall’uscita di Viviano ed infine con un clamoroso contropiede fallito dal tandem Higuain – Cuadrado. Legge del calcio, se sbagli paghi, ed ecco una nuova perla di Torreira. Tiro dal limite all’angolino e 2-0.

Bianconeri che a questo punto accusavano la botta mentalmente, mentre la Samp cresceva e continuava a creare. Ferrari sul perfetto assist di Quagliarella siglava il 3-0. Sembrava finita con 10 minuti, più il recupero da giocare, ma si sa che i coi campioni non ti puoi mai fidare. Viviano miracoloso sul tiro ravvicinato di Douglas Costa, poi fasi di Doria spettacolare con i due ex pescaresi Verre e Caprari ottimamente inseriti nella partita e fraseggi tra gli olè del pubblico, fino al recupero.

Rigore segnato da Higuain per fallo di Strinic in area, 4-1 divorato da Linetty dopo una azione favolosa dei nostri e giocata fenomenale in velocità di Dybala che avvicinava la Juve fino al 3-2. Ma finiva qui con una vittoria insperata e che per quanto visto in campo non ha nulla di scandaloso visto che al 91′ eravamo addirittura sul 3-0.

Molto bene i due centrali e Strinic, solo un pò incauto in occasione del rigore, comunque per un fallo non volontario, ma arrivato per la decisione nel contrasto in cui ha preso anche la caviglia dell’avversario. Fenomenale Torreira che continua a migliorare ancora in tecnica e personalità, ora segna pure grandi gol. Roba da Barcellona, Bayern Monaco, Chelsea… squadre di quel livello lì. Titolare.

Commovente Zapata per impegno ed intelligenza in campo, strepitoso quando si tratta di timbrare. Maluccio Barreto, parso n difficoltà su ritmi alti e Quagliarella per un tempo, poi molto bene nella ripresa. Come spesso capita esce alla distanza. poco consistenti le prestazioni di Praet e Ramirez, nel primo tempo, ma anche lui si è riscattato nella ripresa dando anche una mano dietro. Molto bene Linetty che in questa squadra al momento deve giocare sempre.

Nella Juve, il solito Higuain è un giocatore mostruoso, ma tutta la squadra per me ha una forza che in questo campionato è di un gradino sopra tutti, basti vedere che hanno un grande come Asamoah oggi titolare perfetto, in genere riserva… Oggi abbiamo fatto un bel favore al Napoli, la Roma e l’Inter, ma sono abbastanza convinto che a Maggio la corazzata di Allegri festeggerà ancora, e noi potremo dire di aver battuto almeno una volta i campioni d’Italia.

Pagelle di Sampdoria-Juventus:

VIVIANO 6,5; BERESZYNKI 6+ SILVESTRE 7 FERRARI 7,5 STRINIC 6,5; BARRETO 5 (VERRE 6,5) TORREIRA 8 PRAET 5,5 (LINETTY 7); RAMIREZ 6+; QUAGLIARELLA 6,5 (CAPRARI 7) ZAPATA 7,5.

Commenti post partita sul forum


Classifica serie A – 13° giornata

[wpedon id=”5153″]

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento