Serie A 2018/19: Sampdoria-Juventus 2-0

Genova, Domenica 26 Maggio, ore 18:00 – serie A, 38° giornata
Sampdoria-Juventus 2-0
85′ Defrel (assist Gabbiadini), 91′ Caprari

SAMPDORIA (4-3-1-2): Rafael; Bereszynski, Ferrari, Colley, Sala; Praet, Barreto Caceres (69′ Vieira), Linetty; Ramirez (57′ Caprari); Defrel, Quagliarella (78′ Gabbiadini). A disposizione: Audero Mulyadi, Belec, Junior Tavares, Andersen, Tonelli, Ekdal, Jankto, Sau, Saponara. Allenatore: Giampaolo.

JUVENTUS (4-3-3): Pinsoglio; Caceres, Rugani, Chiellini (65′ Bonucci), De Sciglio; Cuadrado, Bentancur, Can (58′ Portanova), Dybala, Kean, Pereira (75′ Nicolussi). A disposizione: Spinazzola, Pjanic, Del Favero, Barzagli, Szczesny. Allenatore: Allegri.

  • ARBITRO: Nasca di Bari.
  • Ammoniti: Rugani, Portanova (J).
  • Recupero: 1’pt – 4’st. Calci d’angolo: 7-6.

Si chiude con una prestigiosa vittoria sui campioni d’Italia della Juventus, un decoroso, ma come al solito calante campionato della Samp di Giampaolo, il cui futuro sulla panchina blucerchiata, dopo tre discrete, ma non entusiasmanti stagioni, si deciderà nei prossimi giorni. La partita, contro avversari abbastanza rimaneggiati, ma comunque in formazione competitiva, è stata giocata su ritmi non eccessivi, e nel secondo tempo, soprattutto nella parte finale, la squadra blucerchiata, con gli innesti di Vieira, Caprari e Gabbiadini, ha premuto decisamente sull’acceleratore trovando i gol vittoria.

Nel primo tempo poche emozioni: 16′ girata debole di Dybala, parata facilmente da Rafael, al 33′ Quagliarella in girata al volo da posizione difficile, fuori non di molto su assist di Ramirez, al 38′ provvidenziale Sala con un doppio intervento su Kean a pochi passi dal gol, infine Ramirez al 44′ calciava fuori con piatto a girare da ottima posizione.

Nel secondo tempo la partita diventava un pò più “realistica” e la Juve per un pò dava l’impressione di poterla far sua. Al 48′ Kean vicinissimo al vantaggio con un tocco fuori da pochi passi, al 52′ Dybala alto con un gran tiro al volo dal limite. Poi solo Samp: al 68′ un buon tiro di Barreto finiva fuori di poco dopo una deviazione, al 77′ ancora Quagliarella in girata su assist di Linetty impegnava Pinsoglio, all’82’ Vieira sfiorava il gol della vita con una acrobazia in area e pallone fuori di nulla.

Il capitano usciva per prendersi gli applausi di Marassi, col titolo di capocannoniere ormai intascato. Si arrivava così al finale, con gli episodi decisivi: 85′ combinazione Defrel – Gabbiadini e gol di classe sul primo palo del francese, che arrivava così a quota 11 in campionato esattamente come Zapata l’anno prima.

Al 91′ Caprari, dopo una azione travolgente in cui veniva abbattuto poco prima dell’ingresso in area, calciava la conseguente punizione incastonando il pallone proprio sotto l’incrocio dei pali. Grandissimo gol ed esultanza polemica non ho capito verso chi, dopo una stagione difficile tra infortunio e rendimento di nuovo sotto le aspettative.

Finiva così con lo stadio in festa ed i giocatori che salutavano il pubblico insieme a Giampaolo, il cui futuro come detto si capirà nei prossimi giorni, ma verosimilmente le strade potrebbero separarsi. Sui singoli si sono distinti ancora una volta Sala, Praet e per impegno colley e Defrel. Come detto è stato determinante l’ingresso dei tre subentrati.

Il campionato si chiude con la decima vittoria interna ed un saldo vittorie / sconfitte in pari. 53 punti, uno in meno del campionato passato, non sono una quota eccelsa, ma neppure bassa. Migliorato il rendimento in trasferta ed il saldo tra andata e ritorno: 29 punti a 24. Sarà ora la solita Estate calda e forse ancora di più tra eventuale scelta del nuovo allenatore, possibile cambio di proprietà societario ed un calcio mercato che dopo alcuni acquisti già conclusi avrà le solite uscite importanti. Non ci sarà da annoiarsi…

Le pagelle

RAFAEL 6; BERESZYNSKI 6+ FERRARI 6 COLLEY 6,5 SALA 6,5; BARRETO 6 (VIEIRA 6,5) PRAET 6,5 LINETTY 6+; RAMIREZ 5,5 (CAPRARI 7); DEFREL 7 QUAGLIARELLA 6+ (GABBIADINI 6,5).

Commenti post partita sul forum

Classifica finale serie A

[wpedon id=”5153″]

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento