Serie A 2015/16: Sampdoria-Udinese 2-0

Genova, Domenica 10 Aprile 2016, ore 15:00 – serie A, 32° giornata
Sampdoria-Udinese 2-0
58′ Muriel Fruto, 85′ Fernando (assist Cassano)

Sampdoria (3-5-2): Viviano; Diakité, Ranocchia, Moisander; De Silvestri, Soriano (71′ Ivan, 75′ Fernando), Krsticic, Barreto Caceres, Dodò; Quagliarella, Muriel Fruto (65′ Cassano). A disp.: Puggioni, Brignoli, Silvestre, Skriniar, Lazaros, Palombo, Rodriguez, . All.: Montella.

Udinese (3-5-2): Karnezis; Heurtaux (75′ Edenilson), Danilo, Piris (69′ Wague); Widmer, Lodi, Kuzmanovic, Hallfredsson (62′ Matos), Armero; Thereau, Zapata Banguero. A disp.: Meret, Romo, Pasquale, Domizzi, Felipe, Balic, Perica, Iniguez. All.: De Canio.

  • Arbitro: Russo.
  • Ammoniti: Moisander, Muriel, Diakité, Ranocchia (S); Kuzmanovic (U)

Si festeggia e forse è la volta buona che si possa mettere la parola fine alla paura, dopo una stagione a dir poco travagliata. Anche questa volta, come nei precedenti scontri diretti casalinghi con Palermo e Frosinone, la Samp non ha sbagliato la partita, anche se nel primo tempo i ritmi son parsi un pò troppo blandi rispetto alla posta in palio. Nonostante questo ben quattro le occasioni per noi: traversa di Quagliarella ed altre due occasioni per lui: una in rovesciata e l’altra da ottima posizione.

Nitidissima anche la palla gol per Muriel che falliva di testa a due metri dalla porta su cross di Soriano. Dall’altra parte Udinese abbastanza rinunciataria, vicinissima però al gol con Zapata. Nella ripresa subito una Samp più determinata, ma anche tanti acciacchi fisici che via via hanno colpito diversi dei nostri. Muriel dopo alcune occasioni fallite e la solita prestazione con alti e bassi, trovava su un (probabile) cross la deviazione di Armero ed il vantaggio.

Poi lasciava spazio a Cassano, che da lì in poi iniziava uno dei suoi soliti show da fermo, ma per la verità oggi nemmeno tanto immobile, di altruismo e palle “fatate” dalla trequarti in su. Entrava anche Ivan ma dopo pochi minuti brillanti usciva per un problema muscolare. La partita restava saldamente nelle mani della Samp che trovava il gol della sicurezza su una giocata fenomenale confezionata da Quagliarella e Cassano.

L’assist dalla destra di quest’ultimo era perfetto per Fernando, che da buona posizione, e dopo il velo dell’ex granata, trovava uno splendido tiro che si insaccava all’angolino. Inutile l’assedio finale degli uomini di De Canio che non riuscivano neppure a ridurre le distanze. Alla fine è stata una vittoria meritata, con una difesa che come nei precedenti scontri diretti recenti (Palermo, Frosinone, Verona) è riuscita a restare imbattuta.

Merito come sempre di Viviano, ma oggi il migliore lì dietro è stato Diakitè, convincente anche nella seconda partita consecutiva da titolare. Davanti un eccellente Quagliarella anche senza segnare. E che spettacolo Cassano… un solo gol in stagione, ma quanto fa godere lo spettatore quando gioca?

Le pagelle

VIVIANO 6,5; DIAKITE’ 7 RANOCCHIA 6 MOISANDER 6; DE SILVESTRI 6,5 SORIANO 6 ( IVAN 6 FERNANDO 6,5) KRSTICIC 6+ BARRETO 5,5 DODO’ 6; MURIEL 6 (CASSANO 7) QUAGLIARELLA 7+

Commenti post partita sul forum

Classifica serie A – 32° giornata




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *