Crea sito

Serie A 2014/15: Sampdoria-Genoa 1-1

Genova, Martedì 24 Febbraio, ore 18:30 – serie A, 24° giornata
Sampdoria-Genoa 1-1
16′ Falque, 18′ Eder

SAMPDORIA (4-3-1-2) Viviano; De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Regini; Acquah, Palombo (dal 20′ s.t. Duncan), Obiang; Soriano (dal 26′ s.t. Muriel); Okaka, Eder (dal 39′ s.t. Eto’o). (Frison, Romero, Coda, Mesbah, Marchionni, Rizzo, Wszolek, Correa, Djordjevic, Bergessio). All: Mihajlovic.

GENOA (3-4-3) Perin; Roncaglia, Burdisso, De Maio; Rincon, Bertolacci, Kucka, Edenilson (dal 29′ s.t. Bergdich); Perotti, Niang (dal 35′ s.t. Borriello), Falque (dal 42′ s.t. Izzo). (Lamanna, Sommariva, Tambè, Mandragora, Laxalt, Lestienne, Pavoletti). All: Gasperini.

  • ARBITRO Rocchi.
  • Ammoniti: Viviano, Roncaglia, Soriano, Eder, Obiang.

Cronaca e commento

Bel derby e risultato giusto. L’aria della stracittadina ha messo pepe ai nostri che hanno sfoderato una partita grintosa al pari degli avversari, divorando due volte il gol della possibile vittoria con Okaka ed Obiang. Piove e c’è un vento fortissimo a Genova, ma questa volta si gioca. Mihajlovic sceglie Okaka in attacco e schiera De Silvestri in difesa, in panchina contro il Chievo. Gasperini conferma Niang nel tridente d’attacco e fa tornare Burdisso al posto di Izzo.

Il derby inizia con una grande occasione per Bertolacci, che da calcio d’angolo manda alto di poco un colpo di testa. L’inizio è tutto a favore dei rossoblù, molto attivo soprattutto sulle fasce. Al 17′ passa il Genoa: Perotti serve a Niang, sulla destra, dopo un’azione prolungata, traversone basso e Iago Falque da sinistra insacca battendo facilmente Viviano. Ma dopo appena un minuto, il pareggio: Regini in profondità sulla sinistra, Roncaglia perde ingenuamente la palla ed Eder colpisce da sinistra trovando un grande tiro.

U.C. Sampdoria | Serie A/Sampdoria-Genoa - U.C. Sampdoria

Non è tutto, perché al 27′ Acquah trova un traversone da destra e Okaka incredibilmente tira alto a due passi dalla porta. Mihajlovic è disperato.

Nel secondo tempo il ritmo è più basso. Ci prova subito dalla distanza Silvestre, ma il tiro è alto. Si lotta molto in difesa (gran duelli De Maio-Okaka e Romagnoli-Niang), ma le occasioni sono poche. e capitano prima a Obiang, che grazie a un rimpallo si trova davanti a Perin, ma tira alto e poi a Kucka, che dagli sviluppi di un calcio di punizione, all’ultimo secondo colpisce la traversa e poi Viviano si supera sulla respinta di Bertolacci.

Al triplice fischio finale, la tensione gioca un brutto scherzo a Mihajlovic. Il tecnico serbo, infuriato per aver sfiorato di perdere il derby a causa di un’ingenuità di Regini (che con un fallo aveva causato il calcio di punizione sul quale Kucka ha poi colpito la traversa), si è diretto verso il suo difensore, prendendolo per il collo e dicendogliene quattro. Sono dovuti intervenire gli altri giocatori blucerchiati a placare l’ira dell’allenatore.

Resto dell’idea che la miglior Samp, che pian piano dovrebbe recuperare i due fuoriclasse Muriel ed Eto’o resta superiore al Genoa. Ad oggi però loro hanno qualcosina in più, ma forse il nostro peggior periodo sta passando. Peccato, ma comunque può andare bene così, oggi era fondamentale non perdere. Migliori in campo Eder per la caparbietà e la precisione in occasione del gol del pareggio e la solita generosità infinita.

Molto bene Romagnoli sempre abile e pulito nelle chiusure su Perotti e Falque. A seguire Acquah, giocatore che avevo sponsorizzato molto durante il mercato e che non mi sta sorprendendo. Con l’Atalanta qualche giocatore importante in meno, ma nessuna preoccupazione, abbiamo una rosa larga ora. L’importante è fare scelte intelligenti e non come ciò che abbiamo visto col Chievo.

 

Le pagelle

Viviano 7 La prodezza di puro istinto su Bertolacci al 94′ è la parata più bella dell’anno in Serie A. Non ha colpe sul gol di Iago Falqué, bravo
Romagnoli 7 I movimenti ad uscire di Perotti lo mettono un pò in difficoltà, ma nel complesso se la cava egregiamente.
De Silvestri 6- Gioca metà ripresa con un evidente problema fisico. Mihajlovic sceglie di lasciarlo in campo: è un rischio, ma ha ragione lui
Silvestre 6,5 Gara molto simile a quella del compagno di reparto Romagnoli. E’ lui la guida della difesa blucerchiata, porta a casa un pareggio con qualche affanno
Regini 5,5 Paga soprattutto la clamorosa ingenuità al 94′ con cui poteva far perdere il derby alla Samp. Sempre in difficoltà su Niang e Iago Falqué
Acquah 6,5 Che bella partita. Sradica una quantità industriale di palloni dai piedi avversari, sta migliorando anche in fase qualitativa. Splendido il pallone per Okaka al 27′, l’ex Roma spreca da due passi
Palombo 6 Ci mette tutta la sua esperienza e, pur soffrendo, aiuta i giovani compagni di reparto. Deve arrendersi al 66′ a problemi alla schiena. Duncan 6+ Sostituisce Palombo e fa legna a metà campo
Obiang 6 La gara è ottima, l’errore all’86’ a tu per tu con Perin gli costa mezzo voto. Ma del resto non è il suo mestiere
Soriano 5,5 Nel ruolo di trequartista, per una volta, è inadeguato. Lascia a desiderare anche in fase di contenimento e si becca un giallo evitabile. Muriel 5,5 Venti minuti giocati con poca intensità. Per guadagnarsi spazio dal primo minuto però dare di più
Eder 7 Il più rapido, il più guizzante. Giusto che sia lui a rubare palla a Roncaglia e a siglare il gol del pareggio. Eto’o s.v. Sei minuti e nessun pallone giocabile. Un ruolo da comprimario che non gli è mai appartenuto
Okaka 5.5 E’ forse il miglior attaccante del campionato nella difesa del pallone. Ciò detto, un bomber deve fare gol: e in un derby non puoi sbagliare un pallone come quello che spedisce in curva al 27′

I commenti sul forum

Classifica Serie A 2014/15 – 24° giornata


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *