Serie A 2013/14: Sampdoria-Livorno 4-2

Genova, Domenica 9 Marzo 2014, ore 15:00 – serie A, 26° giornata
Sampdoria-Livorno 4-2
19′ M’Baye, 27′ M’Baye, 48′ Krsticic, 53′ Ceccherini (a), 68′ Okaka Chuka, 75′ Gabbiadini (assist Okaka Chuka)

Sampdoria (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri (46′ Fornasier), Mustafi, Gastaldello, Regini; Palombo, Obiang Avomo (46′ Krsticic); Gabbiadini, Eder, Soriano; Okaka Chuka (77′ Maxi Lopez). A disp.: Fiorillo, Salamon, Costa, Berardi, Renan, Bjarnason, Wszolek, Sestu, Sansone. All.: Mihajlovic

Livorno (3-5-2): Bardi; Ceccherini (58′ Coda), Emerson, Castellini (81′ Piccini); Mbaye, Benassi, Biagianti (70′ Emeghara), Greco, Mesbah; Belfodil, Paulinho. A disp.: Anania, Aldegani, Valentini, Rinaudo, Gemiti, Mosquera, Duncan, Borja. All.: Di Carlo.

  • Arbitro: Giacomelli.
  • Ammoniti: De Silvestri, Soriano (S), Biagianti, Bardi, Greco (L).

Ennesima vittoria della Samp sotto la gestione Mihajlovic in una partita veramente entusiasmante e con due volti davvero opposti. Nel primo tempo un Livorno devastante con Mesbah e soprattutto Belfodil, immarcabili, e M’Baye capace di colpire due volte da due passi, nel primo caso a seguito di un palo dopo la deviazione di Da Costa sul tiro di Paulinho, il secondo dopo una travolgente azione di Greco lasciato passare troppo comodamente dai nostri sulla sinistra.

Per noi un paio di buone occasioni (paratona di Bardi su punizione di Gabbiadini), ma è stato addirittura il Livorno ad avere altre ottime situazioni per incrementare il vantaggio. Nella ripresa Samp subito a testa bassa, mette sotto assedio gli ospiti ormai decisi a tentare difesa e contropiede, ma i piani saltano subito a causa dei gol di Krsticic e poi l’autorete di Ceccherini.

A quel punto gli amaranto in crisi, ci pensa Okaka a ribaltare definitivamente la situazione con un tiro da lontano deviato imparabilmente da Coda alle spalle di Bardi. Nel finale Gabbiadini chiude definitivamente i conti dopo averne fallito un altro. Anche in questo caso decisivo l’ex romanista e parmense autore dell’assist.

Che dire? Primo tempo in cui i blucerchiati hanno giocato in maniera a mio parere neppure scandalosa, ma gli ospiti sono parsi veramente superiori sia come voglia che tecnicamente. Nella ripresa un’altra Samp, ma anche un altro Livorno. Krsticic è stata certamente una mossa azzeccata. Lui ha riaperto i giochi ad inizio ripresa ed ha acceso le speranze, poi una sfortunata autorete ha messo la squadra di Di Carlo in ginocchio.

Okaka si è esaltato, sfornando alcune giocate in cui mi ha ricordato per potenza, dribbling e progressione il mitico George Weah. In difesa dopo un primo tempo pieno di disattenzioni non si è sbagliato più nulla, Gabbiadini (8° gol) sempre diligente ed insidioso, Palombo solito mastino lucido e puntuale, fondamentale fermando Belfodil in una azione di contropiede nel primo tempo sullo 0-2.

Bene anche Soriano ,decisivo sul primo e sul quarto gol, Eder non nella migliore giornata, ma oggi è bastato anche così. Manca qualche punto, penso ne bastino 2-3, ma siamo salvi, ora si può dire. Grazie ancora una volta Sinisa!

Le pagelle

Da Costa 5,5; De Silvestri 5,5 (Fornasier 6+) Mustafi 6 Gastaldello 6 Regini 6; Palombo 6,5 Obiang Avomo 5,5 (Krsticic 7); Gabbiadini 7 Soriano 6,5 Eder 6; Okaka Chuka 8 (Maxi Lopez 6).

Commenti post partita sul forum

Classifica serie A – 26° giornata




Partita precedente:

Serie A 2013/14: Torino-Sampdoria 0-2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *