Serie A 2013/14: Cagliari-Sampdoria 2-2

Trieste, 21 Settembre 2013, ore 18:00 – Serie A, 4° giornata
Cagliari-Sampdoria 2-2
26′ Ekdal, 88′ Gabbiadini [assist Pozzi], 91′ Conti, 93′ De Silvestri [assist Sansone]

Cagliari (4-3-1-2): Agazzi, Perico, Rossettini, Astori, Murru; Ekdal, Conti, Nainggolan; Cossu (67′ Ibraimi); Sau (71′ st Ibarbo), Pinilla. A disposizione: Avramov, Ariaudo, Dessena, Eriksson, Nenè. All.: Lopez.

Sampdoria (3-5-2): Da Costa, Gastaldello, Palombo, Costa; De Silvestri, Bjarnason (46′ Sansone), Kristicic, Obiang, Gavazzi (72′ Barilla’); Wszolek (55′ st Pozzi), Gabbiadini. A disposizione: Fiorillo, Mustafi, Salomon, Gentsoglu, Soriano, Regini, Rodriguez, Renan, Petagna). All.: Rossi.

  • Arbitro: Di Bello
  • Ammoniti: Conti, Ekdal (C), Wszolek, Obiang, Gastaldello, Rossettini (S)

Cronaca e commento

Partita piuttosto incommentabile. Samp ancora una volta pessima nel gioco contro un Cagliari oggi non brillante. Rimessi in partita da una paperaccia clamorosa di Agazzi nel finale (tre gol e mezzo dei quattro segnati quest’anno sono fatti dai portieri avversari), ricacciati all’inferno da Conti al 90′, salvati da De Silvestri, una deviazione ed ancora un non impeccabile Agazzi nel recupero. Son quelle partite talmente rocambolesche in cui devi solo prender per buono un risultato che ci consente di non perdere l’ennesima partita con Rossi in panchina e contro i sardi.

Resta una squadra poverissima tecnicamente ed allo sbando nel suo modo di giocare, con un allenatore che oggi è partito schierando una formazione perlomeno discutibile, poi ha buttato in campo Sansone e Pozzi e la fortuna gli ha dato una mano. Da segnalare nel primo tempo però un gol valido annullato dopo 45 minuti comunque scadentissimi. Bene così almeno per il morale, ma partite così le pareggi una volta su cento.

Come ho detto a fine primo tempo, noi tifosi doriani siamo costretti da tre anni a sorbirci spettacoli orribili per colpa di una dirigenza incapace a metter su qualcosa di decente per riportare la squadra almeno a livelli accettabili. Oggi è girata bene, ma così si retrocede facilmente.

Le pagelle

Da Costa 5,5 – Krsticic fa la cappella in barriera, ma sul goal non è reattivo. Gli voglio bene, ma continuo a pensare che non possa essere titolare in serie A

Gastaldello 6 – Soffre, ma sopperisce con l’esperienza.

Palombo 6 – Il 2-2 nasce da un suo lancio, ma difensivamente soffre troppo, visto che è un fuori ruolo.

Costa 6 – Sufficiente preso singolarmente, ma come tutta la difesa sul primo goal si apre come il mar Rosso.

De Silvestri 7 – Sicuramente il migliore dei nostri. E’ quello che ci mette più anima, corsa e cuore… il pareggio finale è suo.

Obiang 6 – Non demerita, ma è ancora anni luce dal Pedro che ricordavo.

Krsticic 5 – Il peggiore in campo, assolutamente spaesato e sbaglia troppo anche in impostazione. Grosse colpe sulla punizioni di Conti: in barriera perchè ha fatto sta roba?

Bjarnason 5 – Si vede solo per la zazzera bionda. Dal 46′ Sansone 6+ – Vivace anche se mi aspettavo maggiore incisività nei tiri e nei cross.

Gavazzi 6 – Discreto esordio, ma non è Lollo. Dal 73′ Barillà s.v.

Wszolek 6 – Non combina molto, ma avrebbe segnato il goal regolarissimo dell’1-1. Vedremo se avrà occasione di rifarsi. Pozzi 6 -Si danna l’anima e apre spazi per il Gabbia.

Gabbiadini 7 – Anima in pena per 90′ (non è una prima punta per me), ma poi ci mette il piede in entrambi i gol, con l’aiuto insperato di Agazzi.

I commenti sul forum

Classifica serie A – 4° giornata


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *