Serie A 2005/06: Cagliari-Sampdoria 2-0

Serie A, 13° giornata – Cagliari, 27 Novembre 2005

Cagliari-Sampdoria 2-0

20′ Suazo, 52′ Suazo

Cagliari (4-3-3): Campagnolo; Bega, Bizera, Canini, Agostini; Abeijon, Budel, Conticchio; Esposito (76′ Cossu), Suazo, Langella  (91′ Capone). (Tomasig, Vignati, Cocco, Pani, Ferrarese). All.: Sonetti.

Sampdoria (4-4-2): Antonioli; Zenoni, Castellini, Sala, Pisano; Diana, Volpi, Dalla Bona, Tonetto  (67′ Gasbarroni); Zauli (46′ Flachi), Bonazzoli  (58′ Borriello). (Castellazzi, Pavan, Falcone, Kutuzov). All.: Novellino.

  • Angoli 5-4.

  • Arbitro: Dondarini di Finale Emilia.

  • Spettatori: 5.000 circa.

  • Ammoniti: Bizera, Bega, Canini, Castellini, Dalla Bona e Sala.

Continuano a portare male le trasferte in terra sarda alla Samp, dove ormai dal 2001 non riesce a vincere ed a segnare neppure una rete. In quattro incontri complessivi, tre sconfitte, un pari, nessuna rete segnata e cinque subite. Come nelle ultime partite viste qui, è stata proprio la Samp a provare a fare la partita, mantenendo costantemente il possesso di palla ma senza concludere mai in maniera troppo pericolosa. Alla fine purtroppo se non sei mai pericoloso, o perdi o al massimo pareggi 0-0 come lo scorso anno.

Il Cagliari si è ritrovata così con tre punti in tasca, tirando fuori l’orgoglio, ma molto facilitati dalla punizione gol di Suazo che ha messo la gara sui binari che Sonetti voleva, cioè difesa attentissima e micidiali contropiede con l’honduregno e Langella, in ottima giornata (soprattutto il primo, vera “bestia nera” dei blucerchiati). Fino al gol la Samp aveva tenuto quasi sempre palla, ma la prima vera occasione era stata proprio per i sardi con il solito Suazo che si fumava la difesa e serviva Budel. Sala salvava da un possibile gol.

Poi come detto il tiro di Suazo per una punizione su un contrasto perlomeno dubbio su cui forse Antonioli non è del tutto esente da colpe, ma d’altronde quando il pallone è così viscido, un tiro parabile spesso diventa imparabile. Nessuna grossa reazione doriana ma solo tanti passaggi con l’ultimo assist che puntualmente si perdeva tra i difensori del Cagliari (oggi imbattibile sui palloni alti) o sul fondo.

Tornando alla cronaca, Il vantaggio sbloccava i sardi e metteva ancora più in confusione i blucerchiati. La reazione della Samp mancava: solo un contropiede (31’) di Bonazzoli che lanciava Tonetto che metteva al centro per Diana, anticipato da Canini. L’ariete della Samp pasticciava spesso, lo dimostrano due errori di seguito (28’ e 30’) quando sbaglia banali passaggi. Anzi, era il Cagliari in contropiede ad essere più pericoloso: soprattutto con Langella, che due volte sfiorava il raddoppio (41’ e 43’).

All’inizio della ripresa Novellino sostituiva subito uno spento Zauli con Flachi. L’attaccante ci provava subito (5’) ma la sua conclusione va alle stelle. Il Cagliari riusciva poi a tagliare subito le gambe ai blucerchiati e al 7’ raddoppiava. Stavolta il merito era tutto di Suazo, che al limite dell’area, spalle alla porta, si girava su se stesso, bruciando un lento Castellini e lasciando partire un destro che betteva di nuovo un  Antonioli oggi poco reattivo.

È il 2-0 che decide la gara. Neanche le altre sostituzioni di Novellino (Gasbarroni per Tonetto e Borriello per Bonazzoli) rendevano la squadra blucerchiata più pericolosa. Due sole conclusioni doriane nel secondo tempo, e al 15′ un colpo di testa di Sala e al 16′ un’azione di Flachi. Ma era il Cagliari in contropiede a sfiorare il terzo gol due volte con Langella (25’ e 37’). Neanche il forcing finale della Sampdoria portava risultati, perché la squadra di Novellino attaccava sempre con grande confusione e poca lucidità.

Dunque una Samp bruttina, castigata si da pochi episodi concretizzati da Suazo, ma allo stesso tempo sterile in attacco come mai prima in questa stagione. Trovare delle sufficienze è difficile, ma sicuramente la fase offensiva è mancata anche per meriti del Cagliari, oggi impeccabile in difesa. Al resto ci ha pensato la non perfetta giornata di Antonioli e la scarsa reattività di Castellini su Suazo in occasione del raddoppio.

Delude abbastanza ancora una volta la prestazione di Zauli, ma lo stesso Bonazzoli e nel secondo tempo Flachi e Borriello sono stati annullati dai difensori rossoblù. Inutile nel finale anche l’innesto di Gasbarroni. Fasce molto chiuse, e neppure il folletto torinese ha trovato la strada sbarrata nelle sue proverbiali azioni palla al piede. In precedenza Diana e Tonetto avevano d’altronde deluso in maniera inequivocabile. Insomma tutti gli uomini offensivi hanno steccato la partita odierna.

Ora c’è da voltare pagina, perché Mercoledì al Ferraris si può mettere in cassaforte la qualificazione Uefa, ma ci vuole un’altra Samp, quella di Palermo, di Halmstad e quella vista contro la Lazio. Questa di Cagliari francamente speriamo di non rivederla, non è sicuramente la Samp di Novellino, oggi giustamente infuriato come non mai…

Commenti sul Forum della Sampdoria

 

Il riscaldamento dei giocatori ed il nostro striscione in tribuna laterale.

EPISODI SALIENTI DELLA PARTITA

2′ Cagliari subito reattivo, con Esposito che mostra subito voglia di fare. Subito un suo tiro verso la porta di Antonioli che para.

16′ Grande azione di Suazo, che parte dal centrocampo, semina tre avversari e appoggia per Budel che solo si fa respingere il pallone.

 21′ Suazo batte una punizione fortissima, che Antonioli, che ha qualche responsabilità, non riesce a trattenere.

25′ Volpi per Bonazzoli, ma il colpo di testa dell’attaccante blucerchiato finisce alto.

27′ Grave errore di Bonazzoli che invece di mettere al centro per Diana e Tonetto conclude fuori da posizione defilata.

44′ Sulla ripartenza, grande contropiede di Langella che si fa tutto il campo e poi però conclude alto sulla traversa.

46′ Ancora un sinistro di Tonetto, ma Campagnolo para con sicurezza.

 52′ Grandissimo gol di Suazo: dal limite dell’area spalle alla porta si gira e batte Antonioli con un gran destro.

57′ Il destro di Volpi viene ribattuto dalla barriera. Pisano ci prova, ma il suo tiro è respinto in angolo.

60′ Colpo di testa di Sala sull’angolo di Tonetto: la palla finisce di poco alta.

61′ Conclusione di Flachi, Campagnolo respinge d’istinto.

82′ Ancora un numero di Langella, che si fa passare la palla dal sinistro al destro e sferra un gran tiro. Antonioli è attento e para.

86′ Bellissima punizione di Borriello che con un gran sinistro rasoterra sfiora la base del palo.

90′ Palla gol per Gasbarroni, che con una conclusione a giro sfiora il palo alla sinistra di Antonioli

 

Lo stadio desolatamente vuoto un’ora prima della partita. A destra tifosi e striscioni blucerchiati.

Il dopo partita, interviste:

Novellino: “Bisogna dare i giusti meriti al Cagliari, che ha fatto una buona gara e non ci ha fatto giocare come volevamo. La stanchezza per la gara giocata giovedì si è fatta sentire, ma in ogni caso non è stata una buona partita da parte nostra”.

Le pagelle

Antonioli 5. Abbastanza colpevole su entrambi i gol, tiri potenti ma su cui in pratica c’era arrivato. L’attenuante è il pallone scivoloso.

Zenoni 5,5. Spinge pochissimo e con imprecisione mentre difende abbastanza bene anche se ogni tanto Langella passa.

Castellini 5. Suazo a volte è un fenomeno ma lo si dovrebbe conoscere e certi movimenti non permetterglieli.

Sala 6. Concede poco di testa come sempre, non demerita.

Pisano 6-. Oggi si perde un pò anche lui, anche se nel primo tempo spinge bene con Tonetto ed Esposito risulta quasi non pervenuto.

Diana 5. Dopo una serie di buone o ottime prestazioni, torna quello di inizio stagione, impreciso e confuso.

Volpi 6,5. Migliore in campo, parte molto arretrato ma illumina sempre il gioco con grande precisione.

Dalla Bona 6-. Tiene la posizione senza mai strafare. Non sfigura ma incide pochissimo nella fase offensiva. Inguardabile al tiro.

Tonetto 5,5. Dopo un buon primo tempo affonda nella ripresa. Sostituito dopo un cross quasi uscito dallo stadio. Gasbarroni 5,5. Entra sullo 0-2 e non combina granché ben controllato da Agostini. Meno peggio di altri comunque.

Zauli 5-. Sempre lento e pesante. Qualche buon tocco ma perde tanti palloni e non lotta come vorremo. Fuori dopo 45 minuti insipidi. Flachi 5-. In linea con chi l’ha preceduto. Il suo gettarsi a terra non appena toccato è irritante.

Bonazzoli 5. Peggior prestazione stagionale, ma gliela perdoniamo perchè “tira la carretta” da Agosto, sempre presente. Borriello 5,5. Si impegna e sfiora il gol su punizione. Oggi forse sarebbe dovuto partire titolare.

 

L’entrata in campo delle due squadre ed una zoomata sui tifosi doriani.

Le pagelle fatte degli utenti del Forum

Antonioli 5

Zenoni 5,5 Castellini 5 Sala 6 Pisano 6

Diana 5+ Volpi 6 Dalla Bona 6 Tonetto 5,5 (Gasbarroni 5,5)

Zauli 5- (Flachi 5-) Bonazzoli 5+  (Borriello 5,5)

Serie A, classifica 13° giornata

 

Squadra Punti Totali In casa Fuori casa
V N P F S V N P F S V N P F S
Juventus 36 12 0 1 29 7 7 0 0 14 2 5 0 1 15 5
Milan 31 10 1 2 29 13 7 0 0 19 6 3 1 2 10 7
Fiorentina 29 9 2 2 28 15 6 0 0 18 8 3 2 2 10 7
Inter 26 8 2 3 24 11 5 0 1 16 3 3 2 2 8 8
Livorno 22 6 4 3 13 13 5 2 0 9 1 1 2 3 4 12
Chievo 21 5 6 2 16 12 2 3 1 6 5 3 3 1 10 7
Sampdoria 20 6 2 5 23 19 3 2 1 13 10 3 0 4 10 9
Udinese 20 6 2 5 15 17 3 1 2 5 2 3 1 3 10 15
Roma 19 5 4 4 19 15 2 2 3 11 12 3 2 1 8 3
Lazio 19 5 4 4 16 17 4 2 0 11 5 1 2 4 5 12
Palermo 18 4 6 3 20 19 3 2 1 11 8 1 4 2 9 11
Empoli 17 5 2 6 17 20 4 0 3 11 11 1 2 3 6 9
Siena 15 4 3 6 18 23 2 1 4 9 11 2 2 2 9 12
Ascoli 13 2 7 4 13 16 2 4 1 9 8 0 3 3 4 8
Reggina 13 4 1 8 13 19 4 0 3 10 9 0 1 5 3 10
Parma 9 2 3 8 11 23 2 3 2 8 7 0 0 6 3 16
Messina 8 1 5 7 11 20 0 3 3 5 11 1 2 4 6 9
Cagliari 8 1 5 7 10 20 1 5 1 5 5 0 0 5 5 15
Treviso 7 1 4 8 8 21 0 1 5 3 10 1 3 3 5 11
Lecce 7 2 1 10 9 23 2 1 3 7 8 0 0 7 2 15

 

[wpedon id=”5153″]

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento