Serie A 2004/05: Cagliari-Sampdoria 0-0

Serie A, 30° giornata – Cagliari, 10 Aprile 2005

Cagliari-Sampdoria 0-0

CAGLIARI (4-3-3): Iezzo, Lopez (80′ F.Pisano), Bega, Maltagliati, Agostini, Conti, Budel, Gobbi, Esposito, Suazo (32′ Bianchi), Langella (73′ Alvarez). (22 Brunner, 15 Loria, 19 Brambilla, 3 Albino). All.: Arrigoni.

SAMPDORIA (4-4-2): Antonioli; Zenoni, Castellini, Falcone (55′ Pavan), Pisano; Diana (78′ Edusei), Palombo, Volpi, Tonetto (65′ Gasbarroni), Rossini, Flachi. (1 Turci, 5 Carrozzieri, 72 Sacchetti, 13 Kutuzov) All.: Novellino.

  • Arbitro: Ayroldi di Molfetta.
  • Angoli: 3-4.
  • Ammoniti: Pisano, Diana, Zenoni per gioco falloso.
  • Spettatori: 15.000 circa.


Cronaca e commento

Una Samp poco brillante ma concentrata come la partita richiedeva, soffre, rischia ma porta a Genova un punto prezioso tenendo lontani in classifica i sardi, impegnati in una problematica rincorsa al sesto o almeno al settimo posto. Da oggi forse questa lotta per fortuna non ci riguarda più. Il trenino che si spartirà l’ultimo posto Champions e i due per la Uefa sembra fatto. Udinese, Samp e Palermo a giocarsi tutto in queste ultime otto partite.

Parto col dire che eravamo presenti in otto unità dei “Dorianisardi” mischiati con circa trecento Sampdoriani giunti da Genova e dal nord Italia. Incitamento su altissimi livelli da inizio a fine partita nonostante il match non fosse certo dei più esaltanti. Ma la fede è fede e come ben sappiamo la squadra va sostenuta soprattutto nella difficoltà.

La Samp ha dovuto fare a meno ancora una volta del comunque fino ad ora inutile Inzaghi e purtroppo della fantasia di Doni, l’uomo più in forma prima della sosta. La solita formazione dunque con Falcone e Castellini in difesa e Rossini in tandem con Flachi in attacco. Proprio questi ultimi due, ben controllati dai difensori rossoblù, non hanno tirato nemmeno una volta verso la porta dei sardi (a parte un colpo di testa fuori dell’ex viola).

Nel primo tempo si è vista una discreta Samp, anche se le occasioni migliori sono state per il Cagliari con Langella, Suazo ed Esposito, ma tutto sommato la consueta pericolosità del tridente sardo non si è quasi mai vista. Da l’altra parte purtroppo a parte l’aver tenuto il pallino del gioco, poco da segnalare. Solo un innocuo colpo di testa di Diana nei primi minuti e Flachi e Rossini imbottigliati in mezzo. L’unico a creare qualcosa il solito grande Max Tonetto sulla fascia sinistra.

Secondo tempo più negativo per i colori blucerchiati. Il Cagliari è andato tre volte vicino al gol del vantaggio in maniera nitida, prima con Budel (sfiorato l’incrocio dei pali), poi con Conti su punizione ed infine con Esposito (tiro al volo da buona posizione calciato alle stelle). La Samp si è vista per l’ultima volta al 53′. Cross invitante di Tonetto e Flachi che di testa ha spedito fuori da buona posizione. Poi buio pesto. In due trasferte a Cagliari dunque, attacco “non pervenuto”.

Finisce tutto sommato con un sospiro di sollievo, contenti nonostante tutto, di aver vissuto ancora una volta la partita insieme alla tifoseria più bella del mondo. Ci piacerebbe poter trascorrere più spesso pomeriggi così, magari in una posizione dello stadio più agiata, con una temperatura più tiepida e con una Samp che ci regali qualche bella soddisfazione…

Tornando alla disamina tecnica sul torneo di Serie A, si tratta di un ottimo punto su un campo dove avevano perso quasi tutti fino ad ora, ed il pareggio dell’Udinese in casa contro una Roma zeppa di riserve è davvero “manna dal cielo”. Restiamo incollati al quarto posto con conseguente sogno Champions League (impensabile ad inizio stagione) ancora lì ad un passo. Da notare poi che l’Atalanta vincitrice al Ferraris prima della sosta conferma di essere ora una squadra forte e la salvezza pare sempre più possibile.

Domenica intanto scontro frontale: Sampdoria-Palermo al Ferraris, con i siciliani dietro di un punto e che potremo affossare forse definitivamente in caso di vittoria. Ma ci vorrà la miglior Samp e magari la fantasia di Doni di cui oggi ancora una volta si è sentita enormemente la mancanza. E comunque per dirla tutta ad 8 giornate dalla fine abbiamo un rassicurante +9 sulla settima. Come dire: Uefa in cassaforte, ma non è tempo di fermarsi ancora… Daje Doria!

  

Partendo da sinistra, contrasti tra: Agostini e Rossini, Volpi e Langella, M.Pisano e Conti.

Episodi principali della partita di oggi:

11′ Colpo di testa di Diana su cross di Tonetto dalla sinistra. Prima parata di Iezzo.

13′ Sinistro di Langella in area blucerchiata, Falcone devia in angolo, ma rischiava di diventare autogol.

19′ Langella si invola sulla fascia sinistra e serve Suazo che però lascia partire un diagonale debole. Antonioli blocca.

22′ Esposito spreca una grande occasione: vede Antonioli fuori dai pali e tenta il pallonetto. Il colpo però non riesce.

41′ Bello spunto di Esposito sulla destra, cross in mezzo per Bianchi che però salta fuori tempo e manda la palla alta sulla traversa.

53′ Buona occasione blucerchiata: cross di Tonetto, colpo di testa di Flachi, palla fuori.

59′ Gran sinistro di Budel da lontano: la palla sfiora l’incrocio destro, ma esce.

60′ Bella punizione di Conti dal limite: palla a girare, traversa sfiorata, ma è fuori. Antonioli fermo, cagliari vicino al gol.

75′ Grandissima occasione per il Cagliari, ma il tiro di Esposito, solo davanti a Antonioli, è altissimo.

89′ Grande occasione per il Cagliari: sinistro di Budel che finisce fuori di un nulla dal palo sinistro.

 

Edusei contrasta Gobbi nel finale di partita e a destra Flachi dopo aver “dato tutto” a noi tifosi.

Il dopo partita, interviste:

Novellino: “Cagliari e’ un campo ostico, abbiamo raccolto un risultato importante. Forse potevamo fare qualcosa di piu’ ma comunque il Cagliari e’ una squadra difficile da affrontare. Oggi c’era la possibilità di vincere, stiamo bene. Non mi sono mai pentito di aver lasciato andare via Bazzani, la classifica sta lì a dimostrarlo. Nelle ultime gare abbiamo giocato bene ma non siamo stati fortunati”

 

Lo striscione del nostro Club (Dorianisardi) e una panoramica sulla curva nord all’entrata delle squadre

Pagelle della partita di oggi:

Antonioli 6+

Zenoni 6 Castellini 6,5 Falcone 6,5 (Pavan 6,5) Pisano 6+

Diana 5,5 (Edusei6) Palombo 6+Volpi 6 Tonetto 6,5 (Gasbarroni 6)

Flachi 5 Rossini 4,5

 

Fase di riscaldamento della squadra e a destra i tifosi doriani fotografati dal fronte destro.

Classifica Serie A – 30° giornata

Pos. Squadra Punti Vinte Pari Perse Reti fatte Reti subite Scarto Reti
1 Milan 67 20 7 3 50 18 +32
2 Juventus 67 20 7 3 50 19 +31
3 Inter 53 11 17 2 53 35 +18
4 Udinese 49 14 7 9 46 32 +14
5 Sampdoria 48 14 6 10 32 23 + 9
6 Palermo 47 12 11 7 36 30 + 6
7 Roma 39 10 9 11 49 48 + 1
8 Cagliari 39 10 9 11 44 48 – 4
9 Bologna 38 9 11 10 28 27 + 1
10 Lecce 37 9 10 11 51 53 – 2
11 Lazio 37 10 7 13 38 40 – 2
12 Livorno 36 9 9 12 35 42 – 7
13 Messina 36 9 9 12 32 42 -10
14 Reggina 35 9 8 13 29 37 – 8
15 Parma 33 8 9 13 36 49 -13
16 Fiorentina 32 7 11 13 34 43 – 9
17 Chievo 31 8 7 15 24 43 -19
18 Siena 30 5 15 10 30 44 -14
19 Atalanta 27 6 9 15 28 38 -10
20 Brescia 27 7 6 17 25 41 -16




Partita successiva:

Sampdoria – Palermo 1-0

Partita precedente:

Sampdoria – Atalanta 1-2

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.