Sampdoria – Stagione 1979/80

E’ la stagione della svolta, se non sportiva, almeno societaria, visto che per tornare nel grande calcio ci vorrà ancora qualche tempo. Il 3 luglio 1979, Paolo Mantovani diventa presidente della Sampdoria, succedendo ad Edmondo Costa, e non lesina proclami di alto livello per il futuro blucerchiato. Come allenatore viene inizialmente confermato Giorgis, reduce da un campionato precedente non troppo brillante.

La rosa viene invece parzialmente stravolta. Lasciano Genova la “bandiera” Lippi, Rossi, Chiarugi, Tuttino, Bresciani, Re e Savoldi. I principali arrivi invece sono: i difensori Logozzo e Pezzella, i centrocampisti Redomi, CacciaGenzano e l’attaccante Sartori. Ancora una volta la Sampdoria parte tra le favorite per la promozione.

Inoltre, il 14 febbraio 1980 viene inaugurato a Bogliasco il centro sportivo blucerchiato, intitolato alla memoria del medico Gloriano Mugnaini, fondatore del tifo doriano organizzato.

Calcio Mercato Estate 1979 – Arrivi

Gianfranco ROSSI (P, Savona), Francesco MONACO (D, Real Squinziano), Massimo VENTURINI (D, Pistoiese), Ciro PEZZELLA (D, Lecce), Antonio LOGOZZO (D, Hellas Verona),  Gesualdo PIACENTI (C, Pescara), Antonio GENZANO (C, Novara), Franco CACCIA (C, Ternana), Renzo Pasquale REDOMI (C, Perugia), Giovanni SARTORI (A, Milan), Stefano BRONDI (A, Armando Picchi).

Calcio Mercato Estate 1979 – Partenze

Marcello LIPPI (D, Pistoiese), Fderico ROSSI (D, Pisa), Alberto MARIANI (D, Piacenza), Luigi PAOLINI (C, Lecce), Giovanni RE (C, Lecce), Paolo TUTTINO (A, Avellino), Sergio D’AGOSTINO (C, Siracusa), Gianluigi SAVOLDI (C, Giulianova), Luciano CHIARUGI (A, Bologna), Carlo BRESCIANI (A, Catanzaro),

Cronaca della stagione 1979/80

La stagione inizia col consueto girone eliminatorio di coppa. La squadra di Giorgis, dopo una sconfitta casalinga con l’Ascoli, vince bene ancora a Marassi contro il Bari, per poi soccombere di misura in casa di Roma e Perugia. In campionato l’avvio è terribile e nonostante il cambio in panchina, con l’insediamento di Toneatto, dopo lo 0-0 nel derby, le cose inizialmente non migliorano.

Nelle prime quattordici giornate, la Samp vince solo una volta, a Parma, rimediando cinque sconfitte e pareggiando le restanti. Da lì in poi, a partire da una vittoria a Lecce, i blucerchiati fanno più punti di tutti, perdendo solo a Palermo e Cesena nelle ultime ventiquattro partite. Ma i tantissimi pareggi (22 su 38) ed un girone di andata da quasi zona retrocessione, non consentono al presidente Mantovani di coronare il sogno di una risalita già dal primo anno. In A salgono Como, Pistoiese e Brescia.

In attacco si inizia ad intravedere la luce con Sartori e Chiorri che in due si avvicinano ai venti gol stagionali. Anche il centrocampo, con il trio Roselli – Genzano – Orlandi era parso discretamente omogeneo. Dietro invece, pur senza nomi altisonanti, la Samp era riuscita a prendere appena 27 gol in 38 partite di campionato. Ma nonostante le buone indicazioni della seconda parte, come vedremo, in Estate arriverà una nuova rivoluzione per provare a centrare la promozione.

Tabellini, classifiche e video della stagione 1979/80:

Sampdoria – Partite ufficiali 1979/80

Tabella dei risultati nella stagione 1979/80

Rosa giocatori per la stagione 1979/80

Allenatore: Lamberto Giorgis fino al 29 Ottobre 1979. Poi Lauro Toneatto.

NB: In celeste i giocatori confermati, in rosso quelli nuovi, in verde quelli provenienti dalle giovanili.

Stagione precedente:

Sampdoria – Stagione 1967/68

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento