Sampdoria – Stagione 1976/77

In Estate ci fu un mercato al risparmio su una squadra che già, ricordiamolo, era stata costruita per il campionato di serie B, salvo poi essere ripescata,  e si salvo per questione di “centimetri”. Andarono via il terzino Lelj, il jolly difensivo Rossinelli, Nicolini, un Salvi che dimostrò a Vicenza di avere ancora tanto da dire, e i due attaccanti Maraschi e Magistrelli. Contestualmente arrivarono il terzino sinistro, col vizio del gol, Callioni, il centrocampista offensivo Savoldi e, solo ad Ottobre inoltrato, il giovane attaccante Bresciani. Troppo poco per pensare di farla franca ancora una volta, tanto che Bersellini vacillò prima di accettare l’incarico per il secondo anno.

Calcio Mercato Estate 1976 – Arrivi

Vito CALLIONI (D, Vicenza), Osvaldo ARECCO (D, Grosseto), Gianluigi SAVOLDI (C, Juventus).

Calcio Mercato Estate 1976 – Partenze

Roberto ROMEI (D, Alessandria), Marco ROSSINELLI (D, Fiorentina), Natalino FOSSATI (D, Biellese), Giuseppe LELJ (D, Vicenza), Enrico NICOLINI (C, Catanzaro), Giancarlo SALVI (C, Vicenza), Sergio MAGISTRELLI (A, Palermo), Mario MARASCHI (A, ritirato).

Calcio Mercato Autunno 1976 – Arrivi

Carlo BRESCIANI (A, Fiorentina).

Cronaca della stagione 1976/77

Se il buongiorno si vede dal mattino, già a Settembre si capì che quella Sampdoria avrebbe dovuto patire le pene dell’inferno. Nel girone di coppa rimediò quattro sconfitte su quattro contro Vicenza e Cagliari in casa e Perugia e Modena in trasferta. Tutte squadre di categoria inferiore. Figuraccia clamorosa.

Il campionato fu in linea coi precedenti, ma questa volta il ritmo delle avversarie fu superiore e 24 punti non bastarono per salvarsi. La Samp come al solito incontrò il buio a metà stagione quando rimase a secco di vittorie per nove partite, conquistando solo quattro pareggi, Dopo diciassette giornate con appena 11 punti, la situazione pareva quasi irreversibile.

Ma anche questa volta ci fu un inaspettato colpo di coda. I blucerchiati presero ben 13 punti in 11 partite, nonostante una pesante sconfitta nel derby, con tanto di rimonta da situazione di vantaggio, arrivando a due giornate dal termine con discrete possibilità di giocarsela. Purtroppo, come poi succederà anche una ventina di anni dopo, il Bologna, appena un punto sopra, devastò la squadra di Bersellini, chiudendo già il primo tempo sul 3-0.

Il finale fu 4-1 e la Domenica successiva, dove solo con una vittoria, si sarebbe potuto agganciare lo spareggio col Foggia, non ci fu nulla da fare a Marassi contro una Juve in cerca del successo per vincere il suo ennesimo scudetto, che infatti fece suo per un solo punto di vantaggio sul Torino.

Così arrivò la seconda retrocessione in trentuno campionati, a dieci anni esatti dal ritorno in serie A. Possiamo dire giusta considerato l’andazzo, sempre troppo al limite, da inizio anni ’60 in poi. Iniziò un periodo ancora peggiore, con ben cinque anni di “purgatorio”. Preludio all’epoca d’oro. Unica notizia positiva arrivò dalla squadra primavera che trionfò, per la quarta volta, al Torneo di Viareggio.

Tabellini, classifiche e video della stagione 1976/77:

Sampdoria – Partite ufficiali 1976/77

Tabella dei risultati nella stagione 1976/77

Rosa giocatori per la stagione 1976/77

Allenatore: Eugenio Bersellini

NB: In celeste i giocatori confermati, in rosso quelli nuovi, in verde quelli provenienti dalle giovanili.

Stagione successiva:

Sampdoria – Stagione 1977/78

Stagione precedente:

Sampdoria – Stagione 1975/76

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento