Crea sito

Sampdoria – Stagione 1971/72

Nell’Estate del 1971, dopo l’ennesima sofferta salvezza, venne chiamato il “sergente di ferro” Heriberto Herrera, il teorico del “movimiento”, al posto del dimissionario Bernardini. La cessione di maggior rilievo fu quella del terzino destro Sabadini al Milan che si aggiunse a quelle di Spanio, Morello e Francesconi. Arrivarono invece Santin, Casone, Boni e Tuttino, tutti giocatori poi protagonisti in quegli anni di “vacche magre”.

Calcio Mercato Estate 1971 – Arrivi

Sergio REGGIANI (D, Catania), Nello SANTIN (D, Milan), Loris BONI (D, Solbiatese), Roberto CASONE (C, Milan),  Paolo TUTTINO (A, Udinese).

Calcio Mercato Estate 1971 – Partenze

Ubaldo SPANIO (A, Catania), Giuseppe SABADINI (D, Milan), Domenico ARNUZZO (D, Savona), Mario MORELLO (C, Perugia), Giovanni COLONNELLI (C, Parma), Fulvio FRANCESCONI (A, Catania)..

Cronaca della stagione 1971/72

Ad inaugurare la stagione agonistica ci fu questa volta un girone da cinque squadre di Coppa Italia. La Samp esordì battendo il Taranto, grazie alla rete di Spadetto, ma poi fu piegata dalla Juve a Torino e nelle ultime due partite, di fatto ormai ininfluenti, vinse di misura a Bari, col gol del giovane Repetto, e pareggiò il derby col Genoa, con rete di Casone dopo lo svantaggio del primo tempo. In classifica Samp seconda dietro la Juve e come sempre davanti ai genoani.

Il campionato, dopo una prestigiosa vittoria contro il Bologna in rimonta, vide subito una serie negativa di cinque partite, seguita poi da un filotto di tre vittorie di misura con Atalanta, Hellas, in casa, e a Mantova. Fino alla fine del girone di andata la squadra di Herrera cedette solo alla Juventus a Torino, riuscendo invece a pareggiare 4-4 a Milano con l’Inter, in una delle partite leggendarie della storia doriana.

La Samp chiuse quindi l’andata con ben 16 punti in 15 partite. Il ritorno, forse anche per un rilassamento dopo anni di battaglie all’ultimo respiro per evitare la B, fu leggermente sottotono. Le uniche tre vittorie, tutte di misura, arrivarono contro Roma e Torino in casa e a Varese contro il “fanalino di coda”.

Alla fine l’ottavo posto in serie A, fu il risultato migliore nel periodo che andò dal 1961 fino al 1982. Fondamentali il pragmatismo del nuovo allenatore, ma anche le prove magistrali di Lodetti e Suarez, la conferma del giovane libero Lippi e le “esplosioni” di Boni e Negrisolo (in questa stagione schierato come stopper).

A inizio Giugno la Samp partecipò per l’ultima volta ad una delle coppe “secondarie” (non UEFA) di quel periodo. Nella Anglo Italiana, ancora una volta i blucerchiati non ebbero scampo contro le inglesi. Tre sconfitte ed un solo successo casalingo in rimonta contro il Birmingham City. In questo caso le reti furono realizzate dagli attaccanti Badiani e Petrini, acquistati per la stagione successiva.

Tutti i tabellini e le classifiche della stagione 1971/72:

Sampdoria – Partite ufficiali 1971/72

Tabella dei risultati nella stagione 1971/72

Rosa giocatori per la stagione 1971/72

Giocatori tesserati per la Coppa Anglo Italiana 1972

Allenatore: Heriberto Herrera Udrizal

NB: In celeste i giocatori confermati, in rosso quelli nuovi, in verde quelli provenienti dalle giovanili.

Stagione successiva:

 

Stagione precedente:

Sampdoria – Stagione 1967/68

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *