Sampdoria – Stagione 1950/51

In questa stagione cambia l’allenatore. Dopo alcuni anni con Adolfo Baloncieri, la guida tecnica passa a Giuseppe Galluzzi che conferma, come allenatore in seconda, “Gipo” Poggi. Il nuovo mister durerà però ben poco. Nell’organigramma societario si segnala l’ingresso di un ragioniere specializzato in pratiche burocratiche: l’indimenticato cavaliere Mario Rebuffa, che immediatamente, e fino al 1995, diventa un vero e proprio punto di riferimento della società blucerchiata.

Per quanto riguarda la rosa, i movimenti più importanti sono le cessioni del portiere Bonetti e l’attaccante Baldini al Genoa, da cui arriva il centrocampista Bergamo. Si segnala anche il ritorno dell’ala Parodi. Rebuzzi, storico centrocampista blucerchiato di questi primi anni, si accasa invece alla Pro Patria. La squadra sulla carta pare dunque indebolita.

Calcio Mercato – Arrivi

Vincenzo REVERCHON (P, Casale), Pietro PODESTA’ (D, Sestrese), Gustaf Ingvar Bertil GARD (C, Malmö FF), Vittorio BERGAMO (C, Genoa), Luigi PARODI (A, Pavia)

Calcio Mercato – Partenze

Pietro BONETTI (P, Genoa), Cosimo LA PENNA (D, Cremonese), Italo REBUZZI (C, Pro Patria), Umberto MANNOCCI (C, Cremonese), Giuseppe BALDINI (A, Genoa)

Cronaca della stagione

I risultati della squadra sono inizialmente deludenti e Galluzzi viene esonerato. La squadra fu affidata a Poggi, storico vice, ma fu poco dopo affiancato da Alfredo Foni. Al termine del campionato i punti sono 33 (frutto di 12 vittorie, 9 pareggi e 17 sconfitte) ed il piazzamento finale è il tredicesimo.

L’attacco atomico, nonostante la presenza di Bassetto, Gei e Sabbatella, non era più quello delle stagioni precedenti. Lo testimoniano i 51 gol segnati, non tanti per quell’epoca. La difesa invece era sempre molto fragile: ben 76 reti al passivo. Tante le sconfitte pesanti in trasferta: 3-0 a Novara, 5-1 con l’Inter a San Siro, 4-0 a Napoli, 3-0 a Udine, 4-1 a Palermo, 7-2 in casa della Juve,  4-0  Lucca, 3-0 Firenze e 5-0 a Roma con i giallorossi. Una media di quasi 3 gol subiti a partita lontano da genova. Meglio in casa dove comunque arrivò un pesante rovescio con l’Inter (0-4), ma anche 11 vittorie e 38 reti all’attivo.

Il campionato si chiude invece molto bene, con due vittorie sonanti a Marassi: 7-2 al Bologna e 5-1 al Palermo. Il “derby della Lanterna” nel girone di ritorno ebbe grande importanza in quanto entrambe le formazioni erano in lotta per non retrocedere. La partita (2-3 il finale) fu risolta da un tiro dell’argentino Sabbatella, non molto angolato, ma potentissimo, che trafisse l’ex Bonetti ed indirizzò i rossoblu verso la prima retrocessione in serie B del dopoguerra.

Sampdoria – Serie A 1950/51

Tabella riepilogativa dei risultati 1950/51

Rosa stagione 1950/51

Sampdoria – Stagione 1951/52

Sampdoria – Stagione 1949/50

Precedente Sampdoria - Serie A 1950/51 Successivo Primavera: Sampdoria-Inter 2-1, continua la risalita

Lascia un commento