Sampdoria – Partite ufficiali 1991/92

Tutte le partita ufficiali della stagione 1991/92 in ordine cronologico:

Genova, 24 Agosto 1991 – Supercoppa Italiana 1991

Sampdoria-Roma 1-0

75′ Mancini

Sampdoria (1-2-5-2): Pagliuca; Lanna; Mannini, Vierchowod; Lombardo (76′ Buso), Pari, Cerezo (61′ Invernizzi), Katanec, Silas; Vialli, Mancini. All. V.Boskov

Roma (1-3-4-2)Cervone; Nela; Garzya, Aldair, Carboni; Häßler, Bonacina, Giannini, Di Mauro (78′ Salsano); Völler (23′ De Marchi), Muzzi. All. C.Bianchi

  • Arbitro: Lanese di Messina

Coppa Italia – Secondo Turno (Andata) – Genova, 28 Agosto 1991

Sampdoria-Modena 3-1

35′ Buso [assist Katanec], 48′ Dionigi, 52′ Mancini (r), 66′ Mancini [assist Katanec]

1 Settembre 1991. La Samp scudettata e fresca vincitrice della supercoppa, cade a Cagliari nell’esordio di campionato. La squadra di Giacomini (esonerato di lì a poco), vince in rimonta dopo le reti doriane di Silas (punizione) e Mancini, intervallate dal rigore di Francescoli. Nella ripresa il fuoriclasse uruguaiano realizza un gol da cineteca, poi Herrera sigla la vittoria.

Serie A 1991/92: Cagliari-Sampdoria 3-2

4 Settembre 1991. Un pò frastornata dalla batosta in Sardegna, la Samp fatica a carburare nella prima mezz’ora, poi dopo il gol di Silas, dilaga con una storica doppietta di Fausto Pari. Assist di Lombardo e Vialli. Passaggio del turno agevole visto che a Genova era finita 3-1.

Coppa Italia 1991/92: Modena-Sampdoria 0-3

 

Genova, 8 settembre 1991. II G.
Sampdoria-Hellas Verona 2-0
Cerezo [assist Vialli], Vialli [assist Cerezo]

SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Orlando Alessandro (Invernizzi dal 12′ del s.t.), Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo (Dossena dal 74′), Vialli, Mancini R., Silas. (12 Nuciari, 15 Bonetti I., 16 Bonetti I.).

VERONA: Gregori, Piubelli (Lunini dal 15′ del s.t.), Polonia, Rossi E., Pin C., Renica, Fanna (Tommasi al 42′ del p.t.), Icardi, Raducioiu, Prytz, Serena M. (12 Zaninelli, 15 Magrin, 16 Pelucchi).

Arbitro: Trentalange di Torino.

Bari, 15 settembre 1991. III G.
Bari-Sampdoria 1-1
7′ Vialli, 76′ Platt
BARI: Biato, Loseto II, Rizzardi, Terracenere, Calcaterra, Progna, Cucchi E. (Soda dal 22′ del s.t.), Fortunato D., Farina, Platt, Joao Paulo (Caccia dal 10′ del p.t.). (12 Alberga, 15 Maccoppi).
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Orlando Alessandro (Bonetti D. dal 37′ del s.t.), Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Katanec, Vialli, Mancini R. (Dossena dal 28′ del s.t.), Silas. (12 Nuciari, 15 Invernizzi, 16 Cerezo).
Arbitro: Sguizzato di Verona.

18 Settembre 1991: All’esordio assoluto in Coppa dei Campioni, i campioni d’Italia disintegrano a Marassi i norvegesi di Boskov. Reti di Dossena e Lombardo nel primo tempo, ancora Dossena, Silas e Lombardo (strepitosa azione solitaria) nel secondo. Assist di Silas, Vialli, Cerezo e Lombardo.

Coppa Campioni 1991/92: Sampdoria-Rosenborg 5-0

Settembre 1991. La Samp tricolore, batte per il terzo anno di fila l’Inter a Marassi e questa volta in maniera travolgente. Partita a senso unico dopo il gol di Mancini lanciato da Vierchowod. Nel secondo tempo in contropiede arrotondano Lombardo (doppietta), e Vialli, che raggira Zenga con una giocata analoga a quella di Dossena col Mechelen nel 1989. Due assist per Silas.

Serie A 1991/92: Sampdoria-Inter 4-0

Genova, 29 settembre 1991. V G.
Sampdoria-Ascoli 4-0
12′ Lombardo, 30′ Vialli [r], 32′ Mancini [assist Orlando], 40′ Vialli [assist Vierchowod]

SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Orlando Alessandro (Dossena dall’11’ del s.t.), Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo (Invernizzi dal 1′ del s.t.), Vialli, Mancini R., Silas. (12 Nuciari, 15 Zanutta G., 16 Buso).

ASCOLI: Lorieri, Aloisi, Pergolizzi, Enzo (Zaini dal 14′ del s.t.), Mancini O., Marcato, Cavaliere, Troglio, Bierhoff, Giordano B., Menolascina. (12 Bocchino R., 14 Di Rocco, 15 Bernardini, 16 Spinelli).

Arbitro: Boggi di Salerno.

2 Ottobre 1991. La partita in Norvegia è pura formalità incastonata tra il 4-0 all’Ascoli a la trasferta di Parma. I blucerchiati però subiscono la foga dei nordici, che dopo due pali trovano il gol nel finale. La Samp reagisce e ribalta in pochi minuti con Vialli e Mancini su rigore. Un palo anche per Buso.

Coppa Campioni 1991/92: Rosenborg-Sampdoria 1-2

Parma, 6 ottobre 1991. VI G.
Parma-Sampdoria 2-1
13′ Minotti, 57′ Vialli [r], 59′ Grun

PARMA: Taffarel, Benarrivo, Di Chiara II, Minotti, Apolloni, Grun, Melli I (Agostini dal 40 del s.t.), Zoratto I, Pulga (Nava dal 45′ del s.t.), Cuoghi, Brolin. (12 Ballotta, 15 Donati, 16 Catanese).

SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Orlando Alessandro (Cerezo dal 7′ del s.t.), Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Katanec (Dossena dal 7′ del s.t.), Vialli, Mancini R., Silas. (12 Nuciari, 15 Invernizzi, 16 Buso).

Arbitro: Lanese di Messina.

Genova, 20 ottobre 1991. VII G.
Sampdoria-Atalanta 0-2
Marcatore: Bianchezi al 7′ del s.t., Caniggia al 22′ del s.t..
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Orlando Alessandro (Dossena dal 27′ del s.t.), Pari; Vierchowod, Invernizzi, Lombardo, Cerezo, Vialli, Mancini R., Silas. (12 Nuciari, 14 Lanna, 15 Bonetti D., 16 Katanec).
ATALANTA: Ferron, Cornacchia, Pasciullo, Bordin, Bigliardi, Porrini, Perrone, Stromberg, Bianchezi (De Patre dal 41′ del s.t.), Nicolini, Caniggia. (12 Ramon, 14 Sottil, 15 Orlandini, 16 Clementi).
Arbitro: Fucci di Salerno.

23 Ottobre 1991. Reduce dalle sconfitte con Parma e Atalanta, la Samp conferma il periodo nero perdendo in maniera rocambolesca in casa dei modesti ungheresi della Honved. Svarione di Vierchowod e Pagliuca sul primo gol, cui rispondono Cerezo e Lanna sul secondo. Il brasiliano aveva pareggiato provvisoriamente dopo un palo di Mancini.

https://www.manicomioblucerchiato.it/coppa-campioni-1991-92-budapest-honved-sampdoria-2-1/

Genova, 27 ottobre 1991. VIII G.
Genoa-Sampdoria 0-0
GENOA: Braglia, Torrente, Branco, Eranio, Caricola II, Signorini, Ruotolo, Bortolazzi, Aguilera, Skuhravy, Onorati. (12 Berti G., 13 Bianchi Andrea, 14 Ferroni II, 15 Fiorin, 16 Pacione).
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Bonetti I., Pari, Vierchowod, Silas, Buso (Invernizzi dal 90′), Cerezo, Vialli, Mancini R., Dossena (Lombardo dal 28′ del s.t.). (12 Nuciari, 15 Orlando Alessandro, 16 Katanec).
Arbitro: D’Elia di Salerno.

Genova, 30 Ottobre 1991 – Coppa Italia 8vi di finale andata

Sampdoria-Bari 1-1

45′ Platt, 65 Vialli (r)

Napoli, 3 novembre 1991. IX G.
Napoli-Sampdoria 2-1
Zola al 3′ del p.t., Careca al 38′ del p.t., Blanc su autorete al 40′ del p.t..
NAPOLI: Galli Giovanni, Ferrara, Francini, Crippa, Alemao, Blanc, Pusceddu, De Napoli, Careca, Zola (Tarantino dal 37′ del s.t.), Padovano (De Agostini S. dal 29′ del s.t.).
SAMPDORIA: Pagliuca, Lanna (Buso dal 31′ del s.t.), Orlando Alessandro, Pari; Vierchowod, Bonetti I., Lombardo, Cerezo (Invernizzi dal 12′ del s.t.), Vialli, Mancini R., Silas. (12 Nuciari, 15 Katanec, 16 Dossena).
Arbitro: Luci di Firenze.

6 Novembre 1991. In crisi nera, la Samp di Boskov ritrova la vittoria nella serata giusta, rifilando un 3-1 agli ungheresi e conquistando il diritto ai gironi finali. A segno Lombardo e due volte Vialli, con assist di Mancini e dello stesso Lombardo. Nel finale Pagliuca salva il gol della possibile eliminazione, dopo che Pari lo aveva trafitto goffamente.

Coppa Campioni 1991/92: Sampdoria-Kispest Honved 3-1

Genova, 17 novembre 1991. X G.
Sampdoria-Milan 0-2
Gullit al 20′ e al 25′ del s.t..
SAMPDORIA: Pagliuca, Lanna, Orlando Alessandro (Invernizzi dal 37′ del s.t.), Pari, Vierchowod, Katanec, Lombardo, Cerezo, Vialli, Mancini R., Silas. (12 Nuciari, 15 Bonetti D., 16 Bonetti I.).
MILAN: Rossi S., Tassotti, Maldini, Ancelotti, Costacurta, Baresi II, Evani (Galli F. dal 41′ del s.t.), Rijkaard, Van Basten, Gullit, Massaro. (12 Antonioli, 14 Albertini, 15 Donadoni, 16 Cornacchini).
Arbitro: Lanese di Messina.

Roma, 24 novembre 1991. XI G.
Roma-Sampdoria 2-0
Rizzitelli al 2′ del s.t., Giannini al 13′ del s.t..
ROMA: Cervone, De Marchi, Carboni, Piacentini, Aldair, Nela, Haessler (Salsano dal 19′ del s.t.), Di Mauro, Voeller (Carnevale dal 19′ del s.t.), Giannini I, Rizzitelli. (12 Zinetti, 15 Garzja, 16 Pellegrini III).
SAMPDORIA: Pagliuca, Bonetti D., Katanec, Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo (Buso dall’11’ del s.t.), Vialli, Bonetti I. (Invernizzi dal 33′ del s.t.), Silas. (12 Nuciari, 15′ Orlando Alessandro).
Arbitro: Pezzella di Frattamaggiore.

Genova, 27 novembre 1991 – Coppa Campioni, 1° giornata girone
Sampdoria-Crvena Zvezda 2-0
7′ Mancini [assist Vialli], 74′ Vialli [assist Mancini]

Dicembre 1991. Reduce da una brutta crisi in campionato (1 punto e 2 soli gol segnati in 5 partite), a causa anche degli impegni in coppa campioni, la Samp non va oltre lo 0-0 contro un buon Torino. Un pareggio che comunque darà il via a una lunga serie positiva. Partita combattuta, ma con pochi tiri in porta.

Serie A 1991/92: Sampdoria-Torino 0-0

Bari, 4 Dicembre 1991 – Coppa Italia 8vi di finale (ritorno)

Bari-Sampdoria 2-2 d.t.s.

62′ Platt (r), 80′ Vialli (r), 102′ Soda, 118′ Cerezo [assist Buso]

Foggia, 8 dicembre 1991. XIII G.
Foggia-Sampdoria 0-0
FOGGIA: Mancini F., Codispoti, Grandini, Shalimov, Napoli T., Consagra, Rambaudi, Porro I, Baiano, Barone, Signori (12 Rosin, 13 Fresi, 14 Padalino, 15 Lo Polito, 16 Musumeci).
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec (Buso dal 17′ del s.t.), Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo (Bonetti D. dal 36′ del s.t.), Cerezo, Vialli, Silas, Bonetti I.. (12 Nuciari, 15 Orlando Alessandro, 16 Mancini R.).
Arbitro: Cinciripini di Ascoli Piceno.

11 Dicembre 1991. Nel gelo di Atene, con un campo completamente ghiacciato, la Samp, priva di Mancini, sostituito da Buso, strappa un punto importante dopo la vittoria alla prima giornata. Poche le occasioni da ambo le parti e pareggio sostanzialmente giusto.

Coppa Campioni 1991/92: Panathinaikos-Sampdoria 0-0

Dicembre 1991. Dopo 8 partite senza vittoria (3 pareggi e 5 sconfitte), che hanno relegato i blucerchiati quasi in zona retrocessione, arriva una meritata vittoria a Marassi contro i bianconeri di Trapattoni che contendono il primo posto al Milan. E’ un gran colpo di testa di Katanec, che sovrasta Casiraghi e De Agostini su un cross di Mancini, a far esplodere il “Ferraris”.

Serie A 1991/92: Sampdoria-Juventus 1-0

Firenze, 5 gennaio 1992. XV G.
Fiorentina-Sampdoria 1-2
39′ Vierchowod [assist Bonetti I.], 73′ Vialli, 77′ Faccenda

FIORENTINA: Mareggini, Malusci II, Carobbi, Iachini, Faccenda, Pioli, Mazihno (Dell’Oglio dal 15′ del s.t.), Salvatori (Maiellaro dal 28′ del s.t.), Batistuta, Dunga, Branca. (12 Mannini A., 15 Matrone V., 16 Fiondella).

SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec, Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo (Buso dal 44′ del s.t.), Vialli, Mancini R. (Silas dal 39′ del s.t.), Bonetti I.. (12 Nuciari, 15 Orlando Alessandro, 16 Bonetti D.).+

Arbitro: Felicani di Bologna.

Genova, 12 gennaio 1992. XVI G.
Sampdoria-Lazio 1-0
6′ Vialli [assist Mancini]
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec, Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo (Invernizzi dal 30′ del s.t.), Vialli (Buso dal 43′ del s.t.), Mancini R., Bonetti I.. (12 Nuciari, 15 Bonetti, 16 Silas).
LAZIO: Fiori, Bergodi, Sergio, Pin G., Corino, Soldà, Stroppa, Doll, Riedle, Melchiori, Sosa (Neri dall’8′ del s.t.). (12 Orsi, 14 Vertova, 15 Verga, 16 Capocchiano).
Arbitro: Baldas F. di Trieste.

19 gennaio 1992. La Samp trova la quarta vittoria consecutiva in serie A, vincendo a Cremona grazie a un gol di Lombardo su regalo dello stopper Gualco. Partita spigolosa, in cui le occasioni da gol sono state molte meno dei falli commessi. Pomeriggio difficile per Vialli e Mancini.

Serie A 1991/92: Cremonese-Sampdoria 0-1

Genova, 26 gennaio 1992. XVIII G.
Sampdoria-Cagliari 1-1
Napoli al 22′ del p.t., Katanec al 10′ del s.t..
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec, Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo (Silas dal 1′ del s.t.), Viallli, Mancini R., Bonetti I.. (12 Nuciari, 15 Bonetti D., 16 Invernizzi).
CAGLIARI: Ielpo, Napoli N., Festa, Herrera (Chiti dal 17′ del s.t.), Firicano, Mobili, Bisoli, Gaudenzi, Francescoli (Villa M. dal 45′ del s.t.), Matteoli, Criniti. (12 Di Bitonto, 15 Greco, 16 Pistella).
Arbitro: Nicchi di Arezzo.

Verona, 2 febbraio 1992. XIX G.
Hellas Verona-Sampdoria 0-0
VERONA: Gregori, Calisti, Pellegrini I., Polonia, Pin C., Renica, Icardi, Serena M., Lunini (Pellegrini al 20′ del s.t.), Prytz (Magrin dal 23′ del p.t.), Raducioiu. (12 Zaninelli, 15 Piubelli, 16 Fanna).
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec, Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo (Silas dal 36′ del s.t.), Buso, Mancini R. (Invernizzi dal 45′ del s.t.), Bonetti I.. (12 Nuciari, 15 Orlando Alessandro).
Arbitro: Amendolia di Messina.

Genova, 9 febbraio 1992. XX G.
Sampdoria-Bari 1-1
Soda al 4′ del p.t., Mancini R. al 22′ del p.t. su rigore.
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec, Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo (Invernizzi dal 17′ del s.t.), Silas, Mancini R., Bonetti I. (Orlando Alessandro dal 1′ del s.t.). (12 Nuciari, 15 Bonetti I., 16 Zanutta G.).
BARI: Alberga, Brambati, Bellucci, Fortunato D., Jarni, Progna, Carbone A., Boban, Soda (Loseto II dal 37′ del s.t.), Platt (Maccoppi dal 19′ del p.t.), Giampaolo II. (12 Biato, 15 Laureri, 16 Rizzardi).
Arbitro: Quartuccio di Torre Annunziata.

Genova, 12 febbraio 1992 – Coppa Italia 4ti di finale (andata)

Sampdoria-Roma 1-0

89′ Vialli [assist Vierchowod]

Milano, 16 febbraio 1992. XXI G.

Inter-Sampdoria 0-0
INTER: Zenga, Bergomi, Orlando Angelo, Baggio D., Ferri II, Battistini, Klinsmann, Bianchi Alessandro (Grossi M.), Fontolan II (Ciocci dal 13′ del s.t.), Matthaus, Desideri. (12 Abate, 15 Montanari, 16 Pizzi).
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Invernizzi, Pari, Vierchowod, Lanna, Cerezo (Silas dal 26′ del s.t.), Vialli; Buso, Bonetti I.. (12 Nuciari, 14 Bonetti D., 15 Orlando Alessandro, 16 Mancini R.).
Arbitro: Trentalange di Torino.

Ascoli, 23 febbraio 1992. XXII G.
Ascoli-Sampdoria 0-1
45′ Silas [assist Vialli]
ASCOLI: Lorieri, Aloisi (Marcato dal 41′ del s.t.), Pergolizzi, Pierleoni, Benetti, Cavaliere, Troglio, Bernardini, Bierhoff, Zaini, D’Ainzara. (12 Bocchino R., 14 Menolascina, 15 Mancini O., 16 Maniero).
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec, Invernizzi, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Silas, Vialli (Orlando Alessandro dall’8′ del s.t.), Buso (Mancini R. dal 1′ del s.t.), Bonetti I.. (12 Nuciari, 15 Bonetti D., 16 Cerezo).
Arbitro: Merlino di Torre del Greco.

Roma, 26 febbraio 1992 – Coppa Italia 4ti di finale (ritorno)

Roma-Sampdoria 1-1

23′ Carnevale, 74′ Vierchowod [assist Mancini]

Genova, 1° marzo 1992. XXIII G.
Sampdoria-Parma 2-0
Orlando al 22′ del s.t., 90′ Mancini [assist Silas]
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec, Pari, Vierchowod, Lanna (Bonetti dal 1′ del s.t.), Lombardo (Cerezo dal 40′ del s.t.), Silas, Vialli, Mancini R., Orlando Alessandro. (12 Nuciari, 15 Invernizzi, 16 Buso).
PARMA: Taffarel, Benarrivo, Di Chiara II, Minotti, Apolloni, Grun, Melli I, Zoratto I, Osio (Catanese dal 15′ del s.t.), Cuoghi, Agostini (Osio dal 28′ del s.t.) (12 Ballotta, 15 Nava, 16 Pulga).
Arbitro: Collina di Viareggio.

4 Marzo 1992. Rocambolesca partita in Belgio, dove la Samp va due volte in vantaggio con Vialli, su assist di Mancini e Mannini, ma viene ripresa due volte e alla fine castigata da Degryse e una doppietta di Nilis. Identici il primo e il terzo gol. Serata da dimenticare per Pagliuca e Mannini.

Coppa Campioni 1991/92: Anderlecht-Sampdoria 3-2

Bergamo, 8 marzo 1992. XXIV G.
Atalanta-Sampdoria 0-0
ATALANTA: Ferron, Valentini M., Pasciullo, Minaudo (Piovanelli dal 32′ del s.t.), Bigliardi, Stromberg, Perrone (Bracaloni al 38′ del s.t.), Bordin, Bianchezi, Nicolini, Caniggia. (12 Malgioglio, 15 Cornacchia, 16 Sottili).
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec, Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Invernizzi, Vialli, Mancini R. (Silas dal 45′ del s.t.), Bonetti I.. (12 Nuciari, 14 Bonetti D., 15 Orlando Alessandro, 16 Buso).
Arbitro: Fabricatore di Roma.

Genova, 15 marzo 1992. XXV G.
Sampdoria-Genoa 2-2
Signorini al 3′ del p.t., 15′ Katanec [assist Lombardo], Bortolazzi al 18′ del p.t., Mancini R. al 41′ del p.t..
SAMPDORIA: Pagliuca, Bonetti D., Katanec, Pari, Vierchowod, Invernizzi, Lombardo, Cerezo, Vialli, Mancini R., Bonetti I. (Silas dal 32′ del s.t.). (12 Nuciari, 14 Orlando Alessandro, 15 Zanutta G., 16 Buso).
GENOA: Braglia, Torrente, Branco, Eranio, Collovati, Signorini, Ruotolo, Bortolazzi, Aguilera, Skuhravy, Fiorin. (12 Berti G., 13 Iorio, 14 Ferroni II, 15 Caricola II, 16 Onorati).
Arbitro: Trentalange di Torino.

18 Marzo 1992. La quarta partita del girone è quasi decisiva per puntare alla finale di Wembley. Dopo la beffa di Bruxelles, la Samp chiude i conti nel primo tempo. Lombardo e Mancini protagonisti assoluti. Sul primo gol palo del 10 e gol del 7 su ribattuta, sul secondo assist dell’ala e pallonetto vincente del fantasista. 

Coppa Campioni 1991/92: Sampdoria-Anderlecht 2-0

Parma, 21 Marzo 1992 – Coppa Italia, semifinale (andata)

Parma-Sampdoria 1-0

50′ Brolin

Genova, 29 marzo 1992. XXVI G.
Sampdoria-Napoli 1-1
Padovano al 2′ del s.t., 59′ Lanna [assist lombardo]
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M. (Cerezo dal 39′ del p.t.), Katanec (Silas dal 37′ del s.t.), Pari, Bonetti D., Lanna, Lombardo, Invernizzi, Vialli, Mancini R., Bonetti I.. (12 Nuciari, 15 Orlando Alessandro).
NAPOLI: Galli Giovanni, Ferrara, Francini, Crippa (De Agostini S. dal 18′ del p.t.), Alemao, Corradini, Pusceddu, De Napoli, Careca, Zola, Silenzi (Padovano dal 1′ del s.t.). (12 Sansonetti, 15 Tarantino M., 16 Mauro III).
Arbitro: Felicani di Bologna.

Sofia, 1 Aprile 1991 – Coppa Campioni, 5° giornata girone

Crvena Zvezda-Sampdoria 1-3

11′ Mihajlovic, 33′ Katanec [assist Mancini], 48′ Vasilijević (a), 75′ Mancini [assist Vialli]

Se non e’ Wembley poco ci manca. Di sicuro, alla Sampdoria ieri sera non e’ mancato nulla, ne’ il coraggio, ne’ la voglia, ne’ i gol. Ha battuto la Stella Rossa rimontandola, ha avuto tutto quando ha perso Cerezo, subi’ to un gol e giocato in condizioni ambientali difficili con un arbitro che poco o niente l’ ha tutelata. Quando la squadra ha trovato il pareggio con Katanec, il pessimo portoghese Dos Santos gliene ha negato un altro regolare su torbida segnalazione del guardalinee.

Ma la Sampdoria ha Vialli che cerca il raddoppio e lo trova grazie a un’ autorete, e ha Mancini che da’ il colpo di grazia nel cuore della ripresa proprio all’ apice dello sforzo che stava compiendo la Stella Rossa, che invece non ha il vero Savicevic. E’ stata una battaglia vera con poco calcio buono, nove ammoniti e il pubblico jugoslavo (distintosi gia’ per gli incidenti nel pomeriggio) che urlava, soffiava, insultava (anche due striscioni in italiano: uno ironico e uno osceno contro Francesca Mantovani, la figlia del presidente doriano). Ma alla fine e’ stato bello sentire dallo stadiolo spento sorgere un applauso caldo verso gli undici giocatori della Samp che in canottiera correvano verso la finale di coppa dei Campioni.

Ora basta anche pareggiare con il Panathinaikos anche se mancheranno sicuramente Lombardo, Vierchowod, Ivano Bonetti, che verranno squalificati dopo l’ ammonizione di ieri. Succede subito molto. Nemmeno cinque minuti, e Cerezo comincia a zoppicare, colpa forse di una botta, stavolta fortuita, a centrocampo. Boskov e’ costretto a farlo uscire al 10′ , rimpiazzandolo con Invernizzi. Come annunciato, Dario Bonetti e’ il libero, Lanna va in marcatura. Su Pancev c’ e’ lui, mentre Vierchowod si dedica a Savicevic. Pari prende Bolic, l’ unico uomo un po’ a sorpresa della Stella Rossa, Lombardo invece sulla fascia trova Mihajlovic.

Il primo tiro e’ di Jugovic al 9′ (Pagliuca si distende e devia), il secondo e’ di Mihajlovic ed e’ gol. Arriva su punizione procurata da una sventatezza di Lanna che, prima anticipa Pancev, poi ritarda il rinvio e si fa soffiare il pallone. Per evitare guai provoca il fallo, poco fuori dal vertice sinistro dell’ area. Alla battuta va Mihajlovic e la traiettoria, fortemente arcuata, si infila sul primo palo dove Pagliuca non puo’ arrivare. La partita prende subito una brutta piega anche perche’ , senza Cerezo, la Samp perde nella costruzione del gioco e non riesce a cambiare la marcia ma almeno cambia il corso del primo tempo, al 33′ , con una rete che vuole fortemente Katanec.

Sul cross di Lanna, lo sloveno si arrampica piu’ in alto di tutti, Mancini gli offre sponda e petto e Katanec butta dentro di prepotenza. Non cambia il gioco ma cambia tutto. Palla al centro, Dario Bonetti sradica una palla e lancia dentro per Invernizzi che si infila in un corridoio senza oppositori, smarca Lombardo a destra e il guardalinee segnala un inesistente fuorigioco. L’ episodio lascia cicatrici sulla Stella Rossa che disarticola la propria manovra, viene ributtata indietro da un centrocampo reso molto tonico da Invernizzi, non riesce piu’ neppure il tiro da lontano su uno dei quali (di Bolic) Pagliuca sembra in ritardo.

Quel che alla Samp toglie l’ iniquo guardalinee viene restituito dalla sorte. Su un allungo di testa di Mancini, che batte il lento Radinovic sullo stacco, Vialli coglie in controtempo Vasilijevic e Milojevic. L’ attaccante fila verso la porta e l’ avversario jugoslavo nel tentativo di anticiparlo tocca alle spalle del proprio portiere. La Stella e’ talmente spenta che si segnala solo con una girata, debole, di Pancev in mano a Pagliuca. Tornano a mordere quelli della Stella all’ inizio della ripresa, Savicevic finalmente si vede per un colpo di tacco che libera il cross di Radinovic da destra, sulla traiettoria Lanna ci mette il piede e anticipa Pancev in corner.

L’ arma migliore degli jugoslavi resta ancora il tiro da lontano (Jugovic al 14′ ) anche perche’ davanti Savicevic, Wierchowod a parte, zoppica vistosamente e non puo’ scattare. A Pancev Lanna lascia solo un colpo di testa, di poco alto sulla traversa. Non funzionano piu’ le punizioni di Mihajlovic, visto che un paio finiscono addosso alla barriera della Samp. Popovic rischia ma gli va male. Due minuti dopo aver tolto Radinovic, un marcatore per Ivic, un attaccante, la Samp chiude il conto con una prodezza di Mancini, assistito da Vialli che prima gli regala un velo e poi un servizio di destro: Mancini lo controlla anticipando Vasiljevic, lascia che la palla superi l’ avversario, sfiori l’ erba e poi la deposita in rete.

La Sampdoria ormai vola, la Stella Rossa e’ sulle ginocchia, non le riesce piu’ niente, mentre gli uomini di Boskov potrebbero addirittura realizzare la quarta rete in contropiede ma sembrano non infierire. Finisce con Vialli abbattuto in area da un avversario, l’ attaccante resta a terra ed esce dal campo sorretto dai compagni. La battaglia e’ finita, ma solo la Samp va avanti.

Le pagelle:

Pagliuca 6 D. Bonetti 6,5 Katanec 7 Pari 6,5 Vierchowod 6,5 Lanna 6,5 Lombardo 7 Cerezo s.v. (Invernizzi 7) Vialli 7,5 R. Mancini 8 I. Bonetti 6,5.

Giancarlo Padovan (Corriere della Sera)

Milano, 5 aprile 1992. XXVII G.
Milan-Sampdoria 5-1
Rijkaard al 34′ del p.t., Evani al 9′ del s.t., Van Basten al 17′ del s.t., Massaro al 37 del s.t., Vialli al 39′ del s.t. [assist Vierchowod], Albertini al 41′ del s.t..
MILAN: Rossi S., Tassotti, Maldini, Albertini, Costacurta, Baresi II, Evani (Fuser dal 26’del s.t.), Rjikaard, Van Basten (Serena A. dal 38′ del s.t.), Donadoni, Massaro. (12 Antonioli, 15 Gambaro, 16 Ancelotti).
SAMPDORIA: Pagliuca, Bonetti D., Katanec, Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Invernizzi, Vialli, Mancini R., Bonetti I. (12 Nuciari, 13 Mannini M., 14 Orlando Alessandro, 15 Silas, 16 Buso).
Arbitro: Mughetti di Cesena.

Genova, 12 aprile 1992. XXVIII G.
Sampdoria-Roma 1-1
Giannini I al 44′ del s.t., Silas al 45′ del s.t..
SAMPDORIA: Pagliuca, Bonetti D. (Mannini M. dal 1′ del s.t.), Invernizzi (Orlando Alessandro dall’11’ del s.t.), Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Silas, Vialli, Mancini R., Bonetti I.. (12 Nuciari, 15 Zanutta G., 16 Buso).
ROMA: Zinetti, Garzya, Carboni, Piacentini, Aldair, Comi, Haessler, Bonacina, Voeller, Giannini I, Rizzitelli (Muzzi dal 16′ del s.t.) (12 Tontini, 14 Rossi D., 15 Salsano, 16 Carnevale I).
Arbitro: Ceccarini di Livorno.

15 Aprile 1991. Nell’ultima partita del girone, la Samp pareggia con l’ostico Panathinaikos, centra il primpo posto, e stacca il biglietto per Wembley, terza finale europea in appena quattro anni. Greci in vantaggio con Maragos, pareggio di Mancini su assist di Invernizzi.

Coppa Campioni 1991/92: Sampdoria-Panathinaikos 1-1

Torino, 18 aprile 1992. XXIX G.
Torino-Sampdoria 1-1
Casagrande al 17′ del p.t., Katanec al 39′ del p.t. [assist Buso]
TORINO: Marchegiani L., Bruno, Benedetti S., Fusi, Annoni (Vieri dal 1′ del s.t.), Cravero, Scifo (Cois dal 14′ del s.t.), Sordo, Casagrande, Martin Vasquez, Policano. (12 Di Fusco, 15 Donà, 16 Puglisi).
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec (Silas dal 41′ del p.t.), Orlando Alessandro, Vierchowod, Lanna (Bonetti D. dal 3′ del s.t.), Lombardo, Invernizzi, Buso, Mancini R., Bonetti I.. (12 Nuciari, 15 Pari, 16 Vialli).
Arbitro: D’Elia di Salerno.

Genova, 26 aprile 1992. XXX G.
Sampdoria-Foggia 1-1
Ramabudi al 23′ del p.t., Vialli al 20′ del s.t.. [assist Cerezo

]
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec, Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Invernizzi (Cerezo dal 12′ del s.t.), Vialli, Mancini R., Bonetti I. (Silas dal 22′ del s.t.). (12 Nuciari, 15 Bonetti D., 16 Buso).
FOGGIA: Mancini F., Petrescu, Grandini (Codispoti dal 1′ del s.t.), Picasso, Matrecano, Padalino (Consagra dal 32′ del s.t.), Rambaudi, Shalimov, Baiano, Barone, Signori. (12 Rosin, 15 Porro I, 16 Kolyvanov).
Arbitro: Bazzoli di Merano.

Genova, 30 Aprile 1992 – Coppa Italia, semifinale (ritorno)

Sampdoria-Parma 2-2 dts

77′ Pari [assist Buso], 97′ Melli, 103′ Melli, 120′ Vierchowod

Torino, 3 maggio 1992. XXXI G.
Juventus-Sampdoria 0-0
JUVENTUS: Peruzzi, Luppi, Marocchi, Reuter, Carrera, Julio Cesar, Di Canio (Corini dal 12′ del s.t.), Galia, Schillaci (Alessio dal 31′ del s.t.), Baggio I, Casiraghi. (12 Tacconi, 15 De Agostini L., 16 Conte I).
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec (Invernizzi dal 22′ del s.t.), Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo (Silas dal 22′ del s.t.), Vialli, Buso, Bonetti I.. (12 Nuciari, 15 Orlando Alessandro, 16 Bonetti D.).
Arbitro: Cinciripini di Ascoli Piceno.

Genova, 10 maggio 1992. XXXII G.
Sampdoria-Fiorentina 2-0
Buso al 41′ [assist Lombardo], Pari al 13′ del s.t.. [assist Cerezo]
SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini M., Katanec, Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo (Invernizzi dal 33′ del s.t.), Vialli, Buso (Mancini R. dal 10′ del s.t.), Bonetti I.. (12 Nuciari, 15 Orlando Alessandro, 16 Silas).
FIORENTINA: Mareggini, Malusci II, Carobbi, Dunga, Faccenda, Pioli, Dell’Oglio, Mazinho, Branca, Orlando M. (Maiellaro dal 17′ del s.t.), Salvatori (Borgonovo dal 29′ del s.t.). (12 Mannini A., 15 Matrone V., 16 Fiondella).
Arbitro: Sguizzato di Verona.

Maggio 1992. L’unica vittoria doriana degli anni ’90 contro la Lazio a Roma arriva a pochi giorni dalla finale di Coppa dei Campioni. Boskov schiera Buso al posto di Mancini (assente) e l’ex juventino sfrutta l’occasione decidendo la partita. Dopo l’immediato vantaggio dei biancocelesti infatti l’attaccante va a segno una volta per tempo su assist di Bonetti e Vierchowod.

Serie A 1991/92: Lazio-Sampdoria 1-2

London, 20 Maggio 1992. A Wembley è il punto più alto della storia doriana. I blucerchiati sospinti da oltre 30.000 tifosi, escono sconfitti a testa alta. Diverse occasioni per le due squadre, ma resta lo 0-0 fino a pochhi minuti dai rigori. Decide una bomba su punizione [dubbia] di Koeman che buca Pagliuca.

https://www.manicomioblucerchiato.it/coppa-campioni-1991-92-barcelona-sampdoria-1-0/

Genova, 24 maggio 1992. XXXIV G.
Sampdoria-Cremonese 2-2
Gualco al 24′ del p.t., Vialli al 6′ del s.t. [assist Mancini], Pari su rigore al 27′ del s.t., Marcolin su rigore al 28′ del s.t..
SAMPDORIA: Pagliuca, Bonetti D., Katanec (Silas dal 1′ del s.t.), Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo, Vialli (Buso al 7′ del s.t.), Mancini R., Bonetti I.. (12 Nuciari, 15 Mannini, 16 Orlando Alessandro).
CREMONESE: Rampulla, Gualco, Favalli, Piccioni, Bonomi M., Iacobelli, Giandebiaggi, Marcolin, Lombardini (Ferraroni dal 25′ del s.t.), Maspero, Florijancic (Chiorri dal 33′ del s.t.). (12 Violini, 15 Montorfano, 16 Garzilli).
Arbitro: Bettin di Padova.

[wpedon id=”5153″]

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento