Crea sito

Sampdoria-Cagliari 3-0: commento e pagelle

Genova, Mercoledì 15 Luglio 2020 ore 19:30 – serie A, 33° giornata
Sampdoria-Cagliari 3-0
8′ Gabbiadini, 41′ Bonazzoli, 54′ Bonazzoli

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Depaoli, Yoshida, Colley, Augello; Linetty (69′ Bereszynski), Thorsby, Ekdal, Jankto; Gabbiadini (69′ Bertolacci), Bonazzoli (69′ Quagliarella). A disposizione: Seculin, Chabot, Ramirez, Askildsen, La Gumina, Maroni, Leris, Murru, D’Amico. Allenatore: Ranieri.

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Walukiewicz (57′ Faragò), Pisacane, Carboni; Nandez, Ionita (46′ Pereiro), Birsa (78′ Mattiello), Rog, Lykogiannis; Ragatzu (46′ Joao Pedro), Simeone (78′ Paloschi). A disposizione: Rafael, Ciocci, Ceppitelli, Klavan, Ladinetti, Lombardi. Allenatore: Zenga.

Arbitro: Pairetto di Nichelino
Ammoniti: Ionita (C), Rog (C)

La Samp travolge un Cagliari fin troppo “tranquillo” a Marassi, in una partita senza discussione, e si avvicina ulteriormente alla salvezza, forte di una serie di quattro vittorie nelle ultime cinque giornate, dopo che nelle prime tre partite post sosta erano arrivate altrettante sconfitte di misura. Si tratta della prima volta che la squadra di Ranieri riesce a prendere tre punti ad una squadra non appartenente alla zona bassa della classifica. 

Il mister ha confermato il suo ormai collaudato 4-4-2 partendo però con due punte  “vere” come Gabbiadini e Bonazzoli, un tandem che si conferma in grande forma. Turno di riposo per Ramirez, acciaccato, ma presente in panchina, mentre Quagliarella è entrato solo nel finale, con la partita ormai morta e sepolta. Lo rivedremo probabilmente a Parma e poi certamente nel derby.

Cronaca primo tempo

La partita si è messa subito in discesa all’8′: bella giocata di Linetty che mette un cross sul secondo palo dove sbuca Jankto. Il ceco di testa serve perfettamente Gabbiadini che da due passi di testa schiaccia in porta.

Sampdoria-Cagliari 3-0: il tabellino | Serie A | Calciomercato.com

La risposta del Cagliari si è tradotta in azioni abbastanza confuse, con la Samp ormai messa bella sua situazione ideale: difesa e contropiede. Al 19′ un tiro pericoloso di Nandez viene stroncato da una deviazione di Yoshida col corpo, al 27′ ci prova Linetty, ma pallone alto di poco, dopo combinazione con Bonazzoli. Al 30′ ancora Nandez, il più attivo degli ospiti, ma tiro molto centrale, mentre al 31′ tentativo in acrobazia di Gabbiadini, pescato da Ekdal in area, va quasi a vuoto.

Ci pensa quindi Bonazzoli a mettere il risultato quasi al sicuro al 41′. Errore a centrocampo di Ionita e volata dell’attaccante che con un tiro a incrociare elude la guardia di Pisacane e beffa Cragno con un potente rasoterra. Si va negli spogliatoi sul 2-0, risultato che non fa una piega per quanto espresso dai blucerchiati rispetto al troppo poco della squadra di Zenga.

Sampdoria-Cagliari 2-0, il risultato in diretta LIVE

Cronaca secondo tempo

Cagliari che si ripresenta subito con Pereiro trequartista e Joao Pedro a fianco a Simeone. Al 7′ il primo dei due, calcia fuori di poco dopo una splendida azione personale al limite. Ma al 9′ i doriani chiudono i giochi. Grande volata di Jankto sulla sinistra, cross sul secondo palo e Bonazzoli conferma il suo momento magico intervenendo al volo e trovando la porta in modo per nulla banale. Quinto gol stagionale e già il quarto dalla ripresa del torneo.

Sampdoria-Cagliari 3-0, le pagelle di CalcioWeb: Bonazzoli come ...

La partite da qui in poi cala di intensità e interesse. Ci prova Joao Pedro al 14′, ma la sua conclusione controllata da Audero vola oltre la traversa, risponde la Samp al 16′ con una bella triangolazione Thorsby – Bonazzoli, conclusa dal norvegese con un tiro centrale. L’ultima emozione arriva al 34′: bella deviazione in angolo di Audero su improvviso tiro di Joao Pedro.

Non succede altro, con il Cagliari e la Samp che negli ultimi quindici minuti hanno giocato davvero a ritmi di amichevole estiva. Partita vinta piuttosto facilmente dai blucerchiati grazie ad una differenza di motivazione chiara sia nel modo di giocare che negli episodi. Nessun errore grave difensivo dei nostri, diversi per loro. Comunque tre gol anche oggi molto belli per preparazione e conclusione.

La squadra di Ranieri, in attesa dei risultati di Lecce e Genoa, si avvicina ulteriormente alla quota salvezza e può preparare con serenità la sfida con gli “amici” del Parma, dove un pareggio, prima del derby, dove in ogni caso arriveremo davanti di diversi punti, andrebbe benissimo. Intanto un nuovo mattone è stato messo e l’impresa di Claudio Ranieri di riuscire a tirare fuori questa squadra da una brutta situazione, considerando anche l’ambiente in parte inquinato e disfattista che aleggia attorno a squadra e società, si sta pian piano concretizzando.

Le mie pagelle

Audero 6+: un mezzo pasticcio all’inizio, con una presa in due tempi, poi si riscatta con qualche buona uscita e una bella parata nel secondo tempo su tiro di Joao Pedro.

Depaoli 6+: solita prestazione generosa e volitiva dell’esterno ex Chievo, oggi schierato sulla linea difensiva. A parte un piccolo errore di posizione nel secondo tempo, nulla da dire. Corre avanti e indietro come se non ci fosse un domani.

Yoshida 6,5: normale amministrazione. Gioca pulito e preciso. Nel primo tempo salva col corpo su un tiro pericoloso di Nandez.

Colley 7: non ci si stanca di ripeterlo: dopo la sosta un altro giocatore. Di piede e di testa le prende tutte ed è migliorato molto nella gestione del pallone.

Augello 7+: altra prestazione spettacolare del mancino ex Spezia. Da vita a continue discese e sovrapposizioni, con cross sempre precisissimi sia da fermo che in corsa. Un piede molto educato e una coordinazione ottima. Nel finale salva in area su un tiro cross e poi riparte come un treno avviando il contropiede. Che bella sorpresa!

Linetty 7: sta bene e si vede. Giochicchia dando sprazzi di spettacolo puro. Il primo gol parte da una sua grande azione. Bereszynski 6: entra come terzino e nel poco tempo si disimpegna senza problemi.

Thorsby 6,5: prestazione come quasi sempre positiva. Bene come incontrista, ma anche preciso dispensatore di palloni su breve e lunga gittata. 

Ekdal 6,5: faro sempre nel vivo dell’azione e a disposizione dei compagni.

Jankto 7: due assist al bacio e tanta corsa. Giocatore che nel 4-4-2 di Ranieri ha finalmente trovato la sua precisa collocazione.

Gabbiadini 7: segna su uno dei primi palloni toccati e poi corre e partecipa a tante azioni dispensando qualche bel cambio di gioco quando retrocede. Ottimo momento. Bertolacci 5,5: inizialmente sembra giocare vicino a Quagliarella, poi retrocede praticamente in mediana, ma a parte qualche tocco ravvicinato si distingue solo per una corsetta poco “atletica”. Avrebbe dovuto fare di più.

Bonazzoli 8: altri due gol di grande bellezza e tecnica. Ma non solo! Corre tant, ma con più intelligenza rispetto all’inizio di stagione. Spende un pò meno ed è molto più preciso. Prende il fallo al momento giusto. Bellissimo l’abbraccio col capitano (in panchina) dopo un gol. Quagliarella 6-: entra quando la  partita si va a spegnere e tocca pochi palloni. Nessuno lo serve davvero per mandarlo in porta. Unbreve allenamento in vista delle prossime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *