Enrico Nicolini (Sampdoria 1973-1976)

Nato a Genova il 16 gennaio 1955 è stato un centrocampista negli anni ’70 e ’80. E’ cresciuto nelle giovanili della Sampdoria di cui è sempre stato tifoso.

Stagione 1973/74

Ad appena 18 anni, viene aggregato nella rosa della prima squadra. Esordisce il 17 Marzo 1974 in Sampdoria-Genoa 1-1, subentrando a Petrini nel finale di primo tempo. Un sogno per un ragazzo sampdoriano di 19 anni. Poi viene schierato nelle ultime giornate con Juventus (a partita in corso) e con Roma, Inter e Vicenza (da titolare).

Stagione 1974/75

Dopo 3 presenze nella prima fase della coppa Italia, in campionato nel girone di andata trova spazio solo contro la Juve, mentre al ritorno scende in campo 6 volte. Essendo molto giovane è chiuso da centrocampisti come Boni, Valente, Bedin e Repetto.

Stagione 1975/76

Trova maggiore minutaggio venendo impiegato 17 volte tra campionato e coppa, anche se solo 9 presenze partendo da titolare. Il trio di centrocampo era Orlandi – Valente – Bedin.

Riepilogo numerico nella Sampdoria

La sua carriera prosegue poi nel Catanzaro (121 presenze e 7 reti) dal 1976 al 1980, con la storica promozione dalla B, prima di essere ceduto al Napoli (33 presenze e 3 gol), dove gioca solo nella stagione 1980/81.

L'inviato AIC sul campo: Enrico Nicolini | AIC - Associazione Italiana  Calciatori

Nell’estate 1981 passa all’Ascoli, presenza stabile in massima categoria di quegli anni. Sono le sue stagioni migliori. Gioca 134 volte segnando ben 11 reti in 4 stagioni. 

Enrico Nicolini: "Quella volta a muso duro con Maradona, il punto più alto  della mia carriera" - Genova 24

Nell’estate 1985 torna in serie B con il Bologna (78 partite e 7 gol) di Mazzone, dove resta per due stagioni, e poi ancora col Catanzaro (65 partite e 1 gol) dal 1987 al 1989, anno in cui chiude una lunga carriera.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *