Crea sito

Dario Bonetti (Sampdoria 1982/83 e 1991/92)

Dario Bonetti [1982/83 e 1991/92]

Dario Bonetti, fratello maggiore di Ivano, anche lui ex giocatore sampdoriano, è nato a Brescia il 5 Agosto 1961 ed è stato un arcigno e non rapidissimo difensore centrale di imponente stazza fisica. Ha costruito una buona carriera militando in società importanti, andando però in calando nel rendimento piuttosto precocemente. Ritirato ad appena 31 anni.

Giocatore:

Dopo due stagioni nel Brescia, squadra della sua città, con cui esordisce in serie A ad appena 19 anni, passa alla Roma nell’Estate del 1980 e ci rimane giocando un buon numero di partite, fino al 1982. A questo punto viene ceduto alla Sampdoria in prestito dove nella stagione 1982/83 colleziona 27 presenze in campionato e 4 in Coppa Italia.

Tornato nella capitale per fine prestito, nella stagione successiva gioca da titolare la finale di Coppa dei Campioni persa dalla Roma col Liverpool. Resta in maglia giallorossa fino al 1986. Nello stesso anno esordisce in Nazionale maggiore dopo le presenze nelle nazionali giovanili.

La carriera è proseguita su buoni livelli con Milan, Juventus ed Hellas. Nel 1991/92 torna alla Sampdoria dove vince subito la Supercoppa Italiana proprio contro la Roma, sua ex squadra. La sua carriera è però già in declino e questa volta non trova molto spazio nella squadra campione d’Italia: 14 presenze in serie A ed un manciata tra coppa Italia e coppa dei campioni.

L’anno dopo viene ceduto alla Spal in B, dove conclude la sua carriera con una retrocessione in C nel 1993. Ha vinto anche quattro Coppa Italia (tre con la Roma, una con la Juventus) ed una Coppa UEFA coi bianconeri. In carriera ha collezionato 287 presenze in serie A, 78 in serie B, 56 in Coppe Europee, 85 in Coppa Italia, 16 in Nazionale under 21, 2 nella maggiore.

Allenatore:

La prima esperienza da allenatore arriva con la Sestrese in serie D dove porta la squadra seconda in campionato. Poi per due stagioni si trasferisce in Scozia a fare da vice al fratello Ivano nel Dundee United. Nella prima stagione la squadra arriva sesta in campionato con accesso alla Coppa Intertoto, in cui viene eliminata al primo turno. Nella seconda viene esonerato.

Dopo un periodo di fermo viene chiamato in corsa sulla panchina del Potenza in C2 portando la squadra oltre la metà classifica. L’anno successivo allena il Sopron, squadra Ungherese in cui militavano Signori e Sartor. Viene esonerato poco prima di finire la stagione e richiamato nel marzo del 2007. Riesce a salvare la squadra in entrambe le occasioni.

Dopo una stagione a Gallipoli in C, interrotta a Marzo per sue dimissioni quando la squadra era terza in classifica, viene chiamato a stagione in corso, nel Dicembre 2008 dalla Juve Stabia, sempre in C, venendo poi esonerato tre mesi dopo con la squadra in zona retrocessione. Nella stagione successiva viene chiamato in Romania ad allenare la Dinamo Bucarest ma viene esonerato dopo pochi mesi. Nello stesso anno viene nominato allenatore del Pescina dove il fratello Ivano era da anni ds, ma anche qui l’avventura finisce ben presto con l’esonero di tutto lo staff.

Nell’Estate 2010 firma con la nazionale dello Zambia con cui ottiene una storica qualificazione alla Coppa d’Africa, venendo però esonerato prima che la fase finale inizi. Nell’Aprile 2012 ritorna sulla panchina del Dinamo Bucarest dove si riscatta conquistando la Coppa e Supercoppa di Romania. Viene però nuovamente esonerato nel Novembre dello stesso anno.

L’ultima esperienza da allenatore risale al 2016, quando comincia la stagione col Târgu Mureș in serie A rumena, ma si dimette dopo poche settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *