Coppa Italia 1999/00: Sampdoria-Bologna 0-2*

Genova, 12 ottobre 1999 – coppa Italia, 16mi di finale [andata]

Sampdoria-Bologna 0-2 a tavolino

Sospesa a inizio secondo tempo sullo 0-1.

8′ Andersson

Sampdoria (3-5-2): Sereni, Sakic, Grandoni, Castellini, Cate’, Ficini, Sanna, Vergassola, Palmieri, Flachi. (1 Ambrosio, 17 Dorival, 14 Sinagra, 19 Casale, Vasari, Sgrò, Esposito). Allenatore: Ventura.

Bologna (3-5-2): Pagliuca, Falcone, Bia, Tarantino, Nervo, Ingesson, Wome, Piacentini, Eriberto, Andersson, Signori. (12 Roccati, Boselli, 5 Marocchi, 23 Ferrari, Ze Elias, Cipriani, Ventola). Allenatore: Mazzone.

  • Arbitri: Rosetti e Paparesta

La partita di Coppa Italia fra Sampdoria e Bologna, la prima con l’esperimento del doppio arbitro, e’ stata sospesa all’inizio del secondo tempo per le intemperanze del pubblico genovese. In quel momento il Bologna conduceva per 1-0 (8′ Andersson). Poco prima del fischio d’inizio del secondo tempo, dalla curva e’ cominciato un lancio di arance verso il portiere del Bologna Pagliuca, ex sampdoriano, che si apprestava a prendere posto tra i pali della porta di sua competenza.

Il lancio si e’ fatto sempre piu’ fitto tanto da impedire al giocatore di avvicinarsi alla porta senza il rischio di venir centrato anche da altri oggetti che piovevano dagli spalti. Dopo un tentativo degli stessi giocatori sampdoriani di invitare alla calma i propri tifosi e un annuncio attraverso l’altoparlante che la gara sarebbe stata sospesa se fossero continuati i lanci, l’arbitro Paparesta ha fischiato l’inizio del secondo tempo con 15 minuti di ritardo, sperando che la ripresa del gioco servisse a far tornare la calma.

Ma dopo qualche battuta, i lanci di oggetti sono ripresi, e questa volta sono piovuti in campo anche due rubinetti di ferro lunghi circa 20 centimetri, per cui gli arbitri hanno ritenuto opportuno sospendere definitivamente la partita.

Partita successiva:

Serie B 1999/00: Sampdoria-Atalanta 1-0

Partita precedente:

Sampdoria-Ternana 2-2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.