Atalanta-Sampdoria 2-0: commento e pagelle

Bergamo, Mercoledì 08 Luglio 2020 ore 21:45 – serie A, 31° giornata
Atalanta-Sampdoria 2-0
75′ Toloi, 85′ Muriel Fruto

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Caldara, Djimsiti (51′ de Roon); Hateboer, Freuler, Pasalic (70′ Muriel), Gosens (86’ Castagne); Gomez; Ilicic (69′ Malinovskiy), Zapata (86′ Sutalo). A disposizione: Czyborra, Bellanova, Guth, Tameze, Colley, Sportiello, Rossi. All.: Gasperini.

Sampdoria (4-5-1): Audero; Bereszynski, YosSutalohida, Colley, Murru; Depaoli (92′ D’Amico), Jankto (82’ Augello), Ekdal (82’ La Gumina), Linetty, Thorsby; Gabbiadini (82’ Ramirez). A disposizione: Chabot, Leris, Askildsen, Maroni, Bertolacci, Bonazzoli, Quagliarella, Seculin. All.: Ranieri.

Arbitro: Giua
Ammoniti: Djimsiti (A), Thorsby (S), Jankto (S), Bereszynski (S), Castagne (A)

Dopo due fondamentali vittorie, a Bergamo arriva una preventivabile sconfitta senza comunque crollare contro una squadra che sta battendo chiunque, in genere segnando pure tanto, e che con questa è arrivata all’incredibile serie di undici vittorie consecutive. Blucerchiati bene nel primo tempo, quando “ai punti” hanno fatto pure meglio dei padroni di casa, ma troppo rinunciatari nella ripresa.

Oggi peggiore della Samp sicuramente Ranieri, che dopo aver disposto benissimo la sua squadra in campo, è mancato completamente nell’operare i cambi quando tutti avevano capito che vista l’estenuante mole di lavoro loro richiesta, certi giocatori erano alla frutta. Incredibile che con cinque cartucce da giocare si sia aspettato l’82° minuto per vedere delle sostituzione, e comunque mantenendo sempre una sola punta, nonostante si dovesse recuperare il punteggio…

Cronaca primo tempo

Nel primo tempo, una Samp schierata con cinque centrocampisti puri e il solo Gabbiadini in avanti, va subito vicina al gol con uno scambio in velocità, al 2′, tra l’attaccante e Murru che conclude in diagonale sfiorando il palo. Il primo pericolo parziale dalle parti di Audero arriva al 19′, quando Toloi, innescato da un Ilicic stasera molto sottotono, calcia debolmente in corsa tra le braccia del portiere.

Sale decisamente la Samp che con Gabbiadini al 30′, da lontano, impegna Gollini in una spettacolare deviazione sopra la traversa, al 38′ Audero chiude in maniera eccellente su Zapata, lanciato da Gomez, presentatosi a tu per tu, mentre al 40′ un tiro dii Depaoli dopo bella azione personale, esce di poco a lato. Il tempo si chiude con un tiro di Hateboer al 42′ messo senza problemi da Audero in corner. Giusto lo 0-0 fino a lì.

Cronaca secondo tempo

Nella ripresa l’Atalanta comincia a premere con sempre maggiore insistenza, ma non crea nulla di interessante fino al 19′, quando ancora Hateboer, innescato da Gomez, calcia al volo in diagonale. Pallone fuori. La partita si sblocca all’improvviso al 30′ su un corner che probabilmente neppure c’era. Batte Muriel, Audero non esce, Toloi stacca di testa in mezzo a Bereszynski e Murru e schiaccia in porta sul primo palo.

Atalanta-Sampdoria 2-0, gol e highlights della partita di serie A ...

L’Atalanta aveva intanto operato già diversi cambi (De Roon, Malynovskyj e Muriel), mentre la Samp aspetta oltre il 35′ per far entrare Augello, Ramirez e La Gumina. Un pò tardi. Anche perché tre minuti dopo, al’40′, Muriel manda tutti a casa, realizzando uno splendido gol dei suoi, spedendo all’angolino su azione di corner, col destro.

Atalanta Sampdoria 2-0: segnano Toloi e Muriel. La Dea si porta a ...

All’ultimo assalto, al 50′  Thorsby tocca di testa da due metri, ma Gollini, molto bravo, è lì e alza ancora sopra la traversa. Poi il portiere è impegnato ancora da Ramirez direttamente da corner.

Finisce così con un punteggio un pò pesante, ma che non fa una piega considerando il secondo tempo, dominato, anche se in maniera abbastanza sterile, dai bergamaschi. Alla fine decisive due azioni di calcio d’angolo, quelle che la Samp non sfrutta praticamente mai e in cui gli avversari ci castigano spesso. Ma non è storia solo di questa stagione.

Nessun dramma, si resta con un vantaggio ancora importante (+5 sul Genoa, +4 sul Lecce) a sette giornate dalla fine. Bisogna cercare e trovare almeno altre due vittorie. A partire da Udine nel prossimo fine settimana, un vero e proprio scontro diretto che potrebbe anche far accontentare le due squadre per un punto ciascuno. Ma manca ancora troppo alla fine ed è probabile che la partita venga giocata da entrambe al fine di dare lo scossone decisivo al proprio campionato.

Le mie pagelle

Audero 6,5: decisivo in chiusura su Zapata e poi bravo su Hateboer nel primo tempo. Nella ripresa non viene mai impegnato. Forse sarebbe potuto uscire sul corner decisivo, ma c’era solo un giocatore dell’Atalanta in mezzo a due. Imparabile il secondo. Preciso nei rinvii.

Bereszynski 6: partita più che buona sia in spinta che in ripiegamento (non permette quasi nulla Gomez che lo punta continuamente), macchiata in parte dal mancato disturbo su Toloi in occasione del gol.

Yoshida 6,5: si lascia sfuggire Zapata su un lancione di Gomez, poi sbaglia solo un appoggio nel secondo tempo, in una partita quasi perfetta. Molto calmo e preciso anche in fase di impostazione.

Colley 6,5: altra prestazione magistrale contro un grande attaccante come Zapata, chiude tutti i varchi, anche se nel primo tempo ci poteva stare un rigore per un fallo su Duvan che gli aveva preso il tempo.

Murru 5,5: troppo grave la mancanza di opposizione sul colpo di testa di Toloi per arrivare alla sufficienza, nonostante una partita per il resto assolutamente positiva. Purtroppo in queste situazioni è mancato altre volte nel disturbo all’attaccante.

Depaoli 6,5: partita di grande corsa e generosità. Meriterebbe un cambio, ma Ranieri lo lascia in campo sfinito fino alla fine. Si rende pericoloso a fine primo tempo dopo una grande azione. D’Amico 6: altri cinque minuti e qualche pallone giocato, per capire meglio il calcio dei grandi.

Thorsby 6+: gara buona, ma prettamente difensiva. In fondo credo che Ranieri gli abbia chiesto questo. Nel finale sfiora un gol colpendo di testa in area piccola.

Ekdal 6: un pò in difficoltà nelle azioni più rapide, ma ad oggi è ancora insostituibile lì in mezzo. Ramirez 6: entra abbastanza assatanato e prova a creare qualcosa tra azioni personali, corner e punizioni. Oltre all’immancabile fallo. Doveva entrare prima.

Linetty 6,5: grande primo tempo, dove recupera tanti palloni e fa ripartire bene l’azione. Nella ripresa si vede meno, con la Samp troppo sulla difensiva.

Jankto 6,5: prestazione di buon livello, con continue proposizioni e qualche bella chiusura difensiva (una decisiva di testa). Augello 6: entra bene come al solito, proponendo qualche buon cross.

Gabbiadini 6,5: considerando la solitudine in cui deve predicare mi è piaciuto molto. Ha controllato molti palloni spalle alla porta, aprendo poi il gioco, nonostante l’uomo attaccato, e anche provato il tiro più volte. La Gumina 5,5: non riesce a rendersi minimamente pericoloso nei 13 minuti in cui è in campo.

 

Precedente Atalanta-Sampdoria: conferenze e formazioni ufficiali Successivo Atalanta-Sampdoria 2-0: video di azioni e interviste

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.