André Grégoire Defrel (Sampdoria 2018/19)

Nasce a Meudon (Francia) il 17 giugno 1991 ed è un attaccante di origini martinicane. Nasce come ala ma nel corso della carriera è stato spostato nel ruolo di prima punta. E’ veloce, bravo ad attaccare la profondità e ad allargarsi sulla fascia oltre ad avere un buon fiuto del gol.

Cresce nelle giovanili del Parma e debutta con gli emiliani nel Maggio 2011. Resterà l’unica presenza coi ducali. Nell’estate 2011 viene ceduto in prestito al Foggia, e in quella successiva al Cesena. Qui gioca per tre stagioni totalizzando 110 presenze, 16 gol e 14 assist. Nel 2015 passa al Sassuolo per 7 milioni di euro firmando un contratto quinquennale. In due stagioni arriva a 73 presenze, 23 reti e 11 assist.

Il 20 luglio 2017 passa alla Roma per 20 (23 con eventuali bonus) milioni di euro. Ma nella capitale delude enormemente. Appena 20 partite giocate (solo 7 partendo da titolare) e 1 gol.

Stagione 2018/19

Al termine di una stagione deludente, il 27 luglio viene ufficializzato il passaggio in prestito con diritto di riscatto sulla base di 1,5 milioni di prestito oneroso e 18 milioni di riscatto alla Sampdoria. 

Il suo esordio in gare ufficiali con la nuova maglia avviene il 12 agosto 2018 contro la Viterbese, nella partita di Coppa Italia vinta 1-0 in casa; il 26 agosto esordisce in campionato nella partita persa 1-0 contro l’Udinese. Segna le sue prime reti con la nuova maglia il 2 settembre seguente, realizzando una doppietta nella sfida vinta per 3-0 in casa contro il Napoli. Si ripete la settimana successiva a Frosinone (vittoria 5-0) con altri due gol.

Va poi a segno contro Spal (si in campionato che in coppa) e Roma, prima di bloccarsi per mesi.  A Marzo si schianta ubriaco in auto. Poi si riprende nel finale andando a segno altre cinque volte (Sassuolo, Milan, Genoa, Parma e Juventus) nelle ultime dieci giornate.  

Voto 6,5. L’inizio a razzo ci aveva fatto sperare di aver trovato un grande attaccante. Poi per gran parte del campionato si è sbattuto a correre come un matto senza combinare granché. Verso la fine si è ritrovato, arrivando a un buon bottino personale per lui. E’ un dignitoso calciatore da medio-alta serie A e va benissimo per la nostra dimensione; i 18 milioni di euro del riscatto purtroppo non li vale.

Rendimento numerico nella Sampdoria

 

Al termine della stagione, i liguri non esercitano il diritto di riscatto sul francese, che torna così alla Roma. Il 30 agosto 2019 viene ufficializzato il ritorno al Sassuolo a titolo definitivo. Da allora però 24 presenze (la metà da subentrante), 4 gol e 4 assist in una stagione e mezzo. Diversi e importanti gli infortuni.

fonti. transfermarkt, wikipedia e manicomioblucerchiato.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *